Una consolle tutta al femminile

karin de ponti

Un nuovo imperdibile evento per il Jazz Cafè di Milano (c.so Sempione 8), che continua ad essere uno dei ritrovi più amati e frequentati della nightlife milanese. Giovedì 19 gennaio, dalle 19.30, un aperitivo speciale fara’ da cornica alla presentazione del libro “Ladyjay”, un testo prezioso, scritto da Riccardo Sada, per chi ama il clubbing e vuole scoprire di più le sue incredibili protagoniste che stanno dietro la consolle. “Ladyjay” è una pubblicazione edita da Key Note Multimedia che offre una panoramica sul mondo delle donne dj che Sada ha sapientemente intervistato e fotografato, indagando sul loro credo, sui loro sogni, sulla loro energia, sulle loro paure e sulle loro tecniche uniche. Per citare solo alcuni altri nomi: Miss Kittin, Sonique, Sister Bliss, Babayaga, Jo Mills, Lisa Loud, Smokin’ Jo, Lisa Lashes, Princess Superstar, Screamin Rachael, Annie, Marusha, Lisa Pin-Up, Tania Vulcano, Chloè, Miss Djax.

Ma oltre ad essere un libro “Ladyjay” è anche una compilation a tiratura limitata (in abbinamento al volume), nata grazie alla collaborazione con la casa discografica M.o.d.a. Music di Andrea Corelli, che contiene ovviamente solo brani di donne dj, rigorosamente mixati dall’eclettica Manuela Doriani.

 

Manuela Doriani

Non potevano quindi mancare all’appuntamento alcune delle protagoniste citate nel libro che offriranno un saggio della loro incredibile bravura alla consolle del Jazz Cafè, per una one-night unica che emozionerà tutti gli avventori. Manuela Doriani farà da cerimoniere della serata mentre l’atmosfera si scalderà e si tingerà delle sonorità mixate da DJ Kristyn, Barbarina, Karin De Ponti, Blonde Pitbull e Ailén che si alterneranno in un ensemble inedito da gustare per tutta la prima parte della serata.

LADYJAY: Il mondo delle donne dj è un libro di Riccardo Sada, panoramica sul mondo delle donne dj. Intervistate, fotografate, esplorate, che si mettono in discussione.

“Ladyjay” è stato presentato in concomitanza con l’Ade, Amsterdam Dance Event, conference di musica elettronica ed è in commercio dal novembre 2011-Editore Key Note Multimedia

Quale è il tuo concetto di seduzione?

“La carezza di una mano femminile su un disco magari in vinile è la cosa più felina, romantica e aggraziata nel sempre più volgar-popolare clubbing. Una vera e propria… seduzione”-dice Sada, responsabile della promozione di Slave To The Rhtyhm, il radio show di Joe T Vannelli. Sada, poi, con il collega Guido Robustelli, ha creato DiscoPusher, la prima e vera agenzia di promozione in Italia volta a disc jockey e discoteche mainstream. E’ anche caporedattore del settimanale sportivo Stadio 5.

 

Riccardo Sada

Preda o cacciatore?
“Preda e cacciatore, è il gioco della parti nel mondo della notte”.
Come ti definisci come uomo dal punto di vista dell’eros?
“Sono una persona che sottolinea i fabbisogni fisiologici per rispettare le proprie radici. Questa è natura e per me anche eros”.
Dj uomini e soprattutto dj donne più seducenti?
“Le donne hanno quel quid in più che le distingue. Sanno emozionarsi davvero davanti a un mixer. Sanno lasciarsi andare”.

Quale è la tua dj ideale? Mai avuto storie d’amore o passione con le dj?
“Stendo un telone pietoso…”.
Perché una donna è così seducente in consolle a tuo parere? Le donne dj hanno rubato la scena agli uomini?
“Lo possono fare, possono salire davvero in cattedra. Ma devono avere costanza e non commettere gli errori spesso ripetuti dai colleghi maschietti. Va bene lo stile ma la sostanza spesso fa la differenza”.
Cosa ne pensi di figure come le topless dj?
“Sono donne nude che fanno le dj. Aspetto anche qualche maschietto carino mezzo nudo o nudo che metta sana house”.

 

Credits Ladyjay Riccardo Sada

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Una risposta a “Una consolle tutta al femminile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *