Il sogno di un uomo ridicolo

 

Sino al 2 giugno, al Teatro Out Off, potrete assistere allo spettacolo “Il Sogno di un uomo ridicolo”, di Fodor Dostoevskij, Traduzione e drammaturgia di Fausto Malcovati e Mario Sala, con la regia di Lorenzo Loris, con Mario Sala. 

Nel suo percorso di questi ultimi anni, tutto incentrato sui rapporti fra letteratura e teatro, fra parola scritta per essere letta e parola scritta per essere detta, Lorenzo Loris si era già imbattuto in Dostoevskij nel 2015 con il suo lucido e sognante allestimento de Le notti bianche. Dai soprassalti emotivi dei due protagonisti di allora, da quell’intero attimo di beatitudine concesso dalla bella Nasten’ka al suo impossibile amante, ci si porta ora con questo Sogno di un uomo ridicolo a un racconto per una voce sola, in cui quell’attimo si dilata fino a raggiungere dimensioni cosmiche, e quella beatitudine si fa redenzione. Continua a leggere