Dito DiVino Pure Italian Touch

Dito DiVino, in Via Gaetano Negri 3, Vi aspetta Giovedì 21 Marzo, dalle ore 19,00, per la degustazione degli Spumanti Torre degli Alberi. Saranno presenti i produttori con l’enologo Guido Beltrami e i vini saranno abbinati alle specialità di Dito Divino. I Dal Verme sono una storica famiglia nobiliare; Torre degli Alberi è un piccolo borgo raccolto intormo a una torre trecentesca, da sempre proprietà dei Dal Verme. Originari di Verona, dove si distinsero come condottieri, i Dal Verme si trasferirono nella seconda metà del Trecento in Lombardia al servizio dei Visconti, che premiarono la loro fedeltà con il feudo dell’Oltrepò Pavese, un tempo esteso tra Voghera, Bobbio e la val Tidone. Torre degli Alberi, dapprima presidio di avvistamento del castello di Zavattarello, è diventata dall’Ottocento dimora di famiglia.

Le terre sono state condotte a mezzadria con la coltivazione di cereali, foraggi e vite, finchè Luchino, dopo la guerra che lo ha visto impegnato anche nella Resistenza partigiana, ha integrato la produzione agricola con l’attività zootecnica, che da subito si è distinta per le tecniche d’avanguardia nell’allevamento avicolo e poi bovino. Ora la conduzione dell’azienda è passata al figlio Camillo e al nipote Filippo, che l’hanno sviluppata con nuove attività, tra cui la coltivazione della vite.

Costo degustazione 15 euro

Info Ariana Mali 392/5887378

Giacinta dal Verme 347/1653329

Dito DiVino – Milano ha un animo italiano, l’idea nasce dal concetto di socializzazione attorno a un grande tavolo di legno, quando ci si attardava e si versava un “Dito DiVino” agli ospiti, assaggiando la cucina di casa. Come nella mente del musicista le note vibrano prima di esser scritte o suonate, così al Dito DiVino i profumi dei Vini Nobili Italiani ed i Sapori della tavola sono presentiprima di accendere i fornelli e offrire il Vino. Questi sapori e questi profumi Milanesi e Italianici accompagnano da tutta la vita e tengono viva la nostra memoria. Accogliente ed intimo, infatti, il Dito DiVino, nato dall’idea di Ariana Mali (nella foto con Giacinta dal Verme), albanese di nascita, ma Italiana di adozione, è un punto di incontro, per le signore della Milano Bene, è il luogo ideale per il Thè esclusivo, con squisiti dolci fatti in casa, per il dopo shopping tra le vetrine del centro, ma anche per giovani professionisti ed intenditori e per personaggi del mondo dell’editoria e del giornalismo, attenti e sensibili a prodotti di qualità, abituati a viaggiare e sperimentare.

Dito DiVino è il nuovo salotto e accoglie eventi degustazione, presentazioni di libri, shooting fotografici, sfilate, in collaborazione con la vicina galleria e il dehor esterno, riscaldato d’inverno, serate a base di sigari e cioccolato. I protagonisti sono sempre i profumi dei migliori vini ed i sapori di una volta in una location dal design italiano con una grande attenzione alla componente estetica e all’utilizzo delle tecnologie.

Un luogo unico nel cuore di Milano, a pochi passi da Piazza Affari, per sostare allegramente in compagnia o concedersi un momento di relax sfogliando uno dei nostri libri.

Aperto dalla prima colazione all’aperitivo serale, con piattino servito al tavolo, taglieri, finger food, in una vera e propria “bomboniera del gusto”.

Dito DiVino

Via Gaetano Negri 8

tel: 02 8909 6532

www.ditodivino.com

 

 

 

 

 

Movida tag: , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger. E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. www.francescalovatelli.com Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, Il Giornale.it, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *