L’Highlander Adrian Paul è in Italia

Adrian Paul, attore, regista, produttore, noto al pubblico televisivo italiano come il famosissimo Highlander della fortunata serie, è in Italia per scegliere la location per girare il suo nuovo film, Basel Legacy, storia di un villaggio che sta morendo e che grazie al suo Sindaco e all’arrivo di uno straniero, trova la forza per la sua ricostruzione. Il film rivela un messaggio, se non c’è un terreno buono non puo’ crescere nulla. Le riprese inizieranno a maggio e ci vorranno circa 8 mesi, i nomi degli attori sono ancora top secret.

Adrian, mamma fiorentina doc e padre inglese, dopo sei anni come Highlander, ha fatto ben 12 film e una serie tv in Canada; non è un ragazzino ma resta un evergreen grazie all’equlibrio psico fisico sul quale ha basato la sua vita, arricchita dall’esperienza nell’ambito delle arti marziali e, da 10 anni, dalla presenza della compagna Alexandra Tonelli, interior designer e look maker metà filippina, un po’ italiana, ma anche ungherese e nata in Canada (nel video con Adrian) e dalla nascita di Angelisa, di 8 mesi( nella foto con i genitori e l’amico di Adrian Paul, l’Ingegner Enzo De Feo, creatore di brevetti internazionali).
E’ stata proprio Alexandra a consigliare il suo look per l’Highlander del 2006 ed è sempre lei a scegliere lo stile delle loro case, mix di antico e moderno, nelle quali è lo stesso spazio a “suggerire” ad Alexandra il mood adeguato.
Adrian è un uomo molto attento anche all’aspetto sociale della vita, impegnato in organizzazioni a scopo umanitario, come “Peace”, per proteggere, educare e aiutare i bambini, grazie all’intervento e all’esempio di star internazionali che, come lui, andavano nelle scuole a proporre il loro esempio di vita sana.Noto anche il suo impegno per i bambini dopo lo Tsunami del 2004, in Thailandia, dove vive anche oggi il fratello, che, in quell’occasione, perse tutto e per la causa di Haiti.
Adrian si divide tra Londra, dove vive sua madre e uno dei suoi fratelli con la sua famiglia, Los Angeles, l’Ungheria, per l’attività della società di produzione cinematografica con il suo socio, la Thailandia, dove risiede l’altro fratello.
“Mi piace sviluppare idee come produttore creativo”-dice Adrian, che ho incontrato all’Arbatax Park, in Sardegna-“devo il mio equilibrio a un lungo percorso di maturazione e ricerca su me stesso, iniziato tantissimi anni fa.
Prima di fare Highlander, facevo boxe e Thaikuando per difendermi e proteggermi, poi sono passato, per sviluppare lo stile del protagonista di Highlander, all’Hung gar, poi al metodo Shaolin, ma la arti marziali sono paragonabili a un pittore, che non usa solo un colore, ma tanti, per disegnare il quadro totale e armonico di se stessi”

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con tgcom 24 e Cool in Milan, si occupa di programmi sociali, come quelli legati alla tutela degli adolescenti, al bullismo e al cyberbullismo, è Ufficio Stampa di www.primadelclcik.it, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

11 risposte a “L’Highlander Adrian Paul è in Italia

  1. Conosco personalmente Adrian e la sua famiglia, oltre ad essere un bravissimo attore è anche un bravo ragazzo ed è simpaticissimo. Lo tsunami in Thailandia non c’è stato nel 2003 ma nel 2004. l’ho vissuto personalmente insieme al mio amico fratello Luciano del Ristorante Italiano CIAO BELLA di Phi Phi island e insieme al fratello di Adrian che si chiama Andrea

  2. Thanks for the nice interview and pics. Always lovely to see Adrian & family. Always great to get interviews and see that he is workign and enjoying himself. Pace.

  3. In any language Adrian is a lovely person. Umberto, you’re very lucky. I’d give my eyeteeth if I still had them to sit down with Adrian and his family–just to talk. His passion for aiding childen is beautiful and his own family is a treasure to all of us. Alex and Angelisa are the perfect complement to this man and long may their days on earth be and filled with the happiness they deserve.

  4. ciao adrian continua cosi sei una persona perbene e meriti il meglio anche per la tua famiglia e complimenti per il tuo italiano ciao

  5. anche se non ho la fortuna di conoscerti so che sei una persona rara che si prodiga per gli altri vorrei slo dire grazie per quello che fai e spero che se leggono il mio commento le persone aprono di piu gli occhi e il cuore. ciao

  6. io ho sempre ammirato adrian paul sia x i suoi film ma per me restera’ per sempre highlander nella serie tv,io ero una ragazzina quando ando’ in onda il 1°episodio con lambert e un personaggio che noi italiani abbiamo sempre amato ed e’ per questo motivo che non riesco a capire il motivo o il perche’ quando highlander the source che e’ proprio del 2006 ancora oggi non si riesce a trovare in lingua italiana,almeno io non lo mai trovato e non sono l’unica che c’e rimasta male,soprattutto sapendo che e meta’ italiano di nascita ci ha snobbato cosi’,comunque lo ammiro lo stesso e gli auguro una lunga e felice vita perche’ se lo merita,ho solo voluto fare un appunto su quel film xerche avrei voglia di vederlo con tutta l’anima,se fate girare la voce magari si decidono a doppiarlo anche in italiano,magari!!!!!!!!!!!!resta comunque uno dei miei idoli e lo restera x sempre con tanta ammirazzione.ciao adrian-duncan…..mi hai fatto sognare e tanto…………….niky.buona sorte.

  7. ciao RAFAEL tu hai scritto che vorresti un nuovo film o telefilm di highlander ma credo che tu non sei aggiornato sui film highlander uscito nel 2006-2007.che si intitola higlander the source dove alla fine del film lui ritorna ad essere un mortale e la sua donna aspetta il suo primo figlio,pero’ il film non ce’ in italiano ce sloo con i sottotitoli.quindi non possono fare piu altri film,xrche’ con quel film anno chiuso il cerchio della sua immortalita’,cxomunque ti consiglio di vederlo sempre che tu non lo abbia gia’ visto,anche xerche’ sono molti gli italiani che non sapevano nemmeno che era uscito ed io sono una di quelle l’ho scoperto solo 2 anni fa’.ciao niku.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *