L’eleganza parte dall’anima; intervista a Marianna Bonavolontà

Il mio primo incontro con Marianna Bonavolontà è stato a Capodanno; nessuna di noi si sarebbe aspettata un inizio 2020 così, ma noi siamo resilienti! La simpatia è stata a prima vista perché Marianna è veramente irresistibile con il suo sorriso e la sua creatività dalle mille sfaccettature. Per lei l’eleganza, da sempre, parte dall’anima.

La caratteristica che maggiormente mi accomuna a Marianna è la continua ricerca di identità, attraverso i viaggi che faceva da bambina; anche lei si perdeva sempre nel maldestro tentativo di uniformarsi a una società che non l’ha mai rispecchiata, non capendo, all’epoca, come me, che il suo posto era il mondo intero e la creatività, la fisicità e la sensibilità erano valori aggiunti e non dovevano farla sentire fuori luogo. “Sono una creativa, imprenditrice, avventuriera e  globe-trotter  da quando, in fasce, venivo portata in giro per il mondo dai miei genitori e proprio mio padre, pilota di caccia, in arte Goodwill, considerato il top Gun italiano degli anni ’60-’70, mi ha trasmesso lo spirito wanderlust e la passione per i viaggi, contagiandomi con la sua curiosità alla ricerca dello spirito del luogo e dei prodotti artigianali tipici”-dice Marianna.

“Già a 18 anni avevo visitato più di 30 Paesi. È così che ho sviluppato la creatività e l’amore per la moda dei luoghi, per la scrittura e per le avventure selvagge. Come tutti i creativi che si rispettino, ho cambiato diverse strade, ho lasciato la facoltà di psicologia al quinto anno, a un passo dalla laurea, per partecipare ai mondiali di kung fu, classificandomi seconda. Di quell’esperienza ho portato a casa non solo una medaglia d’argento ma le divise della nazionale che avevo ritoccato per l’occasione, nel tentativo di renderle fashion. Da sempre appassionata di moda, ho seguito il mio cuore entrando nell’Academy di Carla Gozzi, la style coach più famosa d’Italia, formandomi come consulente d’immagine, fashion stylist e style coach. Ho cominciato a scrivere di moda per diverse restate quali Live in Style, il bimestrale italoamericano, il supplemento de Le Cronache nazionali e intervisto vip per il Settimanale Ora.La mia esperienza nei viaggi e nella ricerca delle eccellenze della moda, è sfociata in un progetto unico a cui ho dato il nome di Chic Advisor, start up tecnologica innovativa nata ufficialmente nel 2017 anche se il sito è online da poco più di un anno e che oggi è la guida all’artigianato di lusso e ai negozi più esclusivi”.

In questi anni hai sviluppato molto il tuo lato intimistico e spirituale, da cosa nasce questa esigenza?

“È una predisposizione che ho avuto sin dalla nascita, ereditata probabilmente dalla mia bisnonna sciamana nativa di Buffalo e mia nonna paterna che tutti consideravano una ‘’visionaria’’.  Da piccola avevo una grande empatia con gli animali e la natura in genere e, tra un salvataggio e l’altro di qualche animale, ho cominciato a studiare simboli, antiche culture e religioni. Sono sempre stata un po’ fuori dal comune e troppe volte ho cercato di omologarmi alla massa perdendo la mia strada finché non mi sono ammalata di una malattia autoimmune cronico degenerativa: la sclerosi sistemica. Quando sembrava che il mio mondo fosse finito, in realtà era solo un grandissimo Maestro che bussava alla mia porta e non so come ma sono finita in alcuni gruppi iniziatici, ho iniziato a fare meditazione e studiare notte e giorno rituali e tecniche varie. Da lì il mio mondo è cambiato, lamalattia ha subito una battuta d’arresto e anche la mia percezione della vita ha assunto nuovi colori, non smetterò mai di ringraziare questa grande opportunità che mi è stata data”.

Come sono nate le tue passioni?

“Credo che le passioni di ognuno di noi siano innate, impresse nel dna e crescendo vadano solo riscoperte. L’amore per gli animali, il pianoforte che suono dall’età di 5 anni, scrivere e dipingere, sono tutte cose che faccio sin da bambina, le ho sempre avute dentro e sono cresciute con me. Poi viaggiare tanto e ascoltare favole, sicuramente apre la mente alla fantasia”.

 

Consulente di immagine, fashion stylist, imprenditrice, quale è l’attività che ti piace di più e perché?

“Un tempo avrei definito ogni attività un mondo a sé, oggi ho la consapevolezza che tutte queste attività sono connesse da un unico filo conduttore che è quello della fantasia e della creatività. Sono tutte attività che porto avanti con gioia ed entusiasmo perché mi permettono di esprimere il mio lato creativo e dunque non ne ho una preferita, sono tutte sullo stesso piano”.

E il tuo blog?

“Da poco ho aperto il mio blog e anche il canale youtube, proprio per dar sfogo a tutti questi mondi che mi appartengono e raccontare in qualche modo la mia storia. La missione di tutti noi dovrebbe essere quella di aprirsi al mondo senza paura e portare il proprio contributo”

Non posso non farti una domanda sul 2020 e su questo momento problematico; quali simboli nasconde il 2020 e quale energia avrà questo anno iniziato con la pandemia?

Il 2020 è un anno di grande cambiamento e presa di coscienza. La natura ci sta ricordando che siamo suoi ospiti e dopo le tragedie del 2019, sta provando a ristabilire una sorta di equilibrio e purtroppo lo fa a modo suo. Tutti i più grandi cambiamenti cominciano con una crisi e senza putrefactio, come dicono gli alchimisti, non può esserci rinascita ed evoluzione. L’unica energia che mi auguro di vedere è quella dell’amore, di persone unite al di là delle religioni e il colore politico”.

Abbiamo trascorso insieme a tanti amici l’ultima notte del 2019 e nessuno si aspettava una cosa del genere, tu sì?

“Assolutamente no! Mi aspettavo un grande anno, pieno di opportunità lavorative e all’insegna dell’amicizia. A pensarci bene però, non ho avuto tutti i torti”.

 
 
Fb Marianna Bonavolontà 
 
Instagram la_chic_bohemian
 
Youtube Marianna Bonavolontà
Movida tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it. E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *