Phenomena, design, fashion, food

Sono 67 le aziende italiane selezionate per Phenomena, il primo e unico salone espositivo italiano dedicato esclusivamente alle imprenditrici delle 8 regioni del Sud-Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia-in tre settori d’eccellenza del Made in Italy, design, fashion e food. Abbinato al premio omonimo, il trade show tutto al femminile è fissato per i giorni 9, 10 e 11 Luglio all’Aurum di Pescara, il gioiello Liberty del capoluogo abruzzese sul mare Adriatico, che diventerà la vetrina internazionale per le preview delle nuove collezioni moda, ma anche per le novità nel settore del design e dei gioielli, accanto a una forte presenza di aziende dell’agroalimentare.

Ideato e organizzato da IFTA con il sostegno di ICE nell’ambito del Piano Export Sud PES 2, di Regione Abruzzo, Agenzia di Sviluppo, della Camera di Commercio Chieti-Pescara e del Comune di Pescara, Phenomena accenderà i riflettori sul women’s empowerment del Sud, dove vivono e lavorano imprenditrici che con responsabilità e tenacia mantengono saldo il timone anche nei momenti di difficoltà, investendo in valore e competenza.

Nella location scelta per la prima edizione di Phenomena verranno allestite due aree espositive nelle sale D’Annunzio e Flaiano, dove si svolgeranno gli incontri di business matching tra le aziende e i 50 compratori internazionali. Al piano nobile dell’Aurum, la Sala d’Annunzio ospiterà 20 marchi fashion con le collezioni donna demi couture e di accessori hand made insieme con le 11 aziende della sezione design, mentre la Sala Flaiano sarà dedicata alle 36 aziende dell’agroalimentare. Cinque donne riceveranno il Premio Phenomena 2021 la sera di sabato 10 Luglio. Sono donne tenaci che hanno saputo affermare le loro idee e raggiungere traguardi professionali di rilievo in diversi campi, dalla moda, al food, dalla cultura, al sociale. Saliranno sl palco dell’Aurum Francesca Caldarelli, pescarese, imprenditrice pioniera della ristorazione 3.0, Nicoletta Cosentino, siciliana, fondatrice dell’associazione Cuoche Combattenti, Matilde D’Errico, lucana, autrice tv e regista, ideatrice dei programmi Amore Criminale e Sopravvissute su Rai 3, Maria Lombardi, siciliana, scrittrice e giornalista del Messaggero e Maria Giovanna Paone, napoletana, amministratore delegato e videpresidente del gruppo Ciro Paone-Kiton. Altri tre premi saranno attribuiti a tre imprenditrici, una per settore, votate dai 50 compratori internazionali presenti nel salone. La conduzione della serata è stata affidata a Tiziana Panella, giornalista di La 7, conduttrice di Tagadà. Anche lei una donna di successo, figlia del Sud.

“Abbiamo voluto accendere il faro sull’imprenditoria femminile del nostro Mezzogiorno-spiega Michela Zio, vicepresidente esecutivo di IFTA e ideatrice di Phenomena-“convinti che ci sia tanto da scoprire e che i prodotti esposti, dal food ai gioielli, dalle ceramiche, alle collezioni moda della primavera estate 2022, possano suscitare l’interesse del mercato internazionale”.

“Ci sono, in questa manifestazione, tre ingredienti importanti della nuova strategia promozionale di ICE genia ossia Pmi, Mezzogiorno e imprenditoria al femminile”-afferma Crlo Ferro, presidente di ICE, Agenzia-“il tessuto produttivo del nostro Paese riconosce già l’imprenditoria al femminile come un fattore di progresso e di modernità come una ricchezza ce si combina con gli altri aspetti di eccellenza del Made in Italy. E vogliamo promuoverlo unitamente al potenziale del tessuto produttivo del Mezzogiorno e delle PMI del nostro Paese, perché sono convinto che la parità di genere sia uno dei valori di sostenibilità che stanno sempre più emergendo come scelta di consumo presso le nuove generazioni”.

DATI 2020 (Fonte Unioncamere e Cna)

Un’azienda su 3 in Italia è guidata da donne.

Secondo una ricerca CNA pubblicata a marzo 2020 le aziende in rosa italiane sono 1.330.257 in totale, 482.582 al Sud e nelle isole.

A livello nazionale la regione con più imprenditrici è la Lombardia, con 180.260 imprese, seguita dalla CAMPANIA con136.454 imprese.

La Campania è, dunque, la prima regione italiana per numero di aziende al femminile, seguita da:

  • Sicilia(114.216)
  • Puglia(87.832)
  • Calabria (44.234)
  • Sardegna(38.808)
  • Abruzzo(38.572)
  • Basilicata(16.031)
  • Molise(9.539)

Tutte insieme, le aziende donna in Italia danno lavoro a più di 3 milioni di addetti.

I settori di punta su scala nazionale sono:

  • Commercio ingrosso e dettaglio 353.493 imprese
  • Agricoltura, silvicoltura e pesca 211.353 imprese
  • Turismo 134.626

SITUAZIONE AGGIORNATA AL 31 MARZO 2021

Il Covid ha impresso una battuta d’arresto alla corsa che stava vivendo da sei anni l’imprenditoria femminile.

Secondo i dati pubblicati dal Centro Studi di Confesercenti a marzo 2021 il bilancio del 2020 certifica un calo dello 0,29% delle aziende guidate da donne, ovvero 4mila attività in meno rispetto all’anno precedente.

La pandemia ha, di fatto, interrotto una corsa che proseguiva dal 2014, con una velocità di crescita superiore a quella dell’imprenditoria maschile. Sono state penalizzate di più le imprenditrici giovani, con le aziende guidate da donne under 35 anni (154mila) calate all’11,52% del totale, dal 12,02% del 2019.

Il calo delle imprese guidate da donne, è ascrivibile interamente alle regioni del Centro e del Nord.

Al Sud, invece, le imprese guidate da imprenditrici segna + 0,26%. 

 

 

Movida tag: , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it e nella riscrittura della realtà dell'arte con www.rewriters.it.E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *