Senza confini e senza voli, la piattaforma Exportlounge. Ne parliamo con il suo ideatore Massimiliano Margarone

Durante la pandemia non è stato mai fermo: gli ingegneri sono così, riflettono, meditano, organizzano, creano. E’ questo il caso dell’eclettico Massimiliano Margarone, ideatore di Exportlounge, ovvero una piattaforma per fare business Internazionale senza confini e senza voli, disponibile on line in esclusiva per le aziende italiane che desiderano fare affari all’estero e sono alla ricerca di potenziali partner esteri a cui proporre servizi e prodotti. Concepita per dare supporto alle aziende e alle Camere di Commercio Italiane all’Estero in questo difficile momento.

Come definiresti Exportlounge?

“Una risposta concreta e un’opportunità alternativa “always on” per programmare il proprio business internazionale” – dice Massimiliano Margarone – “l’esperienza digitale di Exportlounge è il più possibile vicina all’incontro B2B fisico in cui le aziende si incontrano, dialogano e concretizzano gli accordi commerciali”.

Come funziona?

“La piattaforma raggiunge il suo obiettivo, ovvero consentire alle aziende italiane di fare affari all’estero, attraverso la combinazione di tre elementi: la vetrina, i servizi B2B e gli eventi virtuali, che insieme riproducono nel modo più fedele possibile l’esperienza reale del B2B all’estero. Per ogni nazione del mondo dotata di Camera o Agenzia nostra partner, sarà dotata di una piattaforma Exportlounge dedicata.”

Come si presentano al mondo le aziende italiane quindi?

“Le aziende gestiscono in autonomia il proprio spazio vetrina in uno spazio vetrina esclusivo e protetto, dominato dalle immagini, dai video, dalle illustrazioni panoramiche, dalle live presentation, sezioni documentali.”

E’ lasciato tutto in mano alla tecnologia quindi? Come si “incontrano” le aziende?

“Exportlounge è la combinazione tra esperti e tecnologia. La piattaforma da la possibilità di conoscere nuovi partner internazionali o accedere agli eventi B2B, attraverso il supporto delle Camera di Commercio. Ciò è possibile richiedendo di essere messi in contatto direttamente dalla vetrina di un’azienda estera interessante. Ad ogni azienda tra l’altro viene assegnato il BMS, Business Matching Score, legato al proprio settore e attività, che consente di calcolare il grado di compatibilità e interazione tra le imprese iscritte. All’interno della piattaforma le Camere di Commercio all’Estero coordinano la ricerca di partner, fornitori e clienti nel Paese in cui operano. Gli esperti camerali all’interno della nazione prescelta selezionano e coinvolgono i potenziali buyer esteri, offrono servizi di consulenza strategica, analisi commerciale e di fattibilità, scounting e supporto linguistico, calendarizzano gli incontri virtuali e li gestiscono, attraverso una dashboard, per valutarne le perfomance.”

A questo punto le aziende si scrivono? Si chiamano con Zoom?

“Tutta l’esperienza si svolge senza lasciare la piattaforma, con un sistema di videoconferenza integrato, nel pieno rispetto della privacy e della sicurezza, su infrastruttura completamente italiana. La Camera di Commercio organizza eventi B2B in videoconferenza tra le aziende potenzialmente interessate ad entrare in contatto, con la presentazione live dei prodotti/servizi o propone un incontro in virtual room con più imprese, selezionando quelle già iscritte o invitandone nuove potenzialmente interessate. In tutti gli eventi è sempre prevista la presenza di consulenti e interpreti qualificati delle Camere”.

 Quante possibilità offre Exportlounge?

“Ogni azienda accede alla propria virtuale, un vero e proprio “stand” che prevede tre sezioni intuitive visuali: le presentazioni live, l’offerta di prodotti e servizi, il portfolio. Lo stand permette di entrare nelle singole vetrine e aggiornare agevolmente i contenuti, con documenti, video e immagini fruibili anche con strumenti evoluti come il visore AR/VR.

Gli incontri virtuali B2B sono moderati dal team di esperti delle Camere di Commercio e possono avvenire come chiamata diretta peer to peer o in virtual room con live presentation. La comunicazione avviene sia in video conferenza sia in chat. Exportlounge  è sviluppata secondo criteri di elevata sicurezza. Prevede l’accesso esclusivamente con account, la riservatezza dei dati secondo la normativa sulla privacy internazionale e la protezione da attacchi informatici”.Chi può accedere a Exportlounge?

“L’accesso è consentito solo alle aziende che rispettano i requisiti di qualità stabiliti dalla

Camera di Commercio all’estero ed è regolamentato attraverso quattro tipologie di piano che forniscono opzioni di utilizzo, servizi e condizioni differenti”.

In epoca di lockdown ed emergenze perché bisogna scegliere Exportlounge?

“Con Exportlounge viene garantita la visibilità in ogni parte del mondo della propria attività secondo criteri di esclusività e valorizzazione della propria offerta per il mondo dell’esportazione. Inoltre viene garantita la presenza virtuale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero e della loro esperienza culturale, aziendale, linguistica, nel paese di competenza. L’analisi delle interazioni permette di migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza on line. Inoltre, dettaglio molto importante soprattutto in caso di emergenze, c’è la possibilità di organizzare eventi di business matching senza presenza fisica, oggi più che mai una limitazione al business matching”.

Chi vuole maggiori informazioni a quale mail deve scrivere?

Sul sito www.exportlounge.com è possibile inserire la propria richiesta di preadesione, valida fino al 30 Settembre. Richieste di informazione e collaborazioen possono essere inviate a info@exportlounge.com.

Il progetto EXPORTLOUNGE è frutto della cooperazione strategica tra SPX Lab, azienda italiana esperta di tecnologie digitali e le Camere di Commercio all’Estero, in particolare l’ICHAM, al fine di supportare il Made in Italy e favorire l’export internazionale.

Movida tag: , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it. E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *