I 15 anni del Jazz Cafe’ di Milano

Per i suoi quindici anni il Jazz Cafè si è regalato un nuovo look. Senza però cambiare la formula che ne decreta da sempre il successo e che lo rende il locale più amato e frequentato di zona Sempione. Un restyling totale, cosmopolita e sempre più cool, ispirato ai jazz club più in voga di tutto il mondo. Al piano superiore, dove dominano i colori caldi che evocano il fascino di un bistrot francese, la carta parati sembra avvolgere l’intero locale in un velluto bordeaux che ben si amalgama con lo storico pavimento in porfido grigio/marrone. Gli spazi si ampliano, con una nuova sala arredata con tavoli e divani stile “Churchill” in pelle nera, pronta ad accogliere trenta persone sedute e che dopo cena può trasformarsi in un privè con accesso diretto sulla strada. Il nuovo imponente bancone impreziosito da una vasca per champagne incastonata nella bottiglieria, si estende fino ad ospitare la consolle dj e durante l’aperitivo si arricchisce di incredibili e invitanti vassoi ricoperti di delizie.

Tra i vip passati da Jazz Thiago Silva difensore del Milan e della nazionale brasiliana con Alexandre Pato, attaccante del Milan e della nazionale brasiliana e fidanzato di Barbara Berlusconi, Jorge Lorenzo Guerrero campione spagnolo di MotoGP, Ficarra attore e conduttore di Striscia la notizia, tutti immortalati con i titolari del Jazz.

Una scalinata sapientemente illuminata accompagna al piano inferiore dove si incontrano suggestioni più newyorkesi. Tubi a vista sul soffitto e pavimenti ricoperti di scenografiche piastrelle che sembrano un parquet accomunano le diverse sale che, pur mantenendo i meravigliosi mattoni a vista che le contraddistinguono, sono ora collegate da varie aperture che regalano all’ambiente un’atmosfera più luminosa e coinvolgente. Una nuova intrigante veste per una location sempre più ampia e confortevole, animata dal consueto spirito frizzante e dalla musica, eterna protagonista e leit-motiv su cui questo storico locale milanese gioca per offrire un intrattenimento curato a 360 gradi. Location storica nel cuore pulsante di Corso Sempione, il Jazz Cafè è infatti un vero e proprio fiore all’occhiello della notte milanese che trasforma ogni occasione in una serata memorabile grazie al suo stile unico e ricercato e alla complicità di uno staff esplosivo, travolgente e accattivante. Le diverse sale, disposte su due piani, si prestano ad accogliere gli eventi più disparati, dalle serate a tema alle cene romantiche, dai pranzi di lavoro alle sfrenate feste in compagnia. Ogni sera il dopocena del Jazz Cafè si anima con il djset di musica commerciale che scatena le danze fra i tavoli trasformando il locale in un vero e proprio tempio del divertimento, dalla cornice effervescente che riesce a divertire ed emozionare in modo sempre originale, regalando ai suoi ospiti serate che non possono passare inosservate.

La nascita del Jazz Cafè risale al 16 febbraio 1995, quando tre amici accomunati dalla passione per la musica Jazz decisero di dar vita, in un contesto allora inconsueto, ad un progetto semplice e nello stesso tempo molto intraprendente: creare un nuovo stile di intrattenimento in risposta a quello classico proposto dagli altri locali milanesi. Da una piccola tea room, sala dopo sala, insieme agli spazi e agli ambienti in continua metamorfosi, sono cresciute anche l’esperienza e le idee che con il tempo hanno portato all’odierna e affermata realtà del Jazz Cafè: un dinamico e attraente microcosmo immerso nella cornice storica, suggestiva e di grande fermento di Corso Sempione. Immersi nell’atmosfera del Jazz Cafè si possono assaporare deliziose cene che, a mano a mano che la musica si fa spazio tra i tavoli, si trasformano in momenti di divertimento frizzante e animato. L’ottima cucina, curata con passione dallo chef è fatta di ricette dinamiche adatte per tutti i gusti e di abbinamenti ricercati che variano al variare delle stagioni e in base agli stili e alle esigenze di ogni serata. In tutti questi anni di attività e di successo il Jazz Cafè ha dimostrato di possedere una personalità poliedrica, sempre al passo con le tendenze più attuali, adatta a soddisfare ogni desiderio e a mettere i suoi clienti nella condizione di sentirsi come a casa. Il Jazz Cafè è aperto ogni giorno, dalle 8.30 alle 2.00, per colazione, pranzo, ricchi aperitivi e cene. Il sabato e la domenica anche a pranzo per una proposta brunch alla carta da gustare nel bel dehors dalle 11.30 alle 15.00. Aperitivi a 8€, drink dopocena a 10€.

Jazz Cafè

Corso Sempione,8

Tel: 02.33604039

www.jazzcafe.it

www.ristorantejazzcafe.com

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Una risposta a “I 15 anni del Jazz Cafe’ di Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *