Un weekend con Luca Guerrieri, Haka Project, Jaywork, Sandro Murru Kortezman

 
Che fare nel weekend, visto che l’Italia è interamente arancione e non si può rilassarsi nei locali? Ecco un po’ di idee, tutte diverse e tutte creative. Iniziamo con “Timeless”, il singolo che il dj producer toscano Luca Guerrieri pubblica il 29 gennaio 2021. Il brano, parte di un progetto musicale che continuerà almeno fino a maggio 2020, con il linguaggio della musica elettronica, dice l’ovvio. Ovvero che siamo agli sgoccioli. La pandemia e lo sfruttamento quotidiano del pianeta non possono continuare all’infinito. “Il 2021 deve essere l’anno della svolta. Potremmo tornare a vivere in un paradiso, ovvero sul nostro pianeta, ma solo se smetteremo di inquinarlo”, spiega Luca Guerrieri.
 
Gli Haka Project sono Karlheinz e Haldo, un duo che da tempo propone musica elettronica visionaria. Tanti loro dischi sono stati inclusi in raccolte di alto profilo, molto amate dagli appassionati del genere, ad esempio quelle di Café de Anatolia, Natura Viva, Deep Formentera e Cotê d’Azur. Sono rimasti affascinati da una incredibile storia, quella di “Tania La Guerrillera” e hanno deciso di raccontarla con la loro musica, in un brano ipnotico, claustrofobico, chiamato appunto “Tania”, in uscita nei prossimi giorni.
 
Jaywork Music Group ha fatto quattro chiacchiere sul suo blog con Gianni Parrini, padrino del genere New Dream. L’intervista è a cura di Sammy Love. L’intervista è un bel modo per conoscere gli Inizi, la carriera ed il presente di una delle poche vere icone della nightlife italiana. E più in generale il blog di Jaywork dà tanti spunti interessanti, forniti da professionisti del settore con decenni di esperienza. Nessuno, soprattutto in questo momento, ha la bacchetta magica. Lo staff di Jaywork Music Group, con questo blog, ha il pregio di dare suggerimenti concreti su temi che interessano chi sogna un futuro da produttore di successo.
 
“Fighting with this Earth” è il nuovo singolo di Meri, cantautrice italo inglese 27enne che vive tra Bristol, dove oggi frequenta il secondo anno del BIMM (The British and Irish Modern Music), tra i più importanti college musicali al mondo e la Maremma. A metà tra folk, pop e indie, le canzoni di Meri nascono da sempre sulla sua chitarra acustica. La sua voce,  calda e senza tempo, canta di problemi, passioni e vita vissuta, come succede sempre o quasi nei classici soul anni ’60 che ascoltava da bambina. 
 
Sandro Murru Kortezman è da sempre uno dei dj producer più affermati nella sua Sardegna e non solo. Ogni giorno dalle 15 alle 16, su Radio Supersound, ecco Soundback, un programma perfetto per ballare a casa o in auto la musica dance di ieri, di oggi e di domani. Venerdì 15 gennaio è in console allo 040 Zeroquaranta di Cagliari, per un pranzo musicale tutto da vivere in sicurezza. “Oltre a mangiare e divertirvi in sicurezza distanziati, darete una mano ai ristoratori e a noi lavoratori dello spettacolo”, spiega Sandro Murru 
 
Anno nuovo e  grafica nuova per “@ the WindoW”, lo show musical prodotto dalla dj producer toscana Ross Roys. La nuova puntata di “@ the WindoW” va in scena sabato 16 gennaio alle 18. Tra i tanti protagonisti, insieme a Ross Roys e al video maker Dino Mascolo, ecco Rocky Hayden in console e Anthony M Deejay con il suo remix di “Wind”, un disco di Ross Roys. C’è anche il motociclista Luca Dell’Omodarme, Massimo Pugno di Fuoco, trampoliere e mangiafuoco, lo YouTuber Ghost Shadow e  pure Lorenzo Tiezzi di AllaDiscoteca con un suo pensierino. 
 
Alladiscoteca.com ha pubblicato una bella intervista a Michele Piagno, barman di livello internazionale che con la sua famiglia tra un impegno e l’altro gestisce anche l’enoteca Vecchia Pretura a Codroipo, un bel paese di 15.000 anime in provincia di Udine. Chi gestisce un locale è oggi in grave difficoltà. “Capisco bene le ragioni di chi protesta in forte. Aprire oggi però significa rischiare multe e soprattutto farle rischiare ai propri clienti”, spiega.  “E’ chiaro poi che non sono i locali pubblici ad aver veicolato il virus, visto che i numeri non sono sotto controllo e i locali sono quasi chiusi o lavorano con pesanti restrizioni da tempo”.