“La grande Transizione”

ESTER VELO

Mercoledì 24 giugno da Origami, a Milano, in occasione dell’inaugurazione del giardino estivo verranno esposte 5 delle 30 opere che compongono la mostra “La grande Transizione” di Leonardo Vecchiarelli.
Un aperitivo in puro stile Japan dove Fabio Cesareni, esperto mixologist, presenterà i nuovi cocktail a base sake ispirati alle opere di Leonardo Vecchiarelli e Takuia, il sushiman giapponese, accompagnerà i cocktail con i nuovi rools.
Un occasione unica per immergersi nell’arte e nella filosofia giapponese.
A tutti i partecipanti alla serata verrà offerto un flûte di benvenuto.

“La grande Transizione” di Leonardo Vecchiarelli
Sono cinque immagini di donne guerriere, abbigliate e decorate con la cura meticolosa di un samurai che si prepara alla battaglia, ispirate a figure di imperatrici orientali.
Le immagini ieratiche, frontali, enigmatiche, si stagliano su fondi piatti di colore intenso, da cui emerge un ideogramma, che rappresenta la particolare virtù che l’artista ha visto in ognuna delle sue donne ritratte: la capacità di vedere oltre le apparenze, quella di emanare felicità, l’attitudine al cambiamento, all’insegnamento, la luminosità solare, ecc…
Ad ogni donna ritratta l’artista ha dato un nome, tratto dalla cultura letteraria e mitica dell’Estremo Oriente: la Sciamana, la Donna Samurai, la Creatrice del Genere Umano, Colei che governa il Flusso delle Acque, l’Aristocratica, il Tempio della Purezza… Molti sono i volti noti, da scoprire al di là della maschera, provenienti soprattutto dal mondo della moda in cui Vecchiarelli lavora da anni, a partire da Riyo Mori, prima Miss Universo giapponese nel 2007, Maria Buccellati, Nicoletta Fiorucci, Maria Sole Brivio Sforza, fino a Lucilla Bonaccorsi Beccaria, e molte altre.
Ogni immagine è un complesso intreccio di significati e di simbologie, in cui ogni colore, ogni elemento della natura che compone le acconciature o è dipinto sugli abiti sontuosi, ogni monile, ogni gesto delle mani, solo apparentemente sempre uguale, rimanda a una nobile virtù.
“Nelle tue icone laiche – scrive Marta Marzotto in uno dei testi in catalogo – riesci a concentrare l’energia, la potenza delle donne, con loro diventi zelante e compiacente, ne contorni ogni dettaglio, le abbellisci, le illumini, le esponi amorevolmente. Mi colpiscono l’emotività che riesci a trasmettere, la vividezza dei colori, la luce surreale, l’intenso distacco dei volti. In quest’ultimo lavoro hai ben rappresentato, attraverso loro, un assoluto paradigma delle ere, a comprendere anche la realtà dei nostri giorni, hai fermato il tempo con la carica di vita che sprigionano, le hai consacrate all’eterno, e come uno “psicologo moderno” ne hai svelato l’anima dietro la loro indiscutibile bellezza”.

Mercoledì 24 giugno
Origami Milano – Japanese Cuisine
viale montegrappa, 20 – milano

dalle 19,30 fino alle 02

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *