La forza della poesia in fondo è il racconto interiore, il potersi rispecchiare e far diventare una poesia la Tua poesia

ROBERTO BANI E IL SUO LIBRO

Così si esprime Roberto Bani, scrittore, poeta, attore, insegnante di recitazione, autore di testi teatrali e di “E tutto ci accompagna e tutto ci abbandona”, Edizioni del Delfino Moro, inno alla poesia, un’arte per l’autore necessaria, bella, misteriosa, che esiste per compiacere noi stessi, smuovere i sentimenti, aprire le porte della nostra vita più intima. La poesia per lui è mistero, nella sua nascita, nel senso delle parole, nella percezione di esse, dal punto di vista individuale, ma anche cosmico, perché la poesia divide e unisce, in modo immediato e contemporaneo. Certo, non tutti sono in grado di capire subito il senso della poesia, ma, per quanto mi riguarda, resta un seme; prima o poi quella piantina, seppur piccola, riuscirà a fiorire, facendo riconoscere sensazioni, sentimenti, gioie, dolori, esperienze sopite, o mai totalmente capite e interpretate.

Come è nata l’idea del libro?

“Sono stato spronato dal fatto che molte persone mi chiedevano ..perché  non pubblichi un libro. Ero indeciso, poi ho conosciuto Rosella Scalone e il suo progetto del chat bot #nonpossoparlare e, stimolato da questo, ho pensato di dare parte dei proventi alla sua associazione, www.savethewoman.org, che lotta contro la violenza sulle donne. Ho scoperto, poi, che Rosella è anche un’ottima fotografa e le ho chiesto di partecipare all’opera con i suoi splendidi scatti sia per la copertina, che per l’interno del mio libro.  In questo contesto di collaborazione, mi sono sentito  ispirato e coinvolto e ho pensato di scrivere una poesia dedicata a #nonpossoparlare-il titolo è proprio “Non posso parlare”-realizzata su una pagina rossa pieghevole , con fustella, asportabile, che sul retro riporta tutte le informazioni per contattare l’associazione Save The Woman”.

UNA PAGINA ROSSA A SOSTEGNO DI #NONPOSSOPARLARE

Proprio per contrastare il rischio di violenza domestica, infatti, è stata ideata l’applicazione #nonpossoparlare, progetto rivolto alle donne che desiderano ricevere informazioni e supporto dai centri antiviolenza in modo sicuro.

E’ rivolto in particolare a persone che hanno difficoltà a comunicare, costrette a rimanere a casa con i partner psicologicamente o fisicamente violenti. Il chatbot consente di rispondere efficacemente a un numero illimitato di persone contemporaneamente, fornisce agli utenti supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in maniera anonima e non lasciando traccia.

#NONPOSSOPARLARE è un’applicazione ideata da professionisti dell’innovazione e Operatori del Terzo Settore.

Quante sono le poesie?

“Circa 40, con tematiche tutte diverse ed esprimono situazioni, sentimenti, emozioni; la mia scrittura è intima e complessa e si esprime come se fossero immagini; colgo ispirazione dalle situazioni, può essere un bambino che sorride, un’esperienza personale, una storia ascoltata, un collage di frasi nelle quali ritrovarsi. La forza della poesia in fondo è il racconto interiore, il potersi rispecchiare e far diventare una poesia la Tua poesia”-dice Roberto Bani.

“Il progetto #non posso parlare ha ricevuto il sostegno del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha accettato il dono del libro e ne sono onorato”.

Il progetto ha incontrato l’apprezzamento del Capo di Stato e l’auspicio di ulteriori sviluppi e il Presidente Sergio Mattarella ha trovato degna di nota la scelta di devolvere parte del ricavato della vendita del libro a #nonpossoparlare-www.nonpossoparlare.it

Dove si puo’ acquistare il libro?

“E’ disponibile nella Libreria UBIK Savona, nella Libreria San Michele Albenga e online su Amazon e eBay .  Chi volesse personalizzare il libro con la dedica, poi, può richiederlo direttamente sul mio sito www.robertobani.com”.  Il libro ha già venduto più di 200 copie nella prima settimana; per un libro di poesie è un grande risultato!”

Quale è la poesia che ti rappresenta di più?

“Ogni poesia mi rappresenta, ma in questo libro sono molto legato alla prima, dal titolo Va Tutto Bene; esprime il nostro stato di disagio di fronte alle situazioni spiacevoli della vita e la frase di circostanza che diciamo quando qualcuno ci chiede come stiamo…rispondiamo banalmente così, va tutto bene! Ho scritto tante poesie, da quando avevo 25 anni, posso attingere a una riserva di 450 testi, una vera e propria collezione di sentimenti ed emozioni”.

Dopo questo libro hai in programma anche un romanzo?

“Oltre a voler riprendere il lavoro con il teatro, purtroppo fermo da tempo per i motivi contingenti che ben conosciamo, sto finendo un romanzo , in cantiere da molti anni; ora i presupposti per riprenderlo ci sono.

E’ una storia folle di un uomo lasciato dalla moglie –e la madre di lui festeggia il suo divorzio!-e una serie di personaggi che girano attorno a lui in una serie di giornate trascorse in un bar.

Grazie a questi incontri e a queste esperienze, il protagonista riesce a rimettere a posto i pezzi della sua vita. E’ grottesco, si ride, si piange, ma soprattutto si riflette!”

“Penso che Bani sappia che si possa comprendere la vita solo guardando indietro, recuperando l’innocenza e l’ingenuità dell’infanzia, ma penso anche che debba guardare avanti con ottimismo, perché ognuno ha il suo raggio di sole, bisogna saperlo cogliere per dare alle nuove l’entusiasmo e la gioia di vivere”-dice il Professor Gianni Ballabio-“è necessario riflettere oltre le prime impressioni per cogliere i palpiti del suo cuore che, pur essendo ferito, continua a pulsare con vigore e calore e questo non è un pregio di poco conto. Il canzoniere rivela una capacità non comune, trasformare il dolore in elegia sincera e, a tratti, commovente, spetta al lettore attento e non superficiale coglierla e farne tesoro”

 

www.nonpossoparlare.it

 

www.savethewoman.org

www.robertobani.com

www.edizionidelfinomoro.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Movida tag: , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it. E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *