Il Villaggio di Natale

A Bussolengo (Vr) c’è il più grande mercatino al coperto in Italia, dove rivivere la magia della foresta; è il Villaggio di Natale Flover, con ufficio postale di Babbo Natale e la nursery delle renne, dove creare il tuo Peluche, tra le stanze tendenza e i corsi per un Natale fai da te e “Christmas Carol”, musical remake del racconto Canto di Natale di Charles Dickens. Nell’antichità quando nasceva un neonato veniva piantato un albero per solennizzare la nascita, un rito che, negli ultimi anni, sta tornando a essere molto sentito. Nell’anno Internazionale delle Foreste, Flover dedica la 15a edizione del Villaggio di Natale alla salvaguardia dell’ambiente, dove gli alberi diventano i custodi dei desideri di ogni bambino, che verranno svelati a Babbo Natale nella notte della vigilia. In un’area coperta di oltre 7 mila metri quadrati, sino all’8 gennaio 2012, ci si potrà perdere in un mondo fatto di gnomi, renne, tra alberi parlanti, dolci carillon, presepi, decorazioni, addobbi, stanze con tutti i colori tendenza e le novità per arredare la casa per le feste, l’ufficio postale di Babbo Natale, gli artigiani al lavoro, i corsi organizzati per adulti e per bambini e gli spettacoli dedicati al Natale.

Un grande albero parlante svelera’ i segreti della foresta magica. Ispirato al romantico borgo medievale Rothenburg ob der Tauber, il Villaggio cambia volto e nell’anno internazionale della Foresta dedica l’edizione 2011 agli alberi e alla salvaguardia e tutela dell’ambiente. I più piccoli rimarranno incantati quando, entrati nel Villaggio, si troveranno all’interno di una vera e propria foresta magica: un grande albero parlante li accoglierà e spiegherà loro tutti i segreti del bosco. Simpatici gnomi li guideranno nel loro cammino attraverso le novità del Villaggio e  presenteranno a tutti le nuove piccole renne, che saranno incaricate di trainare la slitta di Babbo Natale. Un corpo speciale di gnomi le allena perché la notte di Natale siano pronte a svolgere il loro compito. Poco lontano un dolce carillon: i piccoli ospiti, premendo un pulsante, daranno vita a una danza di dolci e canditi, che farà da sfondo al lavoro dello gnomo pasticcere Pastina, intento a preparare, assieme ai suoi due nuovi aiutanti un grande pandoro, il dolce natalizio tipico di Verona. L’ufficio postale di Babbo Natale lavora incessantemente, firma e timbra letterine per tutti i bambini. Un presepe innevato riflesso cattura gli sguardi più curiosi: un gioco di specchi e altri effetti speciali rendono unica la riproduzione di un borgo antico, dove la natività viene rappresentata come un inno alla maternità.

La festa continua con gli artigiani al lavoro: il pirografo che realizza quadretti bruciando il legno, l’intagliatore di candele, la decoratrice del vetro, l’artigiana dei fiori pressati su legno, chi realizza bambole di ceramica con vestiti ricamati a mano, ma anche sacchetti benefici con noccioli di ciliegia o particolari forme con il cartone.

Ogni fine settimana un vero e proprio “Christmas Show”, con gli “alberi danzanti”, che si illuminano a suon di musica e durante la settimana ogni mercoledì e venerdì “Christmas dance” per tutti i bambini con Mamma Natale. Una piccola prova canora, “Stelle di Natale”, coinvolgerà i bambini che vorranno salire sul palco a cantare una canzone di Natale: per tutti in regalo una “dolce sorpresa” grazie anche alla rinnovata collaborazione con Bauli, azienda leader nel settore dolciario veronese. “Christmas Carol” è la novità degli spettacoli 2011: un musical con attori, ballerini ed effetti speciali per uno spettacolo che sicuramente farà parlare di sé, in un vero e proprio remake del racconto Canto di Natale di Charles Dickens.

Torna, dopo il grande successo dello scorso anno, il magico chalet di montagna, dove, a pagamento, si può giocare a Tiro a segno e fare centro colpendo tanti bicchieri luminosi. Ad ogni colpo succederanno le cose più strane: il fuoco prenderà la parola, i quadri si muoveranno..E per chi farà il tiro migliore tanti addobbi di Natale firmati Flover.

Per tutti i bambini e per chi vuole fare un regalo unico Flover propone per il Natale 2011 una novità impedibile: Crea il tuo Peluche. Tutti potranno avere il peluche che hanno sempre desiderato, personalizzandolo con vestitini, fiocchi, braccialetti e tanti altri oggetti simpatici e alla fine della realizzazione il peluche avrà il suo certificato di nascita.

Per una pausa golosa e ristoratrice non può infine mancare una visita alla Tavola calda del Villaggio: un’area dedicata alla ristorazione self service, aperta tutti i giorni, con specialità tipiche veronesi e natalizie e che si arricchisce quest’anno di un nuovo spazio dedicato alle “dolcezze”, che attende i visitatori per coccolare i palati più esigenti.

Passaggio obbligatorio, per chi vuole gli addobbi più glam e tutte le decorazioni più nuove, nelle stanze tendenza del Natale Romantico, un particolare allestimento con stalattiti e neve nella stanza Freddo Inverno, ritorno al classico nella stanza riflessi d’oro e d’argento. Per chi cerca un tocco particolare e di classe per la casa o un regalo raffinato la nuova fioreria del Villaggio, che propone particolari composizioni d’effetto. Tra le novità più curiose una simpatica candela magica, che diventa un regalo perfetto: appena si accende lo stoppino tutta la candela si illumina, creando una particolare atmosfera.

Per chi ama il Natale fai da te Flover organizza corsi per realizzare in modo economico un meraviglioso albero di Natale all’insegna dell’ecologia, ma anche su come addobbare la tavola e la casa, realizzare corone, angeli, per rendere unici questi giorni di festa. Tra le novità 2011 particolari tecniche che creano un effetto vintage, anticato o brillante. E per sorprendere gli incredibili “granelli di luna”, palline di vetro opache e leggere, che mescolate con acrilici danno un effetto materico, in rilievo. Ci si potrà poi divertire con i colori in gel per il vetro, particolari polveri che danno un effetto terracotta, la cerantica per trasformare i lavori in capolavori artistici, craclè per il vetro e la curiosa pasta oplà, che si può lavorare senza bisogno della cottura in forno.

 

Il Villaggio di Natale Flover è on line al sito www.ilvillaggiodinatale.it e su Twitter e su Facebbok con una fan page.  

 

Informazioni tecniche Il Villaggio di Natale Flover si trova a Bussolengo (VR), in via Pastrengo 16. Apertura: il Villaggio è aperto sino all’8 gennaio 2012. Unico giorno di chiusura il 25 dicembre 2011. Orari: dalle 9 alle 19.30, con orario continuato. Biglietto d’ingresso: 1 euro solo nei giorni di sabato e domenica dal 5 novembre all’11 dicembre 2011, giovedì 8 e venerdì 9 dicembre 2011.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *