A Milano arriva la Design Week

Le vie di Milano vivranno la Settimana del Design grazie agli eventi collaterali messi in programma dal Fuori Salone. Quest’anno è in serbo per i design addicted una grande sorpresa, Porta Venezia In Design – Liberty.
Sì, perchè dal 17 al 22 aprile 2012 anche la zona di Porta Venezia si animerà grazie a un perfetto mix di arte e architettura… Liberty, perchè questo è lo stile di cui è particolarmente ricca la centralissima area di Milano.

L’edizione numero zero del progetto coinvolge aziende, showroom e operatori del settore arredamento ma prevede anche un percorso virtuale che dal sito vuole tracciare le tappe di un circuito imperniato sul design dello storico quartiere meneghino.
Il focus è su 10 pittoreschi edifici Liberty, selezionati da Operad’Arte, società Cooperativa con una solida esperienza nella progettazione, organizzazione e gestione, oltre che nella comunicazione di servizi culturali. La belle époque architettonica è pronta a svelare i propri segreti a partire dall’area dei dazi più famosi di Milano.

PORTAVENEZIA IN DESIGN- Liberty (2012) è un circuito fuori salone che unisce la contemporaneità del design all’eredità architettonica e decorativa dello stile Liberty di cui è particolarmente ricca questa zona della città, per renderla maggiormente nota ai cittadini e agli ospiti stranieri che visitano Milano durante la design week.
Un doppio circuito: Showroom, negozi e aziende che espongono le novità di design e arte. E, per il 2012, un focus culturale incentrato sul Liberty.
L’idea: il design come link tra le varie realtà del circuito di Porta Venezia. Design come ‘creatività’ applicata a tutti i settori. La collaborazione tra varie realtà – commerciali, culturali – che vivono il territorio e hanno accolto favorevolmente il progetto. Alcune attività vengono infatti sviluppate insieme a chi opera sul territorio, oltre alla condivisione, ad esempio, di alcuni materiali d’archivio che sono stati messi a disposizione (ad esempio dallo Sheraton Diana Majestic, che ringrazio).
L’edizione fuori salone del 2012 è un numero zero. Un percorso comune che vede coinvolte aziende e operatori. E che percorre le strade del Liberty nell’area di Porta Venezia. Tutto è virtuale. On line su Portaveneziaindesign.com che vuole essere il centro del circuito, da dove vengono veicolate le informazioni. Ma le novità non finiscono qui, soprattutto parlando di Brera, altro centro nevralgico del Design.

 

 

 

 

 

Brera è un quartiere storico di Milano che da secoli fornisce un fondamentale contributo alla vita culturale della città. Brera è un luogo ricco di fascino e di cultura, un mondo abituato a precorrere le tendenze, dove arte, moda, design si intrecciano. Un luogo variegato, accogliente, caldo, percorso da grande fermento creativo ed artistico, dove la cultura si mescola allo shopping e al divertimento.

Brera Design District, altro quartiere design, ha per obiettivo quello di comunicare Brera come punto di riferimento per il design milanese, territorio con la più alta densità di showroom, gallerie, location, spazi dedicati al design e al contemporaneo in termini di arte e cultura.
Brera Design District è una operazione di marketing territoriale che attraverso un sistema di comunicazione dedicato alla promozione delle eccellenze e dei punti di forza attivi sul territorio intende arricchire la proposta culturale e l’appeal del distretto in grado di unire tradizione e innovazione nel campo diffuso del design. Attraverso la chiave di lettura del design e della creatività, mappa così le eccellenze del settore e le mette in relazione in un sistema integrato di comunicazione.

Brera aprirà le sue botteghe, gli showroom, gli spazi temporanei nei luoghi privati ai cittadini e ai turisti curiosi di scorprire tutti gli angoli nascosti della città. Palazzo Cusani, in sinergia con Enea Garden Design, Exteta, Roda e Down Town Palestre daranno vita al Brera Outdoor Village, raffinata interpretazione degli esterni di Palazzo Cusani, curata da Ludovica e Roberto Palomba. Palazzo Cusani ospiterà il Press Point del Circuito Brera Design District, grazie alla collaborazione del collettivo Officine Kreative. Valcucine, in corso Garibaldi 99 diventerà sintesi delle possibili vie creative di domani, il Lomography Gallery Store di via Mercato diventerà spot importante, sede di workshop e dei reporter. Lomography e Brera Design District, infatti, firmeranno un reportage della distretto durante la design week, per creare una connessione attraverso un racconto fotografico. L’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano Francesca Molteni e Gio’ Ponti Archives allestiranno in via Solferino 19 la mostra Vivere alla Ponti. La Notte Bianca del quartiere, infine, Brera Design Night, si conferma venerdi’ 20 Aprile con apertura prolungaya di showroom ed eventi speciali tra vie, piazze e palazzi. Non mancherà Brera Design Shop, piattaforma creata da tutte le realtà aderenti al Brera Design District per aziende e prodotti interessanti per il pubblico, con acquisti da effettuare in negozio, su siti e-­‐commerce partner o con contatti diretti con le aziende.

Durante Il Fuori Salone Brera Design District offrirà un sistema di comunicazione dedicato con 50.000 mappe cartacee distribuite, sito internet, applicazione I Phone e un sistema di segnaletica sul territorio e per ogni attività aderente, strumenti che vanno ad aggiungersi al portale web e al blog dedicati al distretto. Info Point distribuiti su tutto il territorio di Brera, a supporto delle attività ed iniziative del distretto.

Fotoreportage esclusivo realizzato dai vincitori del contest Lomo. Sistema di totem segnaletici circuito Brera Design District in alluminio riciclato e riciclabile al 100%, realizzati da Alulife. Il piano di comunicazione BDD verrà arricchito dalla tecnologia in realtà aumentata sviluppata da G maps. I visitatori potranno utilizzare i loro smartphone e tablet per orientarsi tra gli eventi del distretto visualizzando per ciascun punto di interesse contenuti extra e multimediali. Inoltre, Hyundai Motor Company Italy, mainsponsor di Brera Design District metterà a disposizione di showroom aderenti al circuito e stampa un servizio di Courtesy Car che vedra’ protagonista la nuova Hyundai 130, ultimo modello lanciato in Italia, oltre all’imperdibile appuntamento con il Fuorisalone Closing Party by Hyundai. Media partner sara’ Rcs con la piattaforma Living Network e Architonic.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *