Khaby Lame e altri vip: il re dei social Alessandro Riggio racconta i segreti del successo

Signore e signori, i social non hanno più segreti. Quel nuovo mondo che affascina tutti, e che regala soddisfazioni in termini di popolarità, nasconde tante professionalità che sono in agguato dietro l’occhio indiscreto di un account Instagram, Twitter o Tik Tok.

L’ultima super star di questo social è Khaby Lame, seguito da 109  milioni di persone e 40 milioni su Instagram: il suo social media manager si chiama Alessandro Riggio – che ora svela tutti i segreti per la corretta comunicazione.

“E’. esploso perchè ha talento, gioca molto con la micromimica facciale.

Sicuramente dietro a un artista c’è sempre un team e noi lo siamo.

Ci siamo conosciuti, c’è stato subito feeling, abbiamo studiato delle strategie perchè potesse interessare sempre di più e in due mesi ecco il boom”, spiega a Tuttosport Riggio.

Oggi, però, Riggio guarda al futuro con la consapevolezze che le dirette fiume sui social, durante la quarantena, resteranno tali e non sbarcheranno in televisione con un nuovo genere. Ma come mai molte star, che vivono dietro la macchina da presa o in tv, non possono fare a meno dei social? Riggio ha le idee chiarissime. “Alcuni sono vanitosi, alcuni li usano perché hanno idee, ma la percentuale più alta è di vanitosi”, continua a raccontare a Blogo. E poi parla delle tre cose da fare sui social: “Mai pensare negativamente. Sui social e in generale nella vita, non bisogna pensare mai in negativo. Il secondo errore è quello di dare brutti esempi, sopratutto ai giovani. Sui social la gente non dimentica. Il terzo errore, che a volte gli artisti commettono, è quello di abbandonare/trascurare i propri fan”. Insomma, queste sono alcune delle regole che il “re dei social” ricorda a chi vuole avvicinarsi a questo mondo interattivo e partecipativo.

Riggio, calabrese d’origine, ha 30 anni. Parla quattro lingue perfettamente ed ha messo su una vera e propria “macchina da guerra” sui social: uno staff di circa 15 persone ed oltre circa 150 account  dei personaggi più importanti da seguire. “Nasco come casting director. Ho studiato e lavorato nel mondo del cinema poi mi sono deciso a studiare il business del futuro, ovvero i social”, racconta in un’intervista rilasciata a TvBlog. La sua avventura è uno spaccato di vita 2.0.

Adesso, però, Alessandro Riggio ha un sogno nel cassetto: creare un canale tv interamente per i social. “Tanti adulti che guardano la televisione non sanno usare propriamente i social, perché sono “old style”, di un’altra generazione. Perché non pensare ad un canale che porti il mondo social in tv?”, conclude a TvBlog.

 

 

Movida tag: , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it e nella riscrittura della realtà dell'arte con www.rewriters.it.E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *