Club des Chefs des Chefs per i bambini di Haiti

CComerford - USA

Lunedì 20 luglio. Hotel Principe di Savoia, uno dei gioielli italiani di Dorchester Collection, è stato la location d’onore della cena di gala del Club des Chefs des Chefs: gli Executive Chef di alcuni dei più importanti Capi di Stato e Fabrizio Cadei, Executive Chef del Principe di Savoia, vi delizieranno con le loro creazioni. Il ricavato dell’intera serata sarà devoluto alla Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus a favore dell’ospedale pediatrico Saint Damien in Haiti.

ll Club des Chefs des Chefs viene considerato l’associazione gastronomica più prestigiosa del mondo, ha delle regole di adesione rigidissime: per essere ammessi a questo esclusivissimo Club bisogna infatti essere il cuoco personale in carica di un Capo di Stato, Re o Regina o capocuoco dei ricevimenti ufficiali dello Stato. Uno degli obiettivi principali dell’associazione è di promuovere le grandi tradizioni culinarie e di mantenere le radici di ogni cucina nazionale. Il Club des Chefs des Chefs si propone inoltre di sviluppare l’amicizia e la collaborazione tra i suoi membri, investiti di uguali responsabilità nell’ambito dei rispettivi paesi. Gli Chefs sono promotori di una cucina salutare con prodotti eccellenti, il loro talento aiuta a creare l’atmosfera giusta per le negoziazioni politiche e per questo si considerano ambasciatori di pace: se la politica divide, la tavola unisce i popoli del mondo.

In occasione di EXPO 2015 i Cuochi dei Capi di Stato sono stati a Milano il 20 Luglio, e hanno scelto di donare una serata di solidarietà, gastronomia e alta cucina a sostegno dell’ospedale NPH Saint Damien, unico pediatrico della poverissima Haiti, struttura d’eccellenza che assiste 80.000 bambini l’anno.

Di seguito gli Chefs “ai fornelli” per i Bambini di Haiti coadiuvati dalle sapienti mani dell’ Executive Chef dell’hotel Principe di Savoia Fabrizio Cadei:

Cristeta Comerford – Chef del Presidente degli Stati Uniti – White House
Mark Flanagan – Chef di Sua Maestà la Regina d’Inghilterra – Buckingham Palace
Christian Garcia – Chef di Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II – Palace of Monaco
Fabrizio Boca – Executive Chef Presidenza della Repubblica – Palazzo del Quirinale
David Destinoble – Executive Chef Haiti

Gli altri Chefs dei Capi di Stato erano presenti in sala per incontrare gli ospiti.

I posti per questa serata benefica e unico appuntamento italiano con la cucina del Club des Chefs des Chefs, erano per 100 ospiti.

Special guest della serata lo sceneggiatore e 2 volte Premio Oscar Paul Haggis, presidente di APJ, da tempo al fianco della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia e di Padre Rick Frechette, medico in prima linea, direttore di NPH Haiti, per portare istruzione e speranza a migliaia di bambini.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *