Serate sfiziose made in Milan

shambala

Da Kiyo, ristorante giapponese con arredo minimal, colori e materiali naturali, cucina jap contemporanea con utilizzo di ingredienti mediterranei,  le materie prime, in questo periodo, considerando i gravi problemi del dopo tsunami, arrivano dalla Germania e da altri Paesi come gli Stati Uniti, una garanzia per tutti coloro che desiderano mangiare sano, compreso l’uso dell’abbattitore di temperatura e degli chef, ex Nobu, che preparano le prelibatezze, da ammirare direttamente davanti al vetro del bancone con sushi man-Via Carlo Ravizza 4-tel 02/4814295. Maxi foto alle pareti, con riproduzioni di uno splendido volto sulle grandi tele, è sempre aperto sette giorni su sette e ha una carta dei vini scelta dal campione del mondo dei sommellier, Luca Gardini, chef sommellier di Carlo Cracco. Si consiglia di parcheggiare davanti al nazionale in piazza Piemonte. Shambala, in via Ripamonti 337, secondo l’antica dottrina Tibetana, simboleggia la purezza del mondo. Ampi gli spazi con colori e luci soffuse, grandi gli alberi del giardino per gustare cibi ricercati in un clima di magica serenità, tra ingredienti fusion-chiuso la domenica (Tel. 02 5520194), in un tempio della socializzazione e del relax e della cucina vietnamita tailandese, piatti speziati, dolci buonissimi.
I piatti sono a base di carne pesce e verdure che profumano d’Oriente, come il filetto sake, il sashimi di tonno e salmone, la rosa di salmone.Ma Shambala è anche di piu’, perche’ nelle ampie sale si organizzano anche mostre in una sorta di esclusiva vetrina espositiva per giovani artisti e talenti emergenti-www.shambalamilano.it .Tutti i martedi, poi, non manca la serata benessere, nuovo appuntamento in collaborazione con l’Associazione Il Mandala, che offre agli ospiti la possibilità di effettuare diversi tipi di massaggi prima o dopo cena. Dalle 19 alle 24 una delle sale di Shambala sara’ allestita per l’occasione e massaggiatori professionisti saranno a vostra disposizione. Il massaggio avra’ la durata di circa 25 minuti e verra’ chiesto un contributo simbolico di euro 10-Shambala sara’ aperto con servizio bar e aperitivi a partire dalle ore 19-Si consiglia la prenotazione telefonica. Per gli appuntamenti, infine, Montblanc vi invita il 24 alle 21,30, in via Montenapoleone 27 B, nei rinnovati spazi della sua Boutique, dove arte e perfezione si fonderanno in un percorso unico, con cocktail e personaggi. Il 19 marzo, invece, a Lonato (Bs) riparte la stagione primavera estate 2011 di uno dei club estivi più chic e piacevoli d’Italia, il Coco Beach. Per una volta, i superlativi si possono usare, visto che l’azzurro dell’acqua del Garda e la sabbia bianca (arrivata dall’Egitto) l’hanno in pochi. Tra l’altro, per ora si balla al chiuso, ma presto, con il caldo, alla consueta sabbia bianca e al bar viene aggiunto un grande spazio verde in cui oziare. Quest’anno, tra gli altri, al mixer arrivano Marco Cavax, Jack Morante, Di Nero e Mirco Berti. Tra i vocalist c’è Cire. Il ristorante del club ha acquistato una sua autonomia e un nome tutto suo, CapoTavola.  Si tratta di uno spazio in cui vivere la cena con happy music (live oppure con dj set), in mezzo al divertimento e non solo come lunga attesa della movida. Si cena a prezzo fisso, dalle 21 e 45 in poi, ma prima, ogni sera, si può prendere l’aperitivo fin dalle 20 in un’atmosfera frizzante e sempre scenografica. Il ristorante CapoTavola è Ristorante con vista, e non si tratta di un dettaglio, visto che si cena in una cornice da cartolina-Via Catullo 5-Lonato del Garda – (BS)-Tel. 3495810205. Sempre il 19 SebastiAn, uno dei massimi esponenti della scena electro mondiale sara’ al Bolgia (Bg) per Turbo Futurama. A supporto “ della stella, saranno presenti anche: “ Nikas Wolf, The “ S “ , Dirty Diana, Pinky, Molds, Hate Mosh, Fluo & Silvo, Prototipe. Il privè, è come sempre gestito dalle sapienti mani dei chirurghi del “ Medicina Electro Therapy “, opereranno in consolle: “ Nikky Wadd, Ezioz, Bastard Brothers, Dustin Pril, Freewood, Nickanoize, Kurtanoize “. Ci sono come sempre tutti gli ingredienti giusti per la riuscita di un altro Turbo Futurama. Il 19, poi, Burlesque Party al Fura di Lonato (Bs), Dj resident Denis M, Art director C. Luzzardi. Ingresso 20-15 euro per un party hot senz’altro molto atteso, sul Garda e non solo-via Lavagnone 13 Lonato (Bs)-340 7675118.

fura di Lonato

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

2 risposte a “Serate sfiziose made in Milan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *