Il “primo assaggio”

Tra le tendenze scovate durante la Food Week Made in Milan, c’è la birra premium italiana più bevuta al mondo, che ha presentato Nastro Azzurro Prime Brew, Premium Lager speciale, non filtrata, dal gusto secco e intensamente luppolo. Birra di nuova generazione, è nata dall’intuizione di Alberto Marzaioli, un giovane mastro birraio di talento, che ha pensato di interrompere il processo produttivo nel momento in cui la birra raggiunge il suo gusto più intenso, ottenendo così una versione speciale.

Questo prodotto rappresenta l’esperienza del primo assaggio del mastro birraio, il privilegio di assaporarla subito dopo la fermentazione. Si tratta di una Lager speciale, non filtrata e prodotta al grado primitivo di fermentazione. Il suo gusto unico, secco e intensamente luppolato, si ottiene grazie al dosaggio equilibrato di ingredienti selezionati, come il Mais Nostrano dell’Isola, e all’utilizzo generoso di Luppoli nobili finemente aromatici. E’ una nuova esperienza di condivisione, come se venisse degustata direttamente al birrificio.

“Con questo nuovo prodotto, Nastro Azzurro continua a confermarsi la birra che supporta il talento italiano.”- ha commentato Sabrina Fontana, Marketing Manager del Gruppo“-è proprio grazie al talento di Alberto Marzaioli, giovane mastro birraio cresciuto professionalmente nel nostro stabilimento di Roma, che è nata Prime Brew. Siamo particolarmente orgogliosi di questa nuova referenza che, esalta la qualità superiore e al tempo stesso rappresenta al meglio l’anima moderna del brand, con una proposizione contemporanea che si prefigge di aprire a tutti un’esperienza di consumo unica, la stessa che possono vivere ogni giorno i nostri mastri birrai”.

Le caratteristiche-è una birra non filtrata prodotta al grado primitivo di fermentazione, con un tempo di conservazione che va dai 4 mesi in fusto fino ai 9 mesi in bottiglia. Ha una gradazione alcolica di 5,8 %vol ed il suo gusto secco e intensamente luppolato la rende estremamente godibile.

Si consiglia di servirla e gustarla ad una temperatura di 6°C circa e di abbinarla a pesce, salumi ma anche a formaggi e selvaggina.

 

 

 

 

 

Movida tag: , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Opinionista, Conduttrice Radio e tv e Blogger. E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. www.francescalovatelli.com Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Collabora con tgcom 24, Il Giornale.it, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come quelli legati alla tutela degli adolescenti, al bullismo e al cyberbullismo-www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa per famosi brand. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Una risposta a “Il “primo assaggio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *