Nessuno tocchi il Made in Italy!

Oggi, a Roma, da Gino Sorbillo Lievito Madre in Piazza Augusto Imperatore, altra eccellenza che il mondo ci invidia, si sono incontrati e stretti la mano il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio e l’Ambasciatore Francese in Italia Christian Masset. “È la pizza dell’amicizia e ringrazio il ministro per avermi invitato a mangiare una delle pizze migliori che ci siano”, ha detto Masset. In pizzeria i due hanno mangiato un assaggio di pizza ‘a portafoglio’ prima di sedersi al tavolo.

Di Maio ha scelto la Margherita Gialla con i pomodorini gialli del Vesuvio con il Cacioricotta di Corbella (Cilento) mentre l’Ambasciatore ha optato per la Pizza con il Fiordilatte di Napoli, Bufala Dop, Parmigiano Reggiano e Olio evo biologico.

“La pizza e le eccellenze del nostro Made in Italy non si toccano”-sottolinea Gino Sorbillo-“e io ne sono orgoglioso. E poi non si scherza con il cibo. La pizza mette d’accordo tutti e noi italiani abbiamo avuto anche il riconoscimento Unesco come Patrimonio Immateriale dell’Umanita’ è ciò la dice lunga su come quest’antica specialita’ italiana (che ha conquistato anche il mondo intero) abbia oramai un’importanza ed una responsabilità planetaria riuscendo ad essere veicolo di tradizioni antiche per quanto concerne tutte le eccellenze territoriali italiane ma anche del mondo intero.

Noi da sempre siamo stati sempre generosi poiché siamo stati sempre pronti ad insegnare a tanti popoli l’arte della pizza, compresi ai francesi, non è giusto avere quindi tutta questo “offensivo attacco gastronomico” in cambio”.

Definire disgustoso il video diffuso –e poi rimosso- dalla tv francese Canal + è poco. Un pizzaiolo italiano che dopo aver tossito sputa sulla pizza al corona virus…..conosco abbastanza bene i francesi e soprattutto i parigini, avendo vissuto nella Ville Lumiere per tre anni, ma hanno superato proprio il limite di ogni decoro.

Le scuse, a mio avviso, non bastano.

In ogni caso, la clip ha scatenato polemiche da ogni lato, perché-e siamo tutti d’accordo-il made in Italy, che nessuno mai riuscirà a copiarci o a rubarci, è intoccabile.

Anche la Coldirettiparla di “una pugnalata alle spalle per colpire il made in Italy agroalimentare che ha raggiunto il valore record delle esportazioni di 5 miliardi in Francia, che è il secondo mercato di sbocco dopo la Germania.

E’ necessario il rispetto per eccellenze che non esistono in nessuna altra parte del mondo, soprattutto in un momento di crisi a tutti i Paesi Europei stanno affrontando.

Come giornalista mi sento ulteriormente offesa, perché i media dovrebbero informare, non denigrare e in questo caso un intero Paese, che non riusciranno mai ad eguagliare a livello di eccellenze del food e che hanno deciso di offendere in un momento di difficoltà, atteggiamento tipico dei deboli.

“Canal+ si scusa con i nostri amici italiani per la trasmissione di una breve sequenza di pessimo gusto, soprattutto nel contesto attuale, facendo un riferimento caricaturale all’Italia in un programma satirico”, ha affermato un portavoce del gruppo televisivo francese, specificando che “questa sequenza è già stata rimossa da tutte le repliche e riproduzioni del canale”. Sul video della ‘pizza corona’ “Canal+ ha inviato oggi pomeriggio una lettera di scuse all’Ambasciatore italiano a Parigi”, ha aggiunto il portavoce.

A Mio avviso serve a poco, la brutta figura è fatta- e ancor più da parte di un popolo che parla la lingua ufficiale e di lavoro delle Organizzazioni Internazionali e fino al 1919 lingua diplomatica universale-al quale servirebbe un buon corso di etichetta ed educazione civica a livello internazionale.

 

Continuiamo a difendere il nostro Made in Italy e le nostre eccellenze!

#nessunotocchiilmadeinitaly

Movida tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it. E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *