La musica protagonista tra Milano e Brescia, ma non manca Gabriel Garko!

E’ l’esclusiva ed elegante cornice degli eventi piu’ glamour e delle cene di qualità il Just Cavalli Restaurant & Club, location firmata dal noto stilista Roberto Cavalli e punto di riferimento per la città e per gli eventi internazionali che, il 10 marzo ospiterà Klingande, dj e producer francese, conosciuto anche per il suo singolo Jubel. Il suo genere è quello electronic dance music e tropical house e sara’ lo special guest di una serata al Just Cavalli di Viale Camoens, /Torre Branca, il 10 marzo.

Garden Aperitivo dalle 19

Restaurant dalle 20

Club dalle 23

Il tutto nella fantastica cornice del Parco Sempione, ai piedi della Torre Branca e con l’eleganza e l’esclusivita’ del brand Roberto Cavalli.

Le tre eccellenze italiane, Moda, Food e Design, riunite in un unico progetto. Le serate iniziano alle 19.30 con l’aperitivo, i cocktail e i buffet. Dopo mezzanotte, si aprono le danze e non è difficile incontrare personaggi del mondo dello spettacolo, della tv e dello sport.
La musica è selezionata dai dj italiani e internazionali durante serate e feste e la filosofia del locale è quella di proporre feste uniche.Il Just Cavalli è la soluzione sofisticata per ogni vostra serata. Armonie di vetro e metallo, giardino fiabesco, esclusivo dehor estivo e atmosfere glamour tutto l’anno, è il ritrovo per eccellenza del mondo della moda, dello sport e dello spettacolo. Mantiene l’impronta tipica del famoso stilista, a partire dai cuscini animalier, ma in un sapiente mix con gli arredi black e le pareti cristallo.

E’ situato alla base della Torre Branca, progettata da Gio’ Ponti e il grande giardino a ridosso del Parco Sempione si trasforma, durante l’estate, in una grande ed elegante discoteca all’aperto.

Ideale per un aperitivo, la cena e la serata in discoteca, propone una cucina di qualità, diretta da Fabio Francone, che ricama, piatto dopo piatto, un menu a la carte ricco di specialità internazionali e ricette figlie della piu’ alta tradizione italiana con tocchi originali e piatti per tutti, come la catalana New Style con astice e gamberi viola, i paccheri all’astice secondo la ricetta Cavalli, il Plateau Royale di King Crab dell’Alaska. Nella lounge, invece, va in scena la fantasia, con l’esclusiva selezione di piatti eclettici e cocktail ad alto tasso creativo. Il ristorante, che dà il via ad un’esperienza culinaria innovativa, con servizio molto attento e carta vini con ampia selezione di etichette di qualità, ha una struttura semicircolare in acciaio e soffitto in cristallo e pavimenti in teak, all’interno i colori sono il nero, con cuscini animalier diventati un segno distintivo dello stile Cavalli. Arredi e mise en place sono altamente glamour e sofisticati, il ristorante ha un audio ad alta tecnologia e un sistema di illuminazione con fibra ottica e mini proiettori, tra zone lounge e chill out sotto il dehor. Di sera il tocco glamour è ancora piu’ spiccato, tra divani, cuscini, torce, candele e candelabri. La mise en place è fatta con prodotti unici, Roberto Cavalli Home, gia’ da tempo applicato nella decorazione delle sue case, delle barche, dei negozi e dei suoi Club nel mondo. Le fonti di ispirazione sono il viaggio, il sogno, la bellezza, la fantasia, il mix tra moda e design e glamour e sensualità, tra stampe iconiche e patterns delle collezioni della Maison, dall’animalier, ia damaschi, alle sovrapposizioni di colori e textures, con grande attenzione per materiali, tessuti, lavorazioni.

“ Quando creo un abito, voglio che faccia risaltare in ogni momento la femminilità di una donna, così per quanto riguarda la casa, cerco di individuare il carattere delle persone a cui mi rivolgo, pensando di diffondere con i colori, il calore e la gioia di vivere che si dà innanzitutto a se stessi”-ha dichiarato Roberto Cavalli-“la mia collezione Home nasce proprio dal desiderio personale di condividere con chi mi ama l’ottimismo della mia moda, della mia creatività, della mia filosofia e del mio stile anche nel mondo della decorazione della casa….non c’è alcuna differenza tra il pensare una collezione moda o una linea per la casa.Il mio lifestyle è sempre un incontro di passioni”

 

 

 

 

 

 

 AL-B.Band: il loro tour infinito arriva pure in Germania

Capitanati dall’instancabile Alberto Salaorni, gli AL-B.Band sono un gruppo capace di far scatenare ogni tipo di pubblico. A marzo 2017 si spostano tra Italia e Germania e sta per arrivare un bell’EP celebrativo perfetto per ascoltare la loro musica anche in auto, a casa, ovunque. Dopo aver fatto scatenare il Top Club di Rimini, venerdì 10 sono al Seconda Classe di Brescia, sabato 11 al Des Alpes di Madonna di Campiglio (TN). Sono due dei locali di riferimento: il primo da sempre fa muovere a tempo Brescia e non solo, il secondo è uno dei club di montagna più scatenati ed esclusivi. Domenica 12 marzo sono invece a Villa Quaranta a Pescantina – VR. Il 17 ed il 18 marzo Salaorni e i suoi musicisti si spostano in Germania: venerdì 17 fanno scatenare Monaco di Baviera, il 18 sono a Dusseldorf, al Prowein Goes City “Lettini’s”. Il 22 ed il 24 tornano in Italia: mercoledì 22 sono al Rosso Superiore di Verona, mentre venerdì 24 tornano al Mad in Italy, sempre a Verona, dove sono di casa. Da 15 anni i concerti di Alberto Salaorni & Al-B.Band fanno divertire l’Italia e non solo. Riassumendo, sono in tournée da una vita. Il loro slogan è Live music is back in fashion, ovvero la (bella) musica dal vivo è tornata di moda. AL-B.Band e composta Alberto Salaorni (voce e chitarra), Davide Rossi (basso), Antenore Adami (batteria). Nel nuovo tour si aggiungono Andrea Mai (tastiere) e Giacomo Aio (percussioni, batteria e cori). 

11/3 Gabriel Garko al Sesto Senso – Desenzano (BS)

Gabriel Garko, attore e personaggio mediatico, sabato 11 marzo arriva come ospite speciale al Sesto Senso di Desenzano (BS). E’ un regalo alle tante ragazze d’ogni età che ogni weekend frequentano il Sesto, un un sabato Notte meraviglioso dedicato a tutte le donne. In console lo staff è scatenato come ogni notte: al mixer ci sono Edo Fozzer, Anderblast e Denis M. Al microfono si alternano Francesco Sarzi e Michele Cucci. 

 

Gabriel Garko nasce a Torino il 12 Luglio 1972 sotto il segno del Cancro. Cresce in provincia a Settimo Torinese. Si avvicina sin da giovanissimo al mondo dello spettacolo, ritenuto il volto più bello d’Italia nel 1991, decide di dedicarsi interamente alla sua grande passione per la recitazione. Orgoglioso del suo lungo percorso che lo ha visto a fianco di grandi registi, Gabriel Garko guarda al futuro come una continua fonte di crescita e voglia di sognare perche “Nulla è Presente ma solo Passato o Futuro”. Tra le serie tv in cui è protagonista ci sono le recenti “L’Onore e il rispetto”, “Non è stato mio figlio” e tante altre…

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Trend setter, ovvero giornalista esperta di tendenze, recepisce le tendenze della moda, del divertimento, del design e del wellness e le anticipa, o, talvolta, le crea e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro, per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai. Per la televisione non succede nulla di diverso: daTelelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *