Uniti si fanno grandi cose; diamo voce ai medici e al personale sanitario!

Non vi sembri strano che un blog come il mio possa parlare delle problematiche del momento; tutti siamo in prima linea, oggi, la nostra vita è cambiata in pochissime settimane e tutti dobbiamo fare squadra, facendo corretta informazione e prevenzione, per il bene di tutti, nessuno escluso.

Il mio grazie va ai medici e al personale sanitario, i nostri veri influencer, che lottano ogni minuto, per sconfiggere il virus. E ai miei colleghi, quelli che fanno una corretta informazione. Siamo tutti sul campo, redattori, collaboratori, siamo tutti Milano, tutti la Lombardia e tutti l’Italia. Per questo motivo, dobbiamo attenerci alle regole. Grazie all’illustre collega del TG1 Francesco Giorgino, ho conosciuto la dottoressa Francesca Mangiatordi dell’Ospedale di Cremona, autrice di uno scatto fotografico diventato, da giorni, simbolo della lotta al coronavirus. Francesca Mangiatordi ha scattato la foto a una sua collega, Elena Pagliarini, che si era addormentata alla fine di un turno estenuante e l’immagine è stata diffusa ovunque, commuovendo tutti, nessuno escluso. Ore inarrestabili e continue di lavoro, assistenza a pazienti di tutte le età, giovanissimi intubati, le dottoresse hanno chiesto agli italiani un aiuto, essendo allo stremo delle forze fisiche e mentali, tra ospedali saturi e gente che non riesce ancora a capire che deve stare a casa, perché gli ospedali sono colmi. Stiamo, quindi, a casa, eccetto per le prime necessità, per evitare che il virus si diffonda ed educhiamo anche gli altri a farlo, soprattutto gli anziani che vedo personalmente senza protezione quando esco giusto per fare la spesa e portare fuori il mio cane!

Come è nata questa foto che ha fatto il giro del web, come simbolo della necessità dello spirito di squadra, della riscoperta di valori che spesso la nostra società dimentica?

“La foto è stata scattata in un momento di tregua ed era un modo per ringraziare gli infermieri per il loro lavoro”-dice Francesca Mangiatordi, che mi ha onorato di uno spazio in una sua pausa dal turno.

 

Qual è la situazione allo stato attuale?

“Siamo in piena emergenza, tanti sono pazienti che arrivano e hanno bisogno di aiuto, ma soprattutto devono essere ricoverati perché questa malattia richiede tempo per risolversi, quando ci si riesce”

Quali sono le Vostre difficoltà?

“Alcuni medici e infermieri hanno subito gli effetti dell’infezione e sono ricoverati anche loro, quindi cerchiamo di coprire più turni possibili per assicurare sempre personale adeguato ad ogni turno riposandoci giusto il tempo necessario per riprendere le forze”.

Solo chi ha vissuto in prima persona la sala rianimazione, può capire cosa si provi a guardare quegli occhi che ti chiedono aiuto; cosa provate come donne e come professioniste del settore?

“Proviamo tanta rabbia e paura, vogliamo aiutare tutti e risolvere tutte le problematiche, quello che mi colpisce ogni volta che sono in ospedale è la grande forza e abnegazione di tutti gli operatori sanitari”.

L’illustre colega del tg1 Francesco Giorgino mi ha fatto conoscere la Vostra realtà; quale è il vostro rapporto con i media oggi?

“Siete la nostra voce, state dando voce a tutti gli operatori per far capire quanto lavoro ci sia in questo momento in ospedale. Grazie anche ai media la gente sta cercando di seguire le restrizioni aiutandoci indirettamente nel nostro lavoro”.

Dove trovate tutta questa forza?

“La forza nasce proprio nel vedere tutte quelle persone stare male. I nostri pazienti potrebbero essere nostri parenti e amici e questo ci dà tanta forza, da un punto di vista umano questa situazione ci sta straziando”.

Quali consigli volete che vengano trasmessi?

“Restate a casa, non sottovalutate questa infezione, ne stiamo vedendo da vicino gli effetti”.

E’ di oggi la notizia di un farmaco usato per l’artrite reumatoide che potrebbe far migliorare i pazienti intubati, avete notizie a riguardo?

“Credo che verrà utilizzato anche da noi, ma di questo sono più esperti i miei colleghi nei reparti”

 

 

 

Movida tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger. E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. www.francescalovatelli.com Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, Il Giornale.it, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *