CAFE’ SEMPIONE VAN GOGH

Nuova gestione e nuovo look per il locale di Corso Sempione, a due passi dall’Arco della Pace. Nuova collaborazione con Campari che diventa partner e sponsor ufficiale del Café Sempione Vangogh, di via Agostino Bertani. L’interno del locale non può che essere basato sul rosso che, soprattutto nelle ore notturne, regna sovrano. Arredamento elegante e minimal come nel dehor all’esterno del locale, molto ampio e che offre comode sedute. Ogni giorno dalle 18.30 alle 22.00 va in scena il più classico degli aperitivi firmato naturalmente Campari. Cocktail a 8 euro e birre a 7 euro, con royal buffet composto da specialità mediterranee calde e fredde da abbinare a coreografici cocktail alcolici e analcolici a base di frutta. Dietro il bancone Inigo, esperto di bartending e mixology, una filosofia che mixa le tecniche del barman con quelle dello chef.Ogni sera inoltre al Campari Van Gogh Cafè è anche possibile cenare con menù fisso a partire da 25 euro, compresa una bottiglia di vino ogni due persone.Café Sempione è sinonimo anche di Colazioni – Lunch tutti i giorni e, la Domenica, da settembre, si parte con uno speciale brunch dalle 12.00 alle 16.30 euro 20. Bambini euro 10.Café Sempione oltre al Grande buffet che ci caratterizza incluso nell’aperitivo è possibile anche cenare con menu compreso & Drink a euro 20. Dalle 21.00 alle 24.00.Café Sempione ha un ampio Dehor con 120 posti esterni fronte parco sempione, aperto tutti i giorni dalle ore 7.00 di mattina per colazioni  sino alle 03.00.. orario continuato. Aperto tutti i giorni dalle ore 7.00 di mattina per colazioni sino alle 03.00.. orario continuato. Continua a leggere

54 Biennale di Venezia, arte, moda e design con Francesca Versace

Emozioni e Luci sotto i riflettori; Giovedì 2 giugno al Chiostro della SS.ma Trinità, sede dell’Archivio di Stato di Venezia, inaugura la mostra/evento SIGN OFF DESIGN, curata eccezionalmente dal critico Luca Beatrice.

La madrina della serata sarà  Francesca Versace che presenterà il progetto artistico di SLIDEart, innovativo Editore d’Arte, e l’opera Kryste (Tecnica Mista: vetroresina laccata & acciaio Ni/Cr con finitura a specchio) realizzata da Daniele Basso (titolare di GlocalDesign).

SLIDE, affermata società italiana operante nel design di arredi luminosi, “invade”  il mondo dell’arte con la mostra SIGN OFF DESIGN che mescola e contamina il linguaggio creativo e sperimentale del design con le forme e le proposte dell’arte contemporanea.

La mostra-evento si svolge in contemporanea con la 54° Esposizione Internazionale d’Arte dal titolo ILLUMInazioni–ILLUMInations, il cui tema principale è la “luce generata dall’incontro con l’arte”. Tale spunto ha offerto uno stimolo per opere dove l’interazione tra luce e materiali sia protagonista. Continua a leggere

“Guerrilla” a Milano

Una cascata di accessori sta per colpire la città. Caccia l’accessorio, rifatti il look e vinci un viaggio intorno al mondo.

Sabato 28 maggio un sorprendente evento di guerrilla che coinvolgerà tutta Milano e farà vincere un viaggio intorno al mondo lancerà MaxMyStyle, il luogo virtuale per scoprire il proprio stile e condividerlo con i propri amici, online dal 29 maggio sulla pagina  facebook.com/maxmystyle

Sabato 28 maggio 2011 alcune delle zone più trendy e fashion di Milano faranno da palcoscenico ad una sorprendente azione di guerrilla per promuovere e far conoscere MaxMyStyle, la pagina veicolata sul più conosciuto dei social network, dove ci si potrà divertire giocando con il proprio look, per esaltare l’accessorio più glamour di tutti: il proprio sorriso. Una squadra di modelle e modelli si sbarazzerà di alcuni degli accessori indossati per far risaltare il loro splendido sorriso bianco, gettando letteralmente a terra cappelli, occhiali, sciarpe e creando stupore, sorpresa e scompiglio tra i passanti. Chi raccoglierà l’accessorio “abbandonato”, troverà un’etichetta con il link al sito MaxMystyle.it e alla pagina facebook.com/maxmystyle a cui collegarsi per partecipare ad un eccezionale concorso che regalerà al fortunato vincitore un viaggio intorno al mondo con Colgate MaxMyStyle.

Continua a leggere

La seduzione di Janet Fischietto

Valentina Ursi, nome d’arte Janet Fischietto è una delle burlesquer piu’ note, rappresentata dalla Voodoo De Luxe; make up artist  specializzata in trucco d’epoca, artista performativa, fotomodella, costumista, tra il 2008 e oggi ha partecipato a diversi video clip quali: Nina Zilli “L’inferno” e il piu’ recente Raphael Gualazzi “Reality and fantasy”. Il suo personaggio incarna l’emblematica figura della donna circense d’inizio secolo, la « donna tatuata » che apparteneva all’immaginario dei side o freak shows dell’epoca e incarna la femminilità e l’espressività delle dive del cinema muto. Nei suoi show mette in scena un’intrigante incantatrice di serpenti, una venditrice di sigarette e dolciumi con varie altre sorprese, una domatrice di tigri e il nuovissimo act Native American cutie.Ogni suo travestimento, le musiche e l’attitudine sono in perfetto stile « circus bulesque from the 30′s ». Si è esibita nei maggiori locali e festival del genere in Italia e all’estero: Summer Jamboree, Apollo Dancing, Royal Burlesque, Le balajo di Parigi e Le Cirque Rouge di Vienna.

Cosa significa per te seduzione?

“Sedurre è per me un modo di incuriosire e affascinare. Mi piace vedere le persone con cui mi relaziono trasportate dai miei racconti e da cio’ che mi riguarda”.

Sei piu’ preda o cacciatrice?

“Far credere di essere una preda è un’ottima tecnica di caccia…” Continua a leggere

I 15 anni del Jazz Cafe’ di Milano

Per i suoi quindici anni il Jazz Cafè si è regalato un nuovo look. Senza però cambiare la formula che ne decreta da sempre il successo e che lo rende il locale più amato e frequentato di zona Sempione. Un restyling totale, cosmopolita e sempre più cool, ispirato ai jazz club più in voga di tutto il mondo. Al piano superiore, dove dominano i colori caldi che evocano il fascino di un bistrot francese, la carta parati sembra avvolgere l’intero locale in un velluto bordeaux che ben si amalgama con lo storico pavimento in porfido grigio/marrone. Gli spazi si ampliano, con una nuova sala arredata con tavoli e divani stile “Churchill” in pelle nera, pronta ad accogliere trenta persone sedute e che dopo cena può trasformarsi in un privè con accesso diretto sulla strada. Il nuovo imponente bancone impreziosito da una vasca per champagne incastonata nella bottiglieria, si estende fino ad ospitare la consolle dj e durante l’aperitivo si arricchisce di incredibili e invitanti vassoi ricoperti di delizie.

Tra i vip passati da Jazz Thiago Silva difensore del Milan e della nazionale brasiliana con Alexandre Pato, attaccante del Milan e della nazionale brasiliana e fidanzato di Barbara Berlusconi, Jorge Lorenzo Guerrero campione spagnolo di MotoGP, Ficarra attore e conduttore di Striscia la notizia, tutti immortalati con i titolari del Jazz. Continua a leggere

Smeraldi, Rubini e Diamanti, George Balanchine e i colori di Shiseido make up

Per la prima volta al Teatro alla Scala il balletto Jewels, trittico di pietre preziose, rappresentato nella sua interezza: Smeraldi, Rubini e Diamanti. Colore e geometrica perfezione coreografica che si amalgamano alle essenze musicali di Gabriel Fauré, Igor Stravinskij e Pëtr I’lič Čajkovskij. Dodici recite per il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala insieme a stelle del calibro di Alina Somova, Leonid Sarafanov, Polina Semionova e Guillaume Côté. Jewels è un vero e proprio gioiello della danza, presentato per la prima volta a New York nel 1967, è una lunga coreografia  in tre “atti”  senza spunti narrativi e legata da un solo tema: le pietre preziose. Balanchine fu ispirato dall’arte del disegnatore di gioielli Claude Arpels e scelse una musica che rivelasse l’essenza di ciascun gioiello (Fauré per gli “Smeraldi”, Stravinskij per i “Rubini”, Čajkovskij per i “Diamanti”). Ogni sezione di Jewels è differente per musica e atmosfera, per colori e suggestioni Continua a leggere

Dall’Italia a Cape Town con un fuoristrada

Il Bao Bar di via Eustachi 24 (angolo via Maiocchi) di Milano, nuovo punto di riferimento della Milano by night, prosegue nella serie di eventi dedicati alla solidarieta’.

“In questo particolare momento storico, il nostro desiderio e’ quello di sensibilizzare la nostra clientela verso problemi sociali che talvolta percepiamo solo in maniera marginale. Per questo, la Sparkling events collabora con donne al volante e gazzetta dello sport nella raccolta fondi per il Cesvi, in particolare per un progetto che riguarda le donne vittime di violenza domestica e malate di AIDS : la “casa del sorriso” di Cape Town”-dicono i titolari del Baobar. Continua a leggere

Shambala benefico

Allo Shambala di via Ripamonti 337 è stata organizzata dalla critica d’arte Beba Marsano una cena benefica con l’obiettivo di raccogliere fondi per l’associazione che, dal 1997, si occupa di combattere la fibrosi cistica, testimonial Marta Marzotto e una dedica speciale alla memoria di sua figlia Annalisa.
Tra i presenti, Enzo Decaro e l’attrice Ottavia Fusco, che ha deliziato il pubblico con una sua interpretazione di una delle poesie dedicate a Marta Marzotto da Renato Guttuso, accompagnata da Alessandro Colombini alla chitarra, Daniela Javarone, il Conte Enzo De Feo, Marinella Di Capua, Manola Malenotti di Belstaff, Paola Neri, solo per citarne alcuni.

Un tuffo nel Medioevo

Un weekend nel Medioevo, nel cuore della Valle Camonica e a due passi dal lago d’Iseo: il B&B Zanaglio accoglie i suoi ospiti in una casa del 400 e permette di staccare dalla vita di città e tuffarsi in un’atmosfera d’altri tempi. Tutto questo a Borno, in provincia di Brescia, nel cuore della Valle Camonica famosa per le incisioni rupestri Patrimonio dell’umanità riconosciute dall’Unesco dal 1979 e vicino al lago d’Iseo. Per trascorrere un romantico weekend in coppia, oppure un’esperienza in famiglia con i bambini alla scoperta della natura e della storia, il B&B Zanaglio si propone come luogo ideale per rigenerarsi, gustando piatti tipici (serviti soprattutto a colazione) e bevendo ottimi vini loB&B cali. Casa Rivadossi è un edificio tardo medievale del 400, di proprietà della famiglia Zanaglio. Dal 2001 la casa, ristrutturata mantenendo molte parti originali ma rivolgendo l’attenzione ai criteri di risparmio energetico ed ecosostenibilità, è diventata un bed & breakfast con sei camere arredate in arte povera, con letti in ferro battuto e travi a vista sul soffitto (costi per una camera doppia: 75/95 euro, bambini fino a due anni gratis, dai 2 ai 10 anni sconto 50%). Il B&B è coperto da rete Wi-Fi. Il fascino del Medioevo si esprime anche nella Sala delle vele, dove vengono servite le abbondanti colazioni oppure le cene per gli ospiti che ne fanno richiesta (costo: 20 euro a persona, bevande incluse), che un tempo era un ampio refettorio.  Da lì si aprono due stanze, oggi adibite a studio e salottino, dove poltrone, divani e un pianoforte permettono di trascorrere qualche ora in tranquillità, leggendo, conversando o ascoltando musica. Durante la bella stagione, la corte (pavimentata con ciottoli originali risalenti all’epoca romana) si apre ai fiori e alle piante per accogliere gli ospiti. Continua a leggere

A Lerici una delle colazioni migliori d’Italia

“…ed il fresco dell’ora rugiadosa e la dolce calma del giorno scendevano sul golfo luminoso” così canta il poeta inglese. Lerici è la  meta  ideale per soddisfare la prima   voglia di mare e di tintarella, poiché è risaputo, solo  i raggi  di primavera regalano certi  bagliori dorati.

 

Erminio e Claudia  Beghè  ( proprietari anche del vicino  Grand Hotel Europa insieme ai figli Marina e Valerio ) conoscono le regole dell’ospitalità, e  che si soggiorni nella camera più semplice o nella suite, sanno come farti sentire a tuo agio. Perfetto per gli amanti di vedute marine. Vista l’abbondanza di terrazze, dilungatevi in sessioni diurne abbronzanti, o sedute  vespertine  a sorseggiare  il Vermentino di Paolo Bosoni  mentre lo sguardo si posa sul Golfo dei Poeti. La cucina semplice di essenza ligure è curata  dallo chef in ascesa Davide Santoni: le Quenelle di baccalà con olive taggiasche o le  Linguine ai gamberi rosa del golfo al limone  rappresentano un paio di motivazioni in più per cenare sulla terrazza dell’albergo con una meravigliosa vista.  In somma, cucina, camere e servizi fanno del  Doria  uno dei più sorprendenti  hotel a tre stelle  di questa costa ligure. Il critico Edoardo Raspelli ha scritto: “Merita una stella in più”. L’inviato del Figaro: “Le charme italien est au Doria de Lerici”. E gli amanti del tocco mondano, facciano  un salto all’Eco del mare (di  Francesca Mozer, la compagna di Zucchero) , il noto stabilimento balneare che a inizio stagione è ancora più esclusivo. Doria Park Hotel a Lerici Continua a leggere