La moda o la sua copia perenne? Chiedilo alle fashion-blogger d’assalto…

LA VOSTRA TREND SETTER FRANCESCA LOVATELLI CAETANI

Nel mondo della moda, che, per me, è sinonimo di stile personale e innovazione e non omologazione e copia di modelli precostituiti e noiosi, è tutto un fiorire di fashion blogger frutto dell’improvvisazione, virus molto diffuso nell’era del Web. Molti fashion blogger, non tutti, per fortuna, hanno anche piu’ di 30 anni-e sono al primo blog!-a differenza di tanti volenterosi ragazzi e ragazze made in USA, che iniziano a lavorare sin dall’università e invece di fare tardi nei locali notturni, si alzano con il canto del gallo e sono assai lontani dal concetto Made in Italy dei bamboccioni. Conosco anche fashion blogger che meriterebbero un applauso, come Caterina Cavina, o Marged Flavia Trumper, La Diva delle Curve per esempio, ma sono solo alcuni esempi.

Il vero problema di alcuni fashion blogger è che, oltre a fiorire come funghi e funghetti, ridicoli nel loro atteggiamento sine nobilitate di alcun tipo, sono solo abituati a vestire gli altri e non se stessi, in modo originale, creativo, fuori dagli schemi, come i veri leader e personaggi sanno, invece, fare. Continua a leggere