Esempi positivi: l’Italia della creatività

Oggi vi parlo di uomini, due in particolare, giovani, non raccomandati, simbolo di una “crisi che non esiste” se non per coloro che non hanno voglia di sporcarsi le mani, lavorare sodo e partire da zero. Avere una giovane età non significa non essere già esperti di un settore; ed è questo il caso di Giacomo Paddeu e Francesco Moretti.

Li ho incontrati negli show room del fashion world, da loro realizzati o ristrutturati, nei quali organizzano anche eventi innovativi, spesso tra opere d’arte in mostra, in collaborazione con note gallerie milanesi e non solo. Imprenditori, famosi stilisti, fashion blogger ed esperti di marketing fanno a gara per averli. Sono veloci e innovativi e anche affidabili, perché s’ispirano ai valori dei vecchi maestri artigiani dalla consolidata fama e professionalità. 

Giacomo e Francesco hanno creato il Gruppo Censeo, per la ristrutturazione e manutenzione edile di medio alto livello, che nasce nel 2001 in provincia di Brescia, a Orzinuovi (ma ha sede a Milano). Questi due imprenditori sono figli di operai partiti da zero, dalla gavetta più dura. E si stanno mettendo sempre più in luce a Milano e nel resto della Lombardia con lavori accurati, realizzati a tempo di record, e in procinto di lanciare una tecnologia del tutto all’avanguardia nel loro settore, il laser per pulire e trattare le superfici delicate. Al momento, in fase di sperimentazione. Giacomo e Francesco lavorano con circa venti persone, tutti artigiani bresciani e bergamaschi. E non solo. Il cliente principale è l’architetto con l’occhio attento alla qualità, contenimento dei costi e realizzazione delle opere in tempi certi e stabili, che, spesso, sono anticipati. Come testimonia la recente ristrutturazione di una location a Milano, partita il 22 dicembre (a ridosso di Natale e con ordine siglato soli due giorni prima, il 20) e ultimata dopo quindici giorni (invece che in 45 che è la media). E’ uno dei tanti esempi di un’attività intensa, laboriosa e creativa partita con un lavoro di un appartamento in via Felice Casati otto anni fa. <<Pur di prendere il primo incarico- racconta Giacomo Paddeu con entusiasmo- accettai un preventivo più basso di 5.000 euro>>. Ma ne è valsa la pena.Tra  i clienti ci sono collezionisti di opere d’arte, famosi fashion blogger, musicisti, manager, magistrati, produttori teatrali, televisivi e musicali difficili da soddisfare, e le fashion victim che chiedono resine colorate in linea con il proprio brand, solo per fare un esempio rappresentativo.

I lavori più difficili? <<In genere sono quelli richiesti dai progettisti di show room di moda- risponde Francesco Moretti– ma siamo sempre stati in grado soddisfare le loro esigenze, anche nel caso di situazioni molto impegnative>>. Lo show room Pantanetti, scarpe artigianali di alta moda, porta così la loro firma. E anche il primo negozio di Orciani, che verrà inaugurato a fine febbraio a Milano-ci saremo anche noi ovviamente.

Fra i lavori più curiosi, c’è anche la ristrutturazione parziale di una casa bunker (top secret ma sappiamo solo che è in Lombardia) che potrebbe alimentare tutto il paese nel quale si trova in caso di calamità naturale o attacco nucleare. Non manca l’attenzione ai dettagli per le residenze, storiche, con stucchi, gessi, pavimenti del ‘900 e anche cupole di vetro, o moderne, con tutte le novità offerte dalla domotica e l’attenzione ai trend del momento. “In questo momento, predomina il micro cemento rispetto alla resina. Al tatto e alla vista, infatti, ha una consistenza più materica”-aggiungono Giacomo e Francesco.

Presto saranno i primi a lanciare l’uso del laser nel trattamento delle superfici delicate. E’ solo uno dei tanti loro primati; un altro esempio di un’Italia che ama il lavoro e ottiene risultati. Gli esempi positivi vanno sottolineati.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *