Cloudy Bay, dalla Nuova Zelanda al Just Cavalli a Milano

Il 4 Aprile nell’elegante cornice del Just Cavalli di viale Camoens/Torre Branca, verrà ospitata un’altra serata, dal titolo “Wine Tasting” con i vini della  tenuta Cloudy Bay, che, in Nuova Zelanda, produce, da oltre 30 anni, vini d’eccezione che riflettono il terroir d’origine, protagonisti del mercato vitivinicolo internazionale. Cloudy Bay, una delle prime tenute sorte nella regione di Marlborough, ha contribuito enormemente a rendere la Nuova Zelanda una delle più importanti zone di produzione di vini del “Nuovo Mondo”.

Aperitivo dalle ore 19,30.

A Cloudy Bay ci si impegna sulla comprensione del territorio per rivelare combinazioni ottimali di uva e terroir. Questo spirito è l’elemento alla base dello stile caratteristico di Cloudy Bay e inizia con la selezione dei migliori vigneti: una collezione di vini unici a Marlborough e Central Otago, due regioni vinicole emblematiche, piene di diversità climatiche e geologiche. A Cloudy Bay, c’è una vera e propria passione nella creazione di vini che esprimano il carattere regionale e nazionale. Si lavora nel rispetto della natura per tradurre e migliorare la qualità e ottenere sapori puri e aromatici, spaziando Sauvignon Blanc, al Pinot Nero.

Creati nel 1985 da David Hohnen, fondatore della tenuta Cape Mentelle in Australia, i vigneti Cloudy Bay si estendono fino alla foce dell’omonima baia in Nuova Zelanda. Situata tra l’Oceano Pacifico e le montagne di Richmond Range, questa porzione di terra regala un paesaggio davvero straordinario.

Il senso del dettaglio è un punto di forza cruciale per la tenuta e figura tra i valori che hanno contribuito all’eccezionalità dei suoi vini. Nel processo di produzione Cloudy Bay tiene in considerazione una molteplicità di aspetti, non ultimo l’impatto ambientale. Ecco perché, da sempre, lo sviluppo sostenibile riveste un ruolo fondamentale all’interno dell’azienda. Cloudy Bay è fermamente impegnata nell’attuare buone pratiche ambientali nella gestione della propria attività vinicola e nella coltivazione dei suoi vigneti, per una produzione al contempo integrata e unica.

VIA LUIGI CAMOENS C/O TORRE BRANCA

MILANO

02/311817

www.justcavallimilano.com

 

 

 

 

 

Movida tag: , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Opinionista, Conduttrice Radio e tv e Blogger. Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv-www.francescalovatelli.com Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con tgcom 24, Il Giornale, il settimanale Nuovo e Cool in Milan, si occupa di programmi sociali, come quelli legati alla tutela degli adolescenti, al bullismo e al cyberbullismo, è Ufficio Stampa di www.primadelclcik.it, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Una risposta a “Cloudy Bay, dalla Nuova Zelanda al Just Cavalli a Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *