Milano Food Week 2019!

Milano Food Week 2019 conquisterà, anche quest’anno, la città con eventi esclusivi di ogni tipo e sapore. La settimana più gustosa che ci sia, il cosiddetto Fuori Salone del Food & Wine torna con la sua decima edizione nella Capitale del food contemporaneo e Just Cavalli, il locale più elegante della città, all’ombra della Torre Branca, in viale Camoens, nello splendido giardino estivo, propone una settimana dedicata alle eccellenze.

All’ora dell’aperitivo i brand del food & wine daranno appuntamento a tutti gli appassionati per sette imperdibili appuntamenti in un vero e proprio percorso enogastronomico tra le regioni italiane, con le loro eccellenze e specialità, come è nello stile di Just Cavalli che, nel suo ristorante esclusivo, propone piatti simbolo del Made in Italy con tocchi internazionali.

Il calendario prevede, come protagonista, il 5 Maggio e il 6 Maggio, Emilia Romagna con protagonisti alcuni brand dell’eccellenza della Regione, come Polenghi, con i suoi prodotti a base di limone, Illica Vini, F&P Wine Group, Il Poggiarello, con le sue etichette, Società Agricola Graffignana, con le caciotte e le marmellate alle cipolle. Il 5 Maggio sarà presente anche Salsanatura, laboratorio artigiano piacentino sbarcato anche in USA, una salsa che aggiunge fantasia alle vostre creazioni in cucina. Il laboratorio artigiano piacentino “Salsa Natura” sbarca in America. I giovani titolari, nel giro di pochi anni, sono riusciti a conquistare la fiducia dei clienti, grazie soprattutto alla massima attenzione sulla qualità delle materie prime nella produzione delle salse: maionese, salsa ai funghi, boscaiola piccante, rucola e grana, salsa rosa con gamberi, salsa al radicchio, salsa tonnata. Non a caso sono stati scelti da Eataly Piacenza e collocati tra migliaia di prodotti di eccellenza della gastronomia italiana. Da qui alle sedi Eataly di tutta Italia, a Monaco e dal 2019 a Parigi. Un laboratorio dove si lavora con costanza, umiltà e serietà e che ora arriva negli States grazie anche ai contatti tramite la Camera di Commercio di Houston il cui presidente è il piacentino Brando Ballerini che da tanti anni vive nella città americana.Il 6, poi, TOMITALY, 100% Italian quality, olio e aceto balsamico. il 7 Maggio la serata sarà dedicata al Piemonte, con Pastificio Bolognese, di Alda e Giuseppe Muzzarelli, che hanno portato a Torino la pasta fresca emiliana nell’immediato dopoguerra. Achille, a quel tempo, era un bambino, ma, affiancando i suoi genitori, ha trasformato quel laboratorio in un punto di riferimento per chef e gourmet, all’interno del quale Cristina e Laura continuano la tradizione di famiglia.

Durante la serata non mancherà lo showcooking di Andrea Larossa, 1 Stella Michelin, 2 Forchette sulla guida del Gambero Rosso, 1 Cappello sulla guida l’Espresso e 1 “Faccino Radioso” su Il Golosario. Tradizione, innovazione tecnica, accostamenti sperimentali e presentazioni fantasiose sono le sue caratteristiche, che condivide con la compagna Patrizia, esperta sommellier e responsabile di sala instancabile e attenta. L’8 Maggio in occasione della serata dedicata al Triveneto, Enrico Cecotto, giovane artista del Veneto Orientale, sua terra natia, sarà lieto di stuzzicarvi con un’esposizione delle sue opere, omaggiando il pubblico realizzando un’opera dal vivo dove verrà sollecitato il palato con il “POP RELAZIONALE”, una tecnica all’avanguardia che prevede un utilizzo innovativo e fuori dagli schemi di materiali e strumenti. Energica e d’impatto, l’arte multisensoriale di Cecotto vi accompagnerà durante l’aperitivo con colori freschi e frizzanti che ottimamente si abbineranno al vostro drink preferito.

Il 9 protagonista sarà la Lombardia, con i prosciutti firmati da Marco Colombo, del Salumificio Colombo di Crosio della Valle (Varese), che proporrà i suoi salumi e altri prodotti tipici nostrani. “Ho gusti semplicissimi, mi accontento solo del meglio”, è la filosofia di questa azienda, fondata nel 1922 da Salvo Colombo. Da un secolo produce salumi di qualità che hanno portato l’azienda ad essere un punto di riferimento, mantenendo un solido carattere familiare e un forte legame con le tradizioni lombarde della lavorazione delle carni. La collaborazione con noti produttori dei territori locali li ha portati a creare diversi prodotti innovativi come il salame alla birra, la coppa con la birra, il salame con Gorgonzola e la Mortadella di fegato con Grappa d’Angera. Dalle idee innovative è nata anche una nuova linea di prodotti denominati Rustici di Nonno Salvo, salami aromatizzati in 15 gusti diversi, che coniugano innovazione e tradizione. Marco Colombo è Presidente agroalimentare di Aime (Associazione Imprenditori Europei) e grande imprenditore, con un’azienda storica, che produce salumi sin dal 1922.

Oltre ai salumi saranno presenti grissini Valbuzzi, nella linea de i Rustici ai cereali, ma anche al Grano Saraceno e Farro e alla Segale e Carbone e il gelato creato appositamente per Just Cavalli da Olivia Gelato, che porterà un carretto gelati con tendalino contenente 5 carapine e farà coppette gelato al momento da offrire ai clienti.

Nicoletta e Davide hanno mantenuto negli ultimi 10 anni come unica filosofia quella di offrire ai propri clienti prodotti genuini e naturali, accuratamente selezionati. Nessun utilizzo di conservanti, aromi artificiali, additivi chimici ed olio di palma! Solo ingredienti naturali, latte fresco di alta qualità e materie prime nel rispetto della salute dell’uomo e del pianeta, per offrire i sapori di una volta… quelli veri. Il risultato è un gelato sano e naturale che possa far riscoprire la naturalezza di un colore, il piacere di un profumo, di consistenze e gusti che pensavamo di aver dimenticato.

Valtrebbia, poi, proporrà i suoi meravigliosi asparagi che saranno i protagonisti di un risotto preparato al momento durante lo show cooking.

Il 10 Maggio serata dedicata alla Toscana, con i vini Tenuta degli Dei, di Roberto e Tommaso Cavalli, con le etichette “Le Redini”.

Tenuta Degli Dei è, in un unico nome, il segno dell’eccellenza: la famiglia Cavalli interpreta l’amore per la propria terrain un progetto che celebra una grande passione. Il legame che unisce Tommaso Cavalli alla sua terra, affonda le radici in una passione autentica, consolidata da più di trent’anni di lavoro dedicati, insieme al padre Roberto, a un progetto che si chiama Tenuta degli Dei, proprietà di famiglia fin dai primi anni Settanta.

Una realtà che trova precise coordinate geografiche a San Leolino presso Panzano in Chianti. La natura del territorio fa sì che l’allevamento dei cavalli da trotto trovi qui il contesto ideale per la crescita armoniosa dei puledri. Qui sono impiantate anche le vigne, nella valle della Conca d’Oro, zona ad alta vocazione vinicola grazie all’ottima esposizione solare e alla composizione del suolo. L’Azienda rappresenta ciò che da sempre spinge la famiglia toscana a dedicarsi alla terra, al vino e ai cavalli, simboli universali della tipicità toscana.

Tommaso Cavalli ha da sempre come primo obiettivo la coltivazione di qualità, l’unica strada che porta alla produzione di eccellenza. Da molti anni, porta avanti insieme al padre Roberto il progetto Società Agricola degli Dei, lavorando ogni giorno con lo spirito di chi sa osare. Idee innovative e metodi sostenibili, condotti con passione e impegno continuo: così Cavalli produce il suo vino, che raccoglie aromi e fragranze del suo territorio, la sua luce, il suo umore. Lo stesso impegno che dedica all’allevamento dei cavalli, attività originaria dell’Azienda.Tommaso Cavalli è mosso da uno spirito moderno nel pieno rispetto dei valori della tradizione toscana e della loro essenza più autentica.La spiccata sensibilità per tutto ciò che è buono e genuino, unito a una costante ricerca del bello ereditata anche dal padre Roberto, lo portano a seguire le proprie passioni per progettare e condurre numerosi progetti nel campo del food & beverage. La Tenuta degli Dei è vicina alla antica Pieve di San Leolino presso Panzano in Chianti, uno dei borghi più belli della campagna toscana, facilmente raggiungibile sia da Firenze che da Sien

 

Non mancheranno il Gelato Geloso al gusto di cantucci Mattei e Vin Santo Marchese Antinori, tre eccellenze del territorio italiano, Gelato Geloso, gelato su stecco di qualità superiore, ricco, cremoso, diverso da qualsiasi altro, 15 gusti diversi tra creme e frutti. Gelato Geloso ha conquistato il mercato italiano e presenterà, in occasione della Food Week al Just Cavalli, una sua creazione al gusto di Cantucci Mattei, una tradizione del “biscotto tradizionale di Prato” iniziata nel 1858, quando Antonio Mattei aprì il suo Biscottificio con rivendita e inizio’ a sfornare un biscotto secco alle mandorle. Da più di un secolo e mezzo non è domenica davvero nelle case di Prato senza i cantucci nel Sacchetto Blu e tutti i prodotti sono inseriti profondamente nella tradizione gastronomica italiana, perché la fama dei prodotti Mattei è diffusa anche oltre i confini cittadini e regionali. Tra i fan i Presidenti Carlo Azeglio Ciampi e Bill Clinton.

Vin Santo Marchese Antinori è pieno, mieloso e ben sostenuto da una gradevole acidità. Le uve, provenienti esclusivamente dai vigneti delle tenute Antinori situate nel Chianti Classico, sono state attentamente selezionate e raccolte in cassette, poi disposte manualmente su apposite stuoie dell’appassitoio di Tenuta Tignanello e qui lasciate ad appassire fino alla fine del mese di dicembre; al termine del processo di disidratazione naturale, i grappoli sono sofficemente pressati per mantenere inalterate tutte le proprietà organolettiche e aromatiche. Il mosto ottenuto viene introdotto nei tipici caratelli, prodotti con diverse essenze di legno e con una capacità variabile fra i 50 ed i 200 litri, dove ha avuto luogo la fermentazione alcolica lunga e lenta, poi interrotta. Il vino resta nei caratelli per circa 3 anni e poi viene assemblato per essere infine imbottigliato.

11 Maggio

101 notte, all’insegna del food libanese

In occasione della Food Week al Just Cavalli verranno proposti prodotti tipici, grazie alla collaborazione di un famoso chef Libanese, tra cocktail a base di succo di datteri e altre specialità del ‘Paese dei cedri’, ma non mancherà la danza del ventre e allestimento a tema e una speciale sorpresa per il pubblico presente, al quale verrà presentata una degustazione di Hookah Shisa con vari aromi del deserto, in una atmosfera da 1000 e una notte indimenticabile e tutta da vivere nel locale più elegante di Milano.Tra le prelibatezze, TABBOULE, insalata con prezzemolo e pomodori, menta e lime, HUMMUS, KEBEH, polpette fritte di carne con spezie, carni HALAL alla griglia, MTABBAL, crema di melanzane con salsa di sesamo, yogurt e lime, tutte da autentiche ricette libanesi, con piatti della tradizione che rispettano le ricette originali.

12 Maggio, poi, la protagonista della serata sarà la regione Sicilia, con lo chef Berengario Stagno D’Alcontres, “Un Principe in Cucina”, con il suo libro “Appunti di un aristocratico cuciniere siciliano del XX secolo” e con i prodotti della sua terra, che proporrà una rivisitazione di alcune antiche ricette della sua famiglia. Non mancherà il Vino dei Principi di Spadafora, Azienda vitivinicola siciliana. Vino dei Principi di Spadafora. Vini bianchi e rossi: i vitigni da cui si producono i vini di ottima qualità sono; Grillo, Chardonnay, Catarratto, Inzolia, Nero d’Avola, Syrah, Cabernet Sauvignon, Merlot. I vitigni di questa Azienda producono uve di eccellenza siciliana le quali vengono raccolte a mano; arrivano in cantina in piccoli carrelli e vengono poi; utilizzate per la produzione di vini di ottima qualità che al palato danno un’esplosione di aromi e gusti che; richiamano la Sicilia.

Vino dei Principi di Spadafora. Vini bianchi e rossi: i vitigni da cui si producono i vini di ottima qualità sono; Grillo, Chardonnay, Catarratto, Inzolia, Nero d’Avola, Syrah, Cabernet Sauvignon, Merlot. I vitigni di questa Azienda producono uve di eccellenza siciliana le quali vengono raccolte a mano; arrivano in cantina in piccoli carrelli e vengono poi; utilizzate per la produzione di vini di ottima qualità che al palato danno un’esplosione di aromi e gusti che; richiamano la Sicilia.

FAMIGLIA

Spadafora è una nobile famiglia siciliana di cui le prime tracce certificate risalgono al 1230. Nei secoli il Casato ha avuto il predominio su cinque principati, un ducato, due marchesati, una contea e venticinque baronie. Alcuni dei componenti della famiglia hanno occupato cariche di primo piano nel Regno di Sicilia e in alcuni Stati Europei. Il fondatore dell’Azienda Agricola è don Pietro dei Principi di Spadafora; che riceve in eredità la tenuta dallo zio Michele De Stefani, valente agricoltore ed allevatore di cavalli da corsa. La tenuta subisce parecchi danni durante il terremoto del 1968; ma don Pietro si impegna sia nella ricostruzione che nella riqualificazione dell’azienda; rivalutando i vigneti autoctoni e portando in Sicilia vigneti alloctoni destinati alla nascita di vini di qualità. L’attuale proprietario è Francesco Spadafora, figlio di don Pietro, e domani Enrica Spadafora, sua figlia.

AZIENDA

E’ dal 1988 che Francesco Spadafora è alla guida dell’Azienda; sviluppando quel discorso sulla qualità iniziato da Don Pietro ed introducendo; moderni criteri di coltivazione delle uve e di vinificazione in cantina. Nasce così, nel 1993, la “prima” bottiglia di “Don Pietro” rosso; dedicata al padre: è l’inizio di un’avventura fatta di entusiasmo e tenacia; ancora tutta da vivere con la fiducia di crescere ogni giorno di più.

 

Movida tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger. E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. www.francescalovatelli.com Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, Il Giornale.it, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *