Top party in Brianza, aperitivi/lusso a Milano, reggaeton a Firenze, feste folli in Piemonte; settembre può essere divertente!

 
A settembre 2017 si rientra in città e le notizie eccelse, tra bollette da pagare e amenità varie, in generale, non abbondano di certo. Per fortuna, a cercare bene, ci sono news positive… e tanta bella musica da ascoltare. Tra un party e l’altro, per continuare a ballare, è una buona idea ascoltarsi “Give It Up” di Joachim Garraud & Ridwello, StoneBridge & Damien Hall… magari nel remix dell’italiano Xander Ace. E’ un brano che dà energia e ha una melodia che emoziona. Decisamente riuscita sembra pure “Yeah”, prodotta da un collettivo formato da tanti dj italiani, ovvero Paggi & Costanzi, NerveStrain. 

Per fortuna, anche a settembre, da ballare ce n’é. Eccome. Al Molto di Carate Brianza (MB) il closing party dell’estate 2017 va in scena sabato 9 settembre. E’ una festa scatenata legata a Discoradio. Come sempre, l’ingresso è libero entro le 23.30, il che facilita il divertimento. Al mixer ci sono tra gli altri Tony Cognetti, Matteo Epis e Edo Munari. E che succede la settimana prossima? Apre il locale gemello del Molto, il Noir di Lissone. Qui si balla con stile ed energia già da giovedì 14 settembre, senza soluzione di continuità.

 
 
A questo punto dell’estate, ovvero alla fine o quasi, c’è voglia di serenità, magari di bersi una birra con gli amici. Il posto giusto per farlo potrebbe essere Gerundium Fest, a Casirate d’Adda (BG), dove il mix tra cover band, piatti curati, pizze & birre d’eccellenza è semplicemente perfetto. Venerdì 8 settembre sul palco vanno gli scatenati Exes. I loro spettacoli, escono dai canoni tradizionali, adattandosi ad ogni contesto.  Sabato 9 ci sono invece i Gary Baldi Bros. Il loro repertorio si snoda tra i grandi successi dance degli anni ’90, revival, pop commerciale e vere e proprie acrobazie musicali (qui proposte in chiave acustica). Completano il tutto i costumi e l’energia dirompente dei suoi sei componenti. 
 
E che succede in queste notti al Just Cavalli Milano, club d’eccellenza semplicemente unico nello scenario cittadino e non solo? E’ il luogo perfetto per un party di fine estate, ogni mercoledì, venerdì, sabato, domenica… Dall’aperitivo alla notte, passando ovviamente per la cena, qui ogni serata di solito diventa un sogno da ricordare.
 
 
 
 
Atmosfera scatenata nel weekend pure al Nikita #Costez di Grumello – Telgate (BG).Venerdì 8 settembre la festa è Be Stupid, un invito a ballare senza pensarci troppo e senza pensare, per una volta, ad essere cool, belli, al centro dell’attenzione, perfetti per un selfie. Essere stupidi, di notte, con gli amici, a volte è così divertente! E’ un format spettacolare capace di far scatenare la parte più “stupid” di ognuno di noi.
 
Tornando a Milano, per iniziare le notti da un aperitivo perfetto, il sound da scegliere potrebbe essere quello di Modus Dj. Dopo una breve pausa l’artista pugliese continua a far ballare alcune delle location più “up” della città. Ogni giovedì di settembre è protagonista al Diana Sheraton Majestic  con dj set di musica black (r’n’b), mentre per chi passa dal Principe di Savoia per un Aperitif Luxury l’appuntamento è ogni venerdì e sabato, dall’8 al 30 settembre. 
 
Chi è in Piemonte, invece, sabato 9 settembre può fare un salto al festival Wake Up e godersi alla Mondovicino Arena di Mondovì (Cuneo) il party Random! Una festa a caso. E’ un evento che punta tutto sul divertimento e sul sovvertire col sorriso sulle labbra tutte le regole non scritte della discoteca, su tutte quella di vestirsi eleganti. Le tre regole fondamentali di Random, una festa a caso sono: 1) Vestirsi a caso! 2) Portarsi qualsiasi cosa (che non possa danneggiare il locale o gli altri): palloni di spugna, gonfiabili, vestiti di carnevale, pistole d’acqua 3).
 
Chiudiamo in bellezza col party pop / reggaeton più scatenato del momento e non solo. I dj, gli scenografi, i coreografi e il corpo di ballo di Vida Loca l’8 settembre sono ancora una volta al Tipic di Formentera, ma la stessa sera sono anche al Be Manduca di Firenze. Il 9 invece sono alla Vie delle Spezie di Reggio Emilia, uno dei fashion club italiani più scenografici. L’eterno tour della festa continua in bellezza il 15 settembre all’esclusivo Coco Beach di Desenzano e al Villa Barbieri di Padova, mentre il 16 è la volta del #Costez di Grumello Telgate. Il 22, infine, lo staff è al Ciringuito di Mantova. 
 
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *