Week end “Golosario”

Milano, Golosaria fiera enogastronomica in via Tortona. Paolo Massobrio e Marco Gatti © Cristian Castelnuovo

Immagine 1 di 9

Milano, Golosaria fiera enogastronomica in via Tortona. Paolo Massobrio e Marco Gatti © Cristian Castelnuovo

Dal 5 al 7 novembre ariva a Milano la rassegna che celebrerà anche l’epopea delle botteghe del gusto, Golosaria, ideata dal giornalista Paolo Massobrio, negli spazi del MiCo – Fieramilanocity (zona Amendola Fiera – MM Lilla fermata Portello), per un’undicesima puntata ancora più bella dell’anno scorso. Quella del 2016 sarà un’edizione-guida da sfogliare, che avrà come tema chiave “Dal cibo, le civiltà”. 300 artigiani del gusto, selezionati dal best seller IlGolosar raccolti in isole merceologiche che permetteranno di approfondire il concetto di cibo come civiltà, del latte e dei formaggi, della norcineria, della carne, della panificazione, del pesce, dei dolci e dei lievitati, delle paste e dei cereali, degli oli, del cioccolato, dell’acqua, dei distillati e delle birre artigianali. Oltre alla grande civiltà del vino, con 100 cantine d’eccellenza, non mancheranno le Cucine di Strada, interpretate in maniera alternativa e suddivise in isole che offriranno un viaggio attraverso le espressioni più particolari delle cucine regionali, dai mondeghili agli sciatt, in versione passeggio. L’agorà di Golosaria ospiterà talk, incontri e premiazioni, dal raduno delle botteghe d’Italia con l’omaggio a Giorgio Onesti “Da Bottega a Boutique del Gusto: andata e ritorno” all’attesa cerimonia di premiazione dei Ristoranti del GattiMassobrio, taccuino dei ristoranti d’Italia. Quindi il riconoscimento Top Hundred, ovvero la premiazione delle 100 migliori cantine d’Italia selezionate da Paolo Massobrio e Marco Gatti con l’incontro tra giovani emergenti e l’ascolto dei personaggi che hanno fatto la storia del vino. Accanto ai forum di discussione, gli spazi del MiCo ospiteranno show cooking, lab e master con i protagonisti del grande mondo dell’enogastronomia: produttori, chef e scuole di cucina racconteranno con mano (e direttamente ai fornelli) la filiera dei prodotti e le nuove frontiere della cucina. Ma ci sarà anche la maestra di cucina Giovanna Ruo Berchera che con Paolo Massobrio firma i primi due libri della nuova collana enogastronomica “I Libri del Golosario” di Cairo Editore

Un unico grande spazio di eventi che, a rotazione no-stop, accenderà i riflettori su cuochi ed esperti che si confronteranno su prodotti e pietanze, oltre che sul loro servizio. Senza dimenticare i wine tasting aperti al pubblico, con le degustazioni di vini, con approfondimenti territoriali e le sessioni dedicate alle cantine del cuore, quei produttori che hanno fatto la storia dei Top Hundred. Poi per gli appassionati e i neofiti torna la Grill Academy e, nell’area Fumoir, le degustazioni con gli abbinamenti stimolanti e inusitati firmati dal Club Amici del Toscano. Una grande occasione per toccare con mano l’eccellenza italiana legata ai territori che durante la rassegna, organizzata in collaborazione con Regione Lombardia Agricoltura, sarà tenuta a battesimo dai partner storici di Golosaria, che metteranno in vetrina la loro esperienza. Un’edizione tutta in divenire, raccontata giorno dopo giorno sul sito www.golosaria.it, aggiornato in tempo reale con le novità, gli appuntamenti e le adesioni eccellenti della rassegna.

Per voi abbiamo scelto tre novità, la Grill Academy, con tutte le news sul barbecue, lo spazio merenda per i piu’ piccoli e la presentazione del libro sugli avanzi.

Le Grill Academy sono a prenotazione obbligatoria. Il costo di ogni singola Grill Academy è di 25 euro e comprende degustazione finale. L’intero costo viene restituito in buono spesa da consumare entro il 31 dicembre presso il negozio Agri Brianza di Concorezzo.
Le Grill Academy possono essere acquistate direttamente online, cliccando sotto sul titolo d’interesse, oppure in loco, salvo esaurimenti posti-A cura del Grill Master Marco Agostini

SABATO 5 NOVEMBRE

ore 15:30 Le origini dello Streetfood americano.
Per scoprire le ricette che hanno reso celebre nel mondo lo Streetfood americano: il Juicy Lucy, il godurioso hamburgher americano con cuore di cheddar filante, il Lobster Roll del New England, il raffinato Bun con aragosta, burro e maionese.
ore 18 Segreti delle Steakhouse americane.
Per scoprire la tradizione americana delle Steakhouse attraverso la degustazione di razze come l’American Black Angus, l’Australian Reserve Marble Angus e la Hereford e di tagli come Rib Eye, Flank Steak, Flat Iron, New York Strip e Skirt Steak.
ore 20 Il Giappone in Griglia.
Per scoprire il legame tra il Sol Levante e la griglia attraverso il famoso Omurice, il piatto giapponese a base di riso e crema di uovo, l’originale Ramen preparato nella Wok in ghisa, e l’intramontabile Filetto di tonno piastrato in stile Tappaniyaki.

DOMENICA 6 NOVEMBRE

ore 10.30 Aperitivo in griglia
Per scoprire le sfiziose ricette FingerGrill e la travolgente emozione di un AperiGrill.
ore 13.00 |L’arte del Girarrosto
Per scoprire la cottura con il girarrosto attraverso il Planetario, il Cesto ovale, il Basket e le altre mille e meno conosciute applicazioni del girarrosto.
ore 15.30 La magia del Churrasco brasiliano.
Per scoprire l’arte del Churrasco attraverso la classica Picanha, i meno conosciuti Maminha (spinacino di manzo), Coração de Frango (cuori di pollo flambati), Fraldinha (bavetta di manzo) e la Linguiça, la caratteristica salsiccia. Non mancherà la Feijoada (fagioli neri) con riso bianco.
ore 18.00 |I mille sapori della Salsa e dei Rub.
Per scoprire i vari stili di rub e di salse applicati su Ribs Memphis e Kansas City Style, Pulled Pork Eastern Carolina, Piedmont e South Carolina Style e Brisket Texas Style.

Domenica 6 Novembre alle ore 17.00 le famiglie potranno coinvolgere i loro bimbi nello spazio Una merenda da supereroi, Evento di educazione alimentare per bambini (e genitori) con spettacolo a cura di Magica Compagnia.

Non mancheranno le lezioni di cucina degli chef selezionati da IlGolosario, con focus sui grandi prodotti italiani durata: 45 minuti | 30 posti | ingresso libero

Nota: i gentili visitatori interessati dovranno recarsi 5 prima nell’area dedicata e rimanere per tutta la durata del singolo appuntamento. Prevista degustazione.

SABATO 5 NOVEMBRE

ore 15.00 | La civiltà della conserva: prelibatezze del non spreco
con la maestra di cucina Giovanna Ruo Berchera, autrice del libro “Avanzi d’autore”
ore 16.15 | La civiltà del non spreco: il quarto quarto 
con lo chef Davide Maloberti del ristorante Antica Macelleria Turba di Rivolta d’Adda (Cr). Modera Andrea Radic

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *