Tra Roma e Milano, eventi esclusivi e feste solidali

Roma riserva sempre belle sorprese, come il compleanno dell’Avvocato Michele Conte, Presidente del Museo delle Civiltà Preclassiche di Ostuni e noto legale pugliese con studi nella capitale, ma anche a Milano, Buenos Aires, Dubai e Istanbul.

L’evento è stato organizzato dalla bravissima giornalista e conduttrice Monica Setta, che, sempre elegante e radiosa, ha brindato con il general manager dell’hotel a 5 stelle Daniele Saladini, il fratello di Michele, l’Ingegnere Antonio Conte  e la moglie Kristin.

Lo chef Max Blasone, ora passato al Parco dei Principi Grand Hotel e SPA-ex chef di ZUMA-ha preparato un menu a base di pesce e tartufo e Dom Perignon Plenitude 1988, una delle perle della serata, iniziata con aperitivo curato nei minimi particolari dal barman Domenico Maura e servito sui divani damascati dell’elegante location.

La torta era a base di panna, fragole, cioccolata, zenzero, maracuja, carambola e frutto del drago e la candeggina è stata spenta tra le note di famosi brani anni ’80, dopo aver espresso, ovviamente, un desiderio, rimasto segreto!

A Milano, invece, Raffaello Tonon è stato nominato mister  San Valentino 2020, alla serata benefica  organizzata dall’Associazione Amici della Lirica presieduta da Daniela Javarone (nella foto con Tonon)  in favore dei City Angels. Tanti cuoricini  erano sparsi sui tavoli al ristorante da Giuliano, che come tradizione, ha offerto la cena,  per festeggiare  il giorno degli innamorati. Tra i presenti Raffaele Tonon, gli stilisti Angela Formaggia, Massimo Crivelli e Daniela De Souza, la nutrizionista Evelina Flachi, il dj Luciano Barletta che ha collaborato con Bob Sinclar.   La grafologa Candida Livatino ha presentato il suo libro, dal titolo  “Scrivere con il Cuore”, per verificare la compatibilità di coppia attraverso la grafia.  

La Livatino  ha spiegato che, attraverso alcune lettere, è possibile anche capire se un uomo è fedele o fedrigafo. All’asta un cellulare acquistato grazie alla generosità di Antonio  Gavazzeni,  nipote del noto direttore d’orchestra e titolare del brand Bagutta.  Balli con la  musica dal vivo  con la voce di Emanuele Esposti che è esibito a titolo gratuito. Alessio Sassi, di Cesenatico,  imprenditore della ristorazione e titolare del locale di piazza Velasca  con i genitori  Liliana e Gabriele,  premiato dal Premio Campione, sostiene  diverse associazioni filantropiche, in particolare i City Angels,  offrendo la cena benefica di San Valentino  e distribuendo ogni settimana cibo preparato nei suoi ristoranti a circa 40 persone del territorio.Il ricavato della serata è stato devoluto ai City Angels milanesi, di cui Daniela Javarone è madrina,  per sistemare i bagni di Casa Silvana, il dormitorio dei senza tetto.

Per San Valentino, sempre a Milano, De Wan, invece, ha proposto “I bijoux dell’Amore” in argento, perle e pietre naturali. Da 15 a 175 europresso il punto vendita De Wan di via Manzoni 44 a Milano dove, durante la festa degli innamorati il 10% del ricavato è stato devoluto all’Associazione “Mai più solo” impegnata nella lotta al bullismo, cyberbullismo e alla dipendenza giovanile da Internet e presieduta da Vincenzo De Feo, Ingegnere Informatico e da anni impegnato su queste tematiche anche a livello istituzionale (nella foto con Roberto De Wan).

“Ho aderito personalmente e aziendalmente alla campagna di sensibilizzazione contro ogni abuso morale, contro le prevaricazioni e i soprusi oggi comunemente definiti come atti di bullismo”-ha detto Roberto De Wan, nella foto con la vostra Francesca Lovatelli Caetani, che indossa occhiali e collana ispirati a San Valentino  all’amore e firmati De Wan-“unitamente al classismo e al razzismo, si tratta di quei fiori del male che crescono tutti sul medesimo stelo, ovvero l’atteggiamento discriminatorio verso l’altro da se’. Non ne sono immuni neppure alcuni esponenti di quelle correnti di pensiero che predicano pace e tolleranza, perché prima che agli adolescenti questi concetti andrebbero meglio focalizzati da chi dovrebbe educarli. Già anni fa io spiegai a mio figlio Leonardo che le razze non esistono, perché sono soltanto una catalogazione ottocentesca degli esseri umani. Le diversità fra le persone spiegano per lo più la storia degli ambienti, ma non quella dei popoli.

Gli atteggiamenti discriminatori si rinnovano oggi più che mai nei riguardi di quei nostri connazionali originari della Cina e degli ospiti della Fashion Week da lì provenienti, che si vedono bloccare il loro volo per Milano. A parte il fatto che, pur con difficoltà, al Milano Moda Donna parteciperanno egualmente, facendo scalo a Parigi e Londra, oppure tramite la nuova App ELIO della quale anche la De Wan in via Manzoni 44 a Milano è provvista e che consente di effettuare gli ordini a distanza vedendo e interloquendo direttamente con i venditori ma poi…tutti gli stranieri che arrivano qui di nascosto, non rappresentano un pericolo almeno altrettanto grave?”.

 

www.maipiusolo.com

Info@dewanmilano.it

 

 

Movida tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it. E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *