Le bambole dei sogni

Posso resistere a tutto tranne alle tentazioni: cosi’ scriveva il Grande Oscar Wilde. Sensualità ed erotismo diventano gioco, piacere, liberazione, creatività personale. Una tentazione a cui concedersi senza inibizioni. Cosi’ la pensa Angélique DeVil, brand del lusso dell’erotismo made in Italy, concept store in uno dei più intimi salotti di Milano, via Cerva, al civico 7. L’ideatrice del brand ha creato lo ‘scrigno dei segreti di Angélique DeVil’ per soddisfare il proprio desiderio di lingerie e accessori sensuali esclusivi e personali, e per condividerne la filosofia con le donne attente al tema, uno stile di vita declinato nel pay off del marchio: Liberté, Intimité, Sensualité. Proprio Angelique Devil , in occasione della Design Week, ha iniziato a esporre una donna speciale, una Love Doll, che nasce dalla tradizione centenaria giapponese delle bambole, in cui le bambole ricoprono un ruolo importante ed escono quasi sempre dal confine del gioco per entrare nella ritualità, nella spiritualità, nelle cerimonie. Attira chiunque sia curioso di scoprire cose inaspettate, di sé e del mondo. Spaventa tutti gli altri. L’abbiamo intervistata in modo immaginario per voi…

Cosa significa per te, love doll, la parola seduzione?
“La seduzione è “entrare a far parte dell’immaginario più nascosto dell’altro, e diventare il soggetto delle sue fantasie e dei suoi sogni”

Sei piu’ preda o cacciatrice?
“Sono una cacciatrice di anime: il mio compito è rivelare, a chi mi guarda, la sua vera natura”.

Che tipo di donna sei eroticamente? Sei fatta di silicone? Da dove arrivi, come sei nata, raccontami un po’ la tua storia…
“Sono una donna che intende l’erotismo come energia vitale, come forza incontrollabile della vita. Sono fatta in una formula speciale di silicone definita Peach Skin, che rende il contatto morbido, simile alla pelle umana. Arrivo da Tokyo, da oltre 100 ore di lavorazione di artisti specializzati”.

Che tipo di uomo ti piace?
“Mi piace l’uomo che rispetta la mia natura, disposto a lasciarsi trasportare in altre dimensioni da me”.

In cucina come te la cavi, quale è il tuo piatto forte?
“In genere gli uomini cucinano per me e mi è capitato anche di fare da “piatto”.

Come sono messi gli uomini considerando che è necessaria una love doll?
“Se un uomo pensa a me in termini puramente sessuali, ritengo che il suo immaginario sia limitato e che dovrebbe probabilmente aprire la mente…Se invece mi sperimenta come una possibilità espressiva e creativa sono un semplice, sofisticato e fantasioso “strumento di ispirazione”. Io non credo esistano le donne oggetto, e lei?

Angélique DeVil si fa interprete di un lifeconcept di erotismo e sensualità, di piacere, gioco e di edonismo per donne e uomini raffinati che vogliono esprimere il proprio immaginario erotico sensuale al di sopra degli stereotipi culturali e con un elevato livello di personalizzazione. Le collezioni di lingerie e accessori, realizzate artigianalmente e sartorialmente in Italia, sono ideate in piena sintonia con la filosofia del brand e appagano il desiderio di novità e di eleganza che appartiene a un prodotto su misura caratterizzato da creatività, gusto, emozioni, cultura. Le Jeu, Liaisons, Les Guardiens du Désir, Touchée, Les Châines Inattendues sono i nomi delle collezioni che consistono in lingerie, corsetti e stringivita, mascherine, guanti, polsini e collarini, gioielli intimi, nonché accessori quali tickler, spanker e frustini. L’attenzione a tessuti e materiali, insieme alla qualità della manifattura e all’innovazione del design, costituiscono la base delle collezioni: un’accurata selezione di seta, pizzi francesi, tulle, taffetà, shantung, cristalli Swarovski, macramè, piume di struzzo.Oltre alle proprie collezioni, il concept store di Angélique DeVil offre anche una selezione internazionale di prodotti di lusso appartenenti alla sfera erotico-sensuale, con un’attenzione particolare alla ricerca e all’innovazione e organizza eventi artistici sul tema dell’erotismo: da mostre fotografiche a interpretazioni nell’ambito del design. Inoltre, il marchio propone esperienze per aiutare l’Angélique DeVil che si nasconde in ogni donna a rivelarsi: dalla Wish List, al Sensual Fashion Set al Sex, Drinks and Friends. Angélique DeVil è un nuovo lusso tagliato su misura per chi è alla continua ricerca dell’eccellenza come espressione di sé e del proprio vivere.

Angélique DeVil è in Via Cerva, 7 a Milano
www.angeliquedevil.com

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Una risposta a “Le bambole dei sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *