Donne protagoniste: i nuovi eventi made in MIlan

L'EVENTO DEL 10 AL MANHATTAN

La forza delle donne equivale spesso a capacità di fare network e innovazione; queste alcune caratteristiche di due nuovi tipi di eventi ideati da donne diverse, per età, colori, nazionalità, professione, ma tutte accomunate da una caratteristica, la creatività.

Giovedì 10 Novembre, al Ristorante Manhattan di piazza Erculea 9 a Milano, verrà organizzato Sometimes The King is a Woman, Luxury Food Experience, un workshop dedicato alle donne manager con l’obiettivo di aiutarle a gestire la propria immagine utilizzandola come mezzo di comunicazione non verbale. Una serata in cui il protagonista sarà il cibo coniugato all’abito. Dress code richiesto outfit da ufficio. L’idea è nata da Olivia Ratkai, organizzatrice di eventi internazionali, sbarcata in Italia direttamente da Londra per seguire altri progetti legati al Food & Beverage, Manuela Faganelli e Faganelli ed Elisa Bongiascia (presidente e VP GB STYLE), che offre tutti i servizi dedicati al lusso e personalizzati, disponibili 24 h su 24, dalla baby sitter alla limousine, al parrucchiere e si occupa anche di consulenza immagine e personal shopping-e soprattutto dalla consapevolezza che la donna è sempre dominante; “ volevo fare un evento per grandi donne che ogni giorno si danno da fare con grandi obiettivi”-sottolinea Olivia-“ e creare un momento di raccoglimento e network al femminile, premiando le donne, perché ci piace essere viziate e coccolate. Saranno tutte eleganti e con il tacco, un outfit da ufficio very glam”. “Daremo consigli per sopravvivere alla vita di tutti i giorni in ufficio”-aggiunge Manuela Faganelli-“restando molto femminili senza trasgredire alle regole dell’ufficio e senza cadere nella monotonia. Faremo esperimenti con alcune partecipanti ed esempi pratici, pillole camouflage per far vedere quale abito si adatta a un certo tipo di fisico, per esempio. Sarà un workshop teorico, ma anche pratico dedicato alla donna in generale e alla manager”. Aga Wedding, famosa wedding planner a livello internazionale e blogger sarà presente e risponderà alle domande sui trend dei matrimoni a tema, location, da favola e anche gay friendly. Il menu sarà una creazione a quattro mani degli chef Fabio Boniotto e Silvio Battistoni, cucina classica tradizionale con un pizzico di creatività, che si fonda su basi consolidate, come semplicità, autenticità e rispetto delle materie prime. Segno distintivo è il rispetto per la tradizione con la rivisitazione della stessa in chiave moderna, attenta ai palati più esigenti, quindi riscoperta dei grandi classici della cucina italiana, rielaborati con un tocco di creatività per valorizzare la genuinità dei sapori e la consistenza dei piatti. La qualità assoluta degli ingredienti e l’uso delle tecniche tradizionali del grande Battistoni contraddistinguono la cucina trasmettendo i gusti autentici. Il giardino di erbe aromatiche, fiori e germogli, in “trasparenza” di branzino battuto marinato all’olio tiepido e sidro di mele. Il carciofo crudo e cotto giocano insieme nelle consistenze e nei profumi, spray di basilico thay e miele. I tortelli di scampi e chutney di arancia amara, infuso alla melissa e perle di alga wakame. Emulsione di achillea, acetosella e dragoncello, filetto di sogliola croccante, krumble al lime a amaretto. Raviolo di ananas, crema fredda al mandarino e cardamomo, tisana alla menta e issopo. Caffè e piccola pasticceria-45 euro a persona-RSVP Olivia 339/1951074

Da un’idea trovata sul fondo di una Bordolese, invece, nasce The Winedipity

Anche in questo caso l’idea è di una donna, Carolina Remo, che ha unito il concetto di wine a quello di serendipity, la fortuna di fare felici scoperte per puro caso , trovare una cosa non cercata e imprevista mentre se ne cerCa un’altra. The Winedipity nasce dall’idea di voler avvicinare i giovani studenti universitari al mondo del vino, di fare informazione in maniera fresca, innovativa e popolare. The Winedipity è il colpo di fulmine, un amore che nasce quando mai te lo saresti aspettato. The Winedipity è un progetto che nasce da me, Carolina Remo, e che vuole coinvolgere tutto il mondo universitario, in una community online su Facebook, dove nutrirsi di curiosità e approfondire la propria passione. Troppi tecnicismi e troppe parole di dubbia provenienza, hanno fatto si che questo mondo diventasse razionale e lontano da noi, quando in realtà il vino deve essere emozione pura. I giovani sono il futuro, i consumatori di oggi e anche quelli di domani, ma quale prodotto scegliere di fronte ad una marea di bottiglie tutte uguali? Quale vino sarà buono e quale mi costringerà il giorno dopo all’analgesico? Ecco, The Winedipity serve a questo, a schiarirsi le idee usando parole quotidiane e familiari, in una parola, a semplificare il mondo del vino. Cosa c’è di più bello di fare una scoperta eccezionale in maniera del tutto casuale, incontrandoci online e bevendo insieme offline?Un occhio speciale alle donne. Comunque l’uomo che ti regala una bottiglia di vino, supera di gran lunga quello che si fa i selfie in bagno! Un grande uomo è in grado di farti sentire forte, sexy e in grado di conquistare il mondo. Ah no, quello è il vino. Senza tralasciare il lato educational…“Dopo il fermento social che The Winedipity ha ottenuto, abbiamo deciso di iniziare a fare piccoli eventi sul territorio milanese, uno ogni mese”-dice Carolina Remo-“il primo sarà il 17 Novembre a La Maniera di Carlo, in via Rasori 12, a Milano, dalle 20 in poi-costo 40 euro-con degustazione di vini di Arcipelago Muratori-PREVENDITE: https://billetto.it/it/events/il-primo-appello. The Winedipity conta 3165 seguaci, si rivolge a un target tra i 20 e i 35 anni, crea contenuti innovativi, eventi nei quali i millennials e i giovani universitari possono degustare vini di piccole realtà ed essere educati a una cultura consapevole del bere, crea post di degustazione e grazie alla partenrship con Winelivery, il vino ti viene anche portato a casa in 30 minuti al massimo- solo se sei maggiorenne-grazie al servizio di consegna rapida. The winedipity parla un linguaggio democratico e non esclude dai suoi eventi gli inesperti che hanno voglia di scoprire questo mondo.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *