I locali alla moda….it’s fashion week

La tendenza, quest’anno, punta su feste organizzate in location vuote, loft, capannoni, stabilimenti, case private, musei, gallerie d’arte, grandi alberghi, da riempire secondo lo stile del party e il gusto della serata e del pubblico presente, ma i locali della night life milanese restano sempre i capisaldi delle fashion victim, soprattutto, ma non solo durante la Settimana della Moda.
Nuovissimo Circle di via Stendhal, nel building Diesel, club salotto stile Londra e New York, creato in collaborazione con il noto brand di Renzo Rosso. Sin dalla sua inaugurazione, a maggio, si sono visti Emilio Fede, Elisabetta Canalis, Susanna Messaggio, Antonella Clerici, ma anche la top Nadege, Kasia Smutniak, lo stilista Francesco Mandelli, Giusi Ferre’, il manager di Naomi Campbell David Brown e, ovviamente Renzo Rosso, “protetti”, qui, per la cena, da una zona privè nell’area ristorante e da una lounge, con tende bordeaux, per la massima privacy. Da martedì 22 settembre, Circle presenta Room Mate-The Night-inaugurata proprio durante la Fashion week, serata di riferimento per i martedì di questa stagione glamour, con ospiti diversi ogni settimana e dj di fama internazionale.

La gioventu’ bene di Milano si dà appuntamento all’Exploit delle Colonne di San Lorenzo, che, quest’anno, compie dieci anni e li festeggia, proprio durante la Settimana della Moda, con un grande party, il 25 settembre, scandito dal sound esclusivo del DJ internazionale Kevin Yost, uno dei più influenti producer di musica elettronica degli ultimi cinque anni e Harley & Muscle producer noti a livello internazionale.Gianna Nannini è un’habituèe del Refeel di viale Sabotino, affacciato su Porta Romana, dove uno dei miti della canzone italiana fa tappa per gustare un caffè creato apposta per lei, con miele, cannella, scorza di arancia. Il momento del brunch, invece, viene scelto da Victoria Cabello di MTV, avvistata anche durante la Settimana del Mobile.
Living di Piazza Sempione è stato scelto da una star internazionale come George Clooney, per una pausa dalle riprese di uno spot, durante un brunch, rigorosamente a la carte, ma anche da Kay Rush, per la presentazione delle sue nuove compilation, o da Tiziano Ferro, per il dopocena, da Selvaggia Lucarelli, Alessia Marcuzzi, Laura Pausini.
Hollywood di corso Como è sempre una garanzia, soprattutto durante la settimana della moda, tra modelle, party a tema e grandi vip di passaggio a Milano; il tempio della notte, quest’anno, gestisce anche il Just Cavalli della Torre Branca, che parte alla grande con un opening party giovedì, dalle 23, con dj set.
Tra i ristoranti, i classici sono Giannino, in Vittor Pisani, meta di calciatori, ma non solo, Al Garibaldi in viale Montegrappa, poi, è tappa del dopo sfilata, di modelle tiratardi e vip, come Edoardo Costa, Valeria Marini, Giuliana De Sio, solo per citarne alcuni e stilisti che cercano un’oasi di tranquillità, tra i piatti tipici della tradizione milanese e del pesce siciliano doc.Parioli, in via melzo, invece, ex Sinatra, ristorante con musica live, è frequentato da Simona Ventura, comici di Zelig, personaggi di MTV.
Belèn si vede all’Armani Privè, dove, per le feste più esclusive, c’è la coda davanti all’ingresso per entrare e scatenarsi tra pubblico della moda e giornalisti Mediaset, come Syria Magri, Jazz di corso Sempione, invece, o Mizu, sempre in corso Sempione, vengono scelti per incontri politici, meeting e cene dei brand fashion, ma anche compleanni super blindati di ex veline, come Melissa Satta.La formula vincente del Jazz è fatta dai drink, dal personale, ragazzi affascinanti, soprattutto Brasilian Style, musica per ballare dopocena, o dal vivo.Il Mizu, invece, resta un angolo privato per gustare specialità giapponesi rivisitate da Hiro, sushi man con un passato nella moda, un’inclinazione che si può notare nella presentazione e decorazione dei piatti.Gay Friendly, infine, G Lounge di via Larga, con la serata fashion del giovedì, Frozen, frequentata da Beppe Convertini, lo stilista Tom Rebl, Jonathan, Rocco Casalino, o i Magazzini Generali di via Pietrasanta, il sabato, con la one night Pour Homme.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Una risposta a “I locali alla moda….it’s fashion week

  1. Pingback: Kay Rush : Biografia, notizie, gossip, gallerie fotografiche, video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *