Shambala benefico

Allo Shambala di via Ripamonti 337 è stata organizzata dalla critica d’arte Beba Marsano una cena benefica con l’obiettivo di raccogliere fondi per l’associazione che, dal 1997, si occupa di combattere la fibrosi cistica, testimonial Marta Marzotto e una dedica speciale alla memoria di sua figlia Annalisa.
Tra i presenti, Enzo Decaro e l’attrice Ottavia Fusco, che ha deliziato il pubblico con una sua interpretazione di una delle poesie dedicate a Marta Marzotto da Renato Guttuso, accompagnata da Alessandro Colombini alla chitarra, Daniela Javarone, il Conte Enzo De Feo, Marinella Di Capua, Manola Malenotti di Belstaff, Paola Neri, solo per citarne alcuni.

Un tuffo nel Medioevo

Un weekend nel Medioevo, nel cuore della Valle Camonica e a due passi dal lago d’Iseo: il B&B Zanaglio accoglie i suoi ospiti in una casa del 400 e permette di staccare dalla vita di città e tuffarsi in un’atmosfera d’altri tempi. Tutto questo a Borno, in provincia di Brescia, nel cuore della Valle Camonica famosa per le incisioni rupestri Patrimonio dell’umanità riconosciute dall’Unesco dal 1979 e vicino al lago d’Iseo. Per trascorrere un romantico weekend in coppia, oppure un’esperienza in famiglia con i bambini alla scoperta della natura e della storia, il B&B Zanaglio si propone come luogo ideale per rigenerarsi, gustando piatti tipici (serviti soprattutto a colazione) e bevendo ottimi vini loB&B cali. Casa Rivadossi è un edificio tardo medievale del 400, di proprietà della famiglia Zanaglio. Dal 2001 la casa, ristrutturata mantenendo molte parti originali ma rivolgendo l’attenzione ai criteri di risparmio energetico ed ecosostenibilità, è diventata un bed & breakfast con sei camere arredate in arte povera, con letti in ferro battuto e travi a vista sul soffitto (costi per una camera doppia: 75/95 euro, bambini fino a due anni gratis, dai 2 ai 10 anni sconto 50%). Il B&B è coperto da rete Wi-Fi. Il fascino del Medioevo si esprime anche nella Sala delle vele, dove vengono servite le abbondanti colazioni oppure le cene per gli ospiti che ne fanno richiesta (costo: 20 euro a persona, bevande incluse), che un tempo era un ampio refettorio.  Da lì si aprono due stanze, oggi adibite a studio e salottino, dove poltrone, divani e un pianoforte permettono di trascorrere qualche ora in tranquillità, leggendo, conversando o ascoltando musica. Durante la bella stagione, la corte (pavimentata con ciottoli originali risalenti all’epoca romana) si apre ai fiori e alle piante per accogliere gli ospiti. Continua a leggere