Il Gran Concerto dell’Epifania a Cortina

Sarà proprio un evento speciale quello promosso dallo storico Hotel de la Poste, su un’idea dello scenografo Fabrizio Carbonera,per questa Epifania ampezzana.

Il 4 gennaio, presso l’Alexander Girardi Hall, di Via Marangoni 1, si terrà la prima edizione del Gran Concerto dell’Epifania in Cortina, che vedrà protagonisti I Virtuosi del Teatro alla Scala.

 

L’ensembledel prestigioso Teatro meneghino è composta dai migliori musicisti e dalle prime parti dell’Orchestra e della sua Filarmonica.

In via del tutto eccezionale, a Cortina ci sarà la possibilità di ascoltare il più giovane primo violino di spalla dell’orchestra scaligera, Laura Marzadori, in un programma di elevata difficoltà esecutiva, ma di facile e piacevole ascolto, tra cui il famoso Rondò in do magg. di Mozart K. 373 per violino e orchestra.

La Marzadori svolge anche una notevole attività solistica sia in Italia che all’estero, facendo tesoro delle esperienze musicali maturate alla Scala, con direttori d’orchestra del calibro di D. Barenboim (che la scelse per la Scala), R. Chailly, A. Pappano, Z. Metha ed altri grandi della musica.

 

Per Cortina d’Ampezzo, questa sarà una occasione di grande prestigio internazionale, che consoliderà tangibilmente quell’asse ideale “Milano-Cortina” che già si è esposta per voce del Governatore Luca Zaia, proponendosi ad ospitare i prossimi Giochi Olimpici nel 2026.

Considerato l’alto livello qualitativo della manifestazione, il Gran Concerto dell’Epifania sarà trasmesso in diretta su Radio Cortina, su Canale Europa, la Web TV più nota d’Italia, e verrà diffuso livesui Social Network dell’Hotel de la Poste.

Già dal 20 novembre ’18 è possibile acquistare i biglietti del Gran Concerto, sia su Ticketone, che presso la Cooperativa di Cortina, in Corso Italia 40. I prezzi vanno da € 60,00 a € 80,00 con l’opzione PREMIUM che, durante l’intervallo del Concerto, permetterà agli ospiti di accedere a un light buffet e a un brindisi con lo Champagne Veuve Clicquot, partner tecnico della serata.

L’inizio del concerto è previsto alle ore 19.00 e non sarà permesso l’ingresso in sala durante l’esibizione ed eventuali ritardatari potranno entrare solo all’intervallo.
 

Non si tratterà solamente di un momento di grande musica, ma di un vero e proprio evento legato alla valorizzazione del territorio e dal grande impatto culturale e umanitario.

Per accrescerne il pathos, si è pensato di vestire le musiciste dei virtuosi con costumi e acconciature di scena riferiti al gran ballo de Il Gattopardo di Luchino Visconti, di cui verrà eseguita una suite a chiusura del concerto.

I costumi, realizzati dalla prestigiosa e storica Sartoria Teatrale Arrigo, di Milano, saranno messi in mostra a partire dal 28 dicembre sino alla data del concerto, in alcuni locali e negozi di Cortina.

In occasione del Gran Concerto dell’Epifania, l’Hotel de la Poste ha organizzato una prestigiosa cena di gala, con menù “musicale”, il cui ricavato andrà a favore del soccorso Alpino di Cortina e ai volontari intervenuti nelle emergenze, che verrà servita nello storico Salon Dolomieu. Per prenotare il proprio tavolo, sarà necessario mettersi in contatto direttamente con l’Hotel, scrivendo una mail a eventi@delaposte.it o chiamando il numero 0436.4271.

Questa Epifania tra l’arte dei suoni e quella del cibo sarà un evento che non vorrete perdere!

“Cortina è un immenso palcoscenico naturale e i suoi panorami sono unici”-dice Gherardo Manaigo, titolare dell’Hotel de La Poste e ideatore dell’evento-“per questo motivo cerchiamo sempre l’occasione di far competere le nostre eccellenze naturali con quelle dell’uomo, come I Virtuosi della Scala e la loro cultura musicale. Non ultimo, il legame che si è creato con la città di Milano per la candidatura alle Olimpiadi invernali del 2026, ci porta a proporre appunto la Cultura come ponte tra le nostre due realtà”.

Il suo albergo è locale storico d’Italia, cosa lo lega ad eventi di questo tipo, forse la sua passione per la cultura, la musica e l’arte?

“Il Posta è da sempre luogo di incontro delle persone di passaggio a Cortina. Non siamo mai stati solo un albergo dove soggiornare, ma anche un’agorà al coperto dove ospitiamo eventi culturali, glamour e sportivi. Il nostro impegno non è più un semplice lavoro ma una vera missione!”

Movida tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Opinionista, Conduttrice Radio e tv e Blogger. E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. www.francescalovatelli.com Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Collabora con tgcom 24, Il Giornale.it, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come quelli legati alla tutela degli adolescenti, al bullismo e al cyberbullismo-www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa per famosi brand. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *