Due serate all’insegna dell’impegno sociale e dello sport

Venerdì, 26, alle ore 18:30, presso OLIVIA Gelato, in piazzale Aquileia 12, si terrà la presentazione del progetto a tutela dei minori da dipendenze, bullismo e cyberbullismo, “Adolescenti lontano dai pericoli metropolitani”. Ad illustrare il progetto e parlare ai presenti sarà l’Ingegner Vincenzo De Feo, in qualità di esperto della rete informatica, autore del libro autobiografico “… prima del CLICK” Saranno affrontati i temi delle dipendenze più diffuse al momento e la minaccia che deriva da un uso alle volte spericolato o semplicemente inconsapevole degli strumenti che oggi internet ci propone.

Alla fine dell’incontro, l’autore sarà disponibile per autografare le copie del libro ed inoltre sarà possibile degustare il gelato al prosecco, specialità golosa di OLIVIA Gelato, scelto per la serata, fra tutti i gelati artigianali e genuini prodotti da Nicoletta e Davide, che con passione propongono ad ospiti e clienti sapori di stagione e prodotti naturali.

Il Re è nudo, alle ore 21:00, venerdì 26 ottobre, all’auditoriium CAM Olmi, a Milano in via delle Betulle 39, vedrà protagonisti due uomini diversissimi tra loro. Il più grande e noto campione della storia del basket italiano, senza ombra di dubbio, Dino Meneghin, insieme a lui uno dei coach della palla a spicchi più vincenti di sempre, Franco Casalini.

Dino, il gigante, conosciuto in tutto il mondo, una carriera unica durata quasi trent’anni, vincitore prima con l’Ignis Varese e poi con le scarpette rosse dell’Olimpia Milano di 4 coppe Intercontinentali, 7 Coppe dei Campioni, 2 Coppe delle Coppe, una Coppa Korac, oltre a 12 scudetti. Con la maglia azzurra si aggiudica la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Mosca ’80 e il memorabile Europeo di Nantes nell’83. Ma non sono solo i numeri, seppure impressionanti, a fare di lui un mito, è il suo modo di essere, un combattente sanguigno e al tempo stesso corretto, un leader dentro e fuori dal campo.

Primo italiano della storia ad essere chiamato nel campionato NBA, dagli Atlanta Hawks.

Nel ’91 la rivista giganti del basket lo ha eletto come il più grande giocatore europeo di tutti i tempi.

Nel 2003 diviene il primo giocatore italiano ad entrare nel Naismith Memorial Basket Hall of Fame.

Al termine della sua straordinaria carriera sul parquet Dino diventa dirigente sportivo dell’Olimpia e della Nazionale Italiana.

Ricopre quindi incarichi dirigenziali nella FIP, divenendone anche presidente per quasi quattro anni tra il 2009 e il 2013.

Nel 2016 viene nominato Presidente Onorario della Federazione Italiana Pallacanestro.

Franco Casalini, già a diciannove anni è allenatore di basket, dopo averlo praticato fin da ragazzo come giocatore. 

Dall’oratorio dei Salesiani nel ’72 approda alla panchina delle giovanili dell’Olimpia, allora Simmenthal, aggiudicandosi ben quattro scudetti di categoria e successivamente in prima squadra come vice di Dan Peterson. Dalla stagione ’87/88 è l’head-coach delle scarpette rosse che sotto la sua guida tecnica trionfano in Europa e nel mondo. La vittoria di Gand contro il Maccabi, seconda Eurolega di fila per l’Olimpia, sancisce la definitiva consacrazione del tecnico milanese. L’anno dopo arriva anche uno storico scudetto, conquistato a Livorno, dopo un’autentica battaglia, che anche i non tifosi di basket ricordano ancora.Nella stagione ’91/92 passa per un breve periodo alla Filanto Forlì e successivamente alla Virtus Roma con cui raggiunge la finale di Coppa Korac, persa proprio contro la sua ex squadra dell’Olimpia.
In seguito dopo un’esperienza di commentatore televisivo, ritorna al basket giocato, prima come scout per la Fortitudo Bologna e poi nuovamente sulla magica panchina delle scarpette rosse, che porta in finale nelle Coppa Saporta.
Sarà l’ultima esperienza italiana come coach, infatti nel 1999 allena gli svizzeri del Vacallo Basket con cui raggiungerà due finali di Coppa. Oggi Casalini è commentatore televisivo e direttore dei contenuti di Euroleague TV.

Durante la serata saranno premiate due protagoniste dello sport del Municipio, la giovanissima Sofia Ferrarini, grande promessa del karatè italiano, già in vetrina agli europei giovanili di Sochi nel 2017 e neo vincitrice degli importanti tornei internazionali di Budapest e Vienna e Rosaria Coccoli, allenatrice dei pulcini della Visconti 47, anche lei conosciuta esponente sportiva, che ha fatto del volontariato sportivo una missione.

Sfileranno sul palco degli Olmi:
La squadra del Settimo Basket, con in testa il suo vulcanico presidente Beppe Lamanna, la società calcistica femminile Milanladies guidata dal presidentissimo Marco Pennati e la storica Unione Sportiva Visconti 47 rappresentata dall’eclettico super presidente Franco Spatola.

Tra spettacolari video, le esibizioni musicali del giovanissimo chitarrista Marco Nava, le invenzioni dialettiche del conduttore l’architetto scrittore Raffaele Geminiani, le incursioni fotografiche del grande Luca Nava , trascorrerete una nuova festa di sport e di vita.

 

Movida tag: , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Opinionista, Conduttrice Radio e tv e Blogger. E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. www.francescalovatelli.com Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Collabora con tgcom 24, Il Giornale.it, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come quelli legati alla tutela degli adolescenti, al bullismo e al cyberbullismo-www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa per famosi brand. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *