L’arte del vino, vino in arte

Oggi vi parlo di un mio progetto, diventato reale per Borgo La Caccia, realizzato in collaborazione con gli allievi della Scuola di Pittura del Professor Stefano Pizzi dell’Accademia Belle Arti di Brera.

Tra le botti e i vigneti della cantina di Pozzolengo il 2021 vede nascere una “edizione speciale”. Il Lugana di Borgo la Caccia si veste di “arte contemporanea” grazie al progetto nato da questa mia idea, che ha unito l’estro dei ragazzi della Scuola di Pittura del grande Professor Stefano Pizzi dell’Accademia delle Belle Arti di Brera ai vini di Borgo la Caccia. Borgo La Caccia ha chiesto al Professor Stefano Pizzi di proporre ai suoi studenti di realizzare le etichette per 500 bottiglie limited edition del vino Lugana. 5 i partecipanti, Gabriele Mauro Farina, Giacomo Giori, Miriam Righini, Simone Parise, Roberta Moscheo, tra i quali è stato scelto il vincitore, che ha avuto l’onore di creare l’etichetta finale del Lugana di Borgo La Caccia.

Questa collaborazione ha visto la mescolanza dell’arte del vinificare con quella del segno. E l’opera scelta per impreziosire le etichette speciali di Borgo La Caccia, ha i colori del vino e delle terre che incorniciano la tenuta del Garda, facendo emergere in un gioco di contrasti cromatici il viso di donna,  fermo e deciso nello sguardo. Il Lugana DOC, quindi,  diventa espressione del segno artistico e il tratto è quello di Roberta Moscheo, che ha colto l’essenza del vino esaltandone la fisicità.

“Ho intitolato la mia creazione “Amabile 2020″ – ha commentato la vincitrice del contest, Roberta Moscheo – nelle mie opere amo rappresentare visi di donna, in genere con una velata malinconia, perchè noi donne siamo così sempre pronte a superare tutto con coraggio e forza ma abbiamo spesso uno sguardo lievemente malinconico. Tutte noi siamo consapevoli che la vita è una lotta e ogni giorno dobbiamo mostrare una forza che non si può descrivere raccontandola ma si può solo rappresentare tramite lo sguardo. Perché lo sguardo di una donna dice più di mille parole. In questo progetto pensando al Lugana l’ho immaginato come il volto femminile di una donna attenta, ferma con colori caldi e trasparenti gli stessi del vino, pronta ad affrontare qualsiasi tipo di conversazione”. Un viso che donerà la sua anima al Lugana del Borgo.

“Voglio ringraziare il professor Stefano Pizzi e i suoi ragazzi, Francesca Lovatelli Caetani e in particolare l’Accademia di Brera – ha commentato Andrea Bonomelli, Presidente della tenuta Borgo la Caccia-come tenuta abbiamo deciso di donare due borse di studio e sono certo che questa collaborazione potrà proseguire nel tempo. Ho ereditato la passione per l’arte da mio padre Giovanni, per questo con mia moglie Ilaria abbiamo subito creduto in questo progetto. Il vino per me è arte e come tale va rappresentato anche nei particolari più significativi come quello dell’etichetta, biglietto da visita per un sapore che si svela solo con l’assaggio”.

 Sono 500 le etichette speciali con la grafica della vincitrice per l’annata Lugana.

“Il Lugana  è il simbolo del territorio, un vitigno che sta vivendo un momento di grande successo; è una vigna antica grazie alla quale stiamo creando un prodotto giovane e moderno”-aggiunge Bonomelli-“con Lugana abbiamo la possibilità di fare fermentazioni con anfore di terracotta e prendere il meglio dell’azienda e valorizzarlo con la migliore Accademia di tutta Italia, grazie anche all’iniziativa della giornalista Francesca Lovatelli Caetani, che collabora con Borgo La Caccia su alcuni progetti”.

“Abbiamo visitato questo splendido borgo e rilevato la passione dei titolari e lo scopo fondamentale “-dice il Professor Stefano Pizzi-“è un luogo di produzione, ricevimento  allevamento e manutenzione, ma è anche particolare perche’ si occupa, con Comunità Lautari, di recupero e formazione di persone con problematiche sociali. È la cosa che piu’ ci affascina, accostata a un luogo di grande magia e fascino. Il recupero totale e la riedificazione con materiali eccelsi collezionati da questa famiglia in tempi passati, denotano passione non comune per il bello e cio’ che gira attorno ad esso. Il progetto è iniziato con lo studio e la progettazione ed esecuzione di alcuni elaborati che sono stati poi selezionati per dare un’ immagine nuova di una già bella etichetta di un vino nato da vitigno autoctono che già riscuote grande successo; non è stata un’operazione facile, si tratta di un’ etichetta impegnativa, con iconografia definita, che rimarca le connotazioni del luogo. Abbiamo lavorato nel quadrato interno e l’etichetta avrà le caratteristiche di non disturbare l’etichetta esterna; i ragazzi sono stati selezionati da un gruppo cospicuo, tra 5, infine, è stata fatta la scelta; i ragazzi hanno studiato anche il nuovo packaging. Siamo tutti entusiasti di collaborare con Borgo La Caccia!”

www.borgolacaccia.it

 

 

Movida tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it e nella riscrittura della realtà dell'arte con www.rewriters.it.E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *