Chiusura attività di intrattenimento? Non ci sentiamo responsabili. Parla Maurizio Pasca, Presidente SILB

 
La conferenza Stato regioni decreta la chiusura delle attività di intrattenimento. Prendiamo atto del provvedimento, basato su un aumento dei contagi. NON CI SENTIAMO RESPONSABILI. Le nostre attività hanno lavorato al pari di altri settori della società: la gente vive a contatto e spesso si assembra in ogni dove da due mesi a questa parte. 
In spiaggia, al bar, per strada, ovunque. Nonostante ciò tutte le attività restano aperte!! MA LA DISCOTECA È COME SEMPRE UN GRANDIOSO CAPRO ESPIATORIO. 
 
Capro espiatorio di piaghe sociali come l’alcol, la droga, la violenza, che secondo le statistiche trovano sfogo al di fuori di essa e non dentro. 
E ora, capro espiatorio di un virus che ci risulta di carica virale bassissima. Secondo il titolare del reparto di microbiologia di Treviso, addirittura difficile da trovare. 
Abbiamo sanificato, tracciato, imposto regole come tutti. E ora pare che l’avanzamento del virus sia imputabile a noi, ai giovani e alle vacanze! 
 
Ma una cosa faremo: osserveremo nei prossimi mesi se a discoteche chiuse il “contagio” si fermerà! 
 
LO OSSERVEREMO ATTENTAMENTE. E agiremo di conseguenza. 
 
Per ora, chiediamo al Governo aiuti FATTIVI per le nostre aziende, che sono chiuse da fine febbraio e hanno dipendenti, affitti, tasse da pagare come tutte le altre realtà imprenditoriali. 
VOI SIETE RESPONSABILI DEI 100.000 lavoratori, dei 4 miliardi di fatturato persi, dei professionisti e delle famiglie rimaste senza reddito. 
 
A fine emergenza, chiariremo a media e opinione pubblica la sostanza di un pregiudizio vergognoso. 
Qualunque categoria sociale ha le pecore nere. 
Ciò non significa che la categoria sia nera. 
Se un insegnante vessa i ragazzi non significa che tutto il corpo docente sia da infamare. 
Se uno su tremila non rispetta le regole non significa che gli altri 2.999 siano rei di comportamenti irresponsabili. 
 
La discoteca è un luogo come altri. 
Gestita da imprenditori che fanno rispettare le regole. 
I comportamenti non sono imputabili al luogo, bensì agli esseri umani che li compiono. 
Dentro una discoteca così come altrove.  
E chi non rispetta le regole va SANZIONATO: non solo il titolare di un locale ma qualsiasi cittadino. 
La responsabilità di un comportamento illecito è individuale. 
Non di categoria.
 
(nella foto Maurizio Pasca, Presidente del SILBhttps://www.silb.it Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da Ballo e di Spettacolo che rappresenta gran parte degli operatori del settore – foto hi res Maurizio Pascahttp://lorenzotiezzi.it/silb/)
 

 

La Quinta Rivoluzione

Il pedagogista Giuseppe Raffa, che da anni lavora dedicandosi alle emergenze che toccano da vicino giovani e famiglie, ha scritto “La Quinta Rivoluzione”, ritratto delle famiglie durante l’emergenza Covid 19.

L’opera è il risultato della ricerca fatta da lui e da Giovanni Macca, fatta in Sicilia coinvolgendo oltre 5000 genitori con figli preadolescenti e adolescenti e che ha registrato un cambio di rotta tra genitori e figli durante il lockdown. Report, manuale, libro, La Quinta Rivoluzione riporta anche aneddoti, citazioni, avvenimenti storici utili a tutti, un lavoro utile a quei genitori che durante l’emergenza sanitaria hanno rivoluzionato la loro relazione con i figli e oggi desiderano avere consigli per stabilizzare la nuova politica educativa sperimentata durante la forzata convivenza con i loro ragazzi. La Baglieri Editrice ha creato un testo scorrevole, denso di spunti di riflessione, di proposte e di analisi sulle famiglie di ieri e di oggi. E’ disponibile nel catalogo della casa editrice in versione cartacea e prestissimo anche in versione ebook.Per saperne di più ed essere aggiornati su incontri con l’autore, presentazioni, acquisto dell’opera, potete visitare il sito www.baglierieditrice.it o  la pagina facebook @BAGLIERI EDITRICE

Cosa è successo durante il lockdown?

“Un miracolo direi! I genitori si sono avvicinati ai figli adolescenti, li hanno conosciuti e compresi. Vicini come mai nella storia. I giovani, dal canto loro, approfittando della vicinanza dei genitori e del tanto tempo libero a disposizione,  hanno cominciato a partecipare alle faccende di casa e hanno pure imparato ad utilizzare con responsabilità le tecnologie. Una roba mai vista”.  Continua a leggere

Il settore finanziario diventa più sicuro con Insignia


Insignia rende nuovamente sicuro il settore finanziario. La società di gestione dello stile di vita e dei servizi finanziari Insignia ha lanciato una sentita campagna contro la crisi sanitaria di COVID-19, nel tentativo di rendere sicuri i clienti da possibili contagi. Il gruppo di gestione dello stile di vita di lusso e servizi finanziari, Insignia, ha annunciato di poter produrre una carta sulla quale i batteri non possono annidarsi, nel tentativo di combattere l’attuale crisi sanitaria. In tempi di incertezza senza precedenti, dobbiamo tutti fare del nostro meglio per rendere l’ambiente un luogo più sicuro. Continua a leggere

“#Andràtuttobene…in vacanza a Cortina”

Cortina For Us, UnipolSai e Unisalute confezionano un prodotto dedicato a chi trascorrerà l’estate insieme alla Regina delle Dolomiti, tendendo la mano a chi si trova in difficoltà. 

Con “Andrà tutto bene in vacanza a Cortina” parliamo di una copertura assicurativa in grado di tutelare il turista in caso di contagio da COVID-19, anche al suo rientro. Si tratta di una vera e propria esclusiva per il territorio di Cortina, questo solido supporto promosso dall’Associazione Cortina For Us insieme al suo partner UnipolSai, pensato per chi questa estate sceglierà la Regina delle Dolomiti. Continua a leggere

SED CHIMERA e il principio del non poter cogliere un fiore senza turbare una stella.

Oggi dò spazio a Emiliano Scatarzi, del collettivo SED CHIMERA. Fotografo, videomaker, regista e artista dell’immagine a tutto tondo, è fondatore della celebre Onlus Fotografi Senza Frontiere.

SED CHIMERA, il Collettivo milanese di Street Art che in periodo di quarantena ha tappezzato la città con le sue caratteristiche fotografie, ha realizzato recentemente la sua prima mostra virtuale, “Umani dentro e bestie fuori”. La mostra, a cura di Paola Riccardi, racconta con fotografie e grafiche la Milano deserta della quarantena magicamente abitata da strane bestie antropomorfe, diventando un simbolico grido di cambiamento, consapevolezza, libertà. La digitalizzazione della mostra e la sua realizzazione video-grafica sono di Emiliano Scatarzi e Diego Albani. Ho deciso di dare spazio a Scatarzi e a SED CHIMERA perché, come ben sapete, ho recentemente scritto una poesia in musica, “CIAO TERRA”, con musica e produzione di Mitch B e Van Der Kirche, in perfetta sintonia con il messaggio che SED CHIMERA vuole trasmettere.
Continua a leggere

Cortina For Us: “Tuteliamo il futuro della Regina delle Dolomiti”.

L’associazione di Cortina propone iniziative e collaborazioni che preservano l’economia ed il prosperare del territorio.

È datata settimana scorsa la lettera che il Presidente di Cortina For Us, Franco Sovilla, ha inviato alla segreteria del Sindaco di Cortina, Gianpietro Ghedina, allo scopo di aprire il dialogo tra l’associazione e la giunta comunale. Il fine è quello di esprimere in maniera concreta il desiderio di rendersi disponibili da subito nel trovare soluzioni pragmatiche e veloci che “provvedano” alla situazione economica attuale e contengano, per quanto possibile, le conseguenze che questa emergenza sanitaria scatenerà sul territorio di Cortina nel prossimo futuro. Continua a leggere

Maurizio, uno dei nostri eroi Italiani

Credo valga la pena di condividere tutti questo messaggio, quello di un piccolo e grande eroe dei nostri tempi, che ho l’onore di conoscere e che ha superato, tempo fa, una malattia molto difficile.

In tempi di Covid 19, ha voluto parlare a tutti, trasmettendo forza, coraggio, motivazione, amore, riconoscenza…tanto altro, tutto il bello possibile, tutto ciò che un’anima pura come la sua, innocente, ma anche così matura ed evoluta, possa dire.
Maurizio, che ho l’onore di conoscere, è un esempio per tutti. Un bambino bello, felice, intelligente, gioioso, affettuoso, spontaneo, simpatico e molto amato dalla sua famiglia e dai suoi amici. Continua a leggere

Gina Lollobrigida batte all’asta con la prestigiosa Casa d’Aste Bolli e Romiti di Roma gli oggetti recuperati e il ricavato andrà in beneficenza alla Protezione civile per la lotta al Covid 19

ESCLUSIVA MOVIDA.TGCOM24.IT
Lollobrigida all’asta- le medaglie che hanno tentato di rubarmi. Soldi alla protezione civile per covid 19
 
Bella, brillante e piena di vita, la grande Artista Gina Lollobrigida è stata derubata di 4 David di Donatello ed alcune medaglie che si trovavano in una dependance nel giardino della sua villa. 
Le cronache sono su tutti i giornali e riguardano l’operaio rumeno che ha commesso il furto nella dependance dell’Artista. 
Nella borsa c’erano numerose medaglie realizzate da Gina Lollobrigida ed altri oggetti, soprattutto, ben 4 dei 7 David di Donatello vinti da Gina nella sua lunghissima carriera. 
In un primo momento, l’uomo ha dichiarato che quel borsone contenesse oggetti di valore che Gina Lollobrigida gli avrebbe regalato dopo che lui aveva eseguito alcuni lavori presso la sua abitazione. 

Continua a leggere

Emergenza Covid 19, Leroy Merlin affianca Mai Piu’ Solo ODV No Profit a sostegno dellle comunità locali

Il punto vendita di Agrate Brianza supporta l’attività dell’Associazione Mai più Solo con la donazione di materiale per la realizzazione di mascherine

L’Associazione Mai Più Solo, grazie alla creatività e alla capacità ingegneristica del suo Presidente, Vincenzo De Feo, da tempo impegnato sui temi sociali, ha ideato mascherine usa e getta, in confezioni sottovuoto, presidi non medico chirurgici,da utilizzare per fare la spesa, andare in farmacia, portare fuori il proprio cane e le impellenti necessità. L’iniziativa parte, come idea, da prodotti esistenti già sul mercato, ma De Feo è alla ricerca di fornitori che donino materie prime e tutto il necessario alla realizzazione. 

Il materiale reperito sul mercato è stato acquisito con sconti dal 10 al 40% per gentile concessione dei vari fornitori. Per tenere ulteriormente basso il prezzo, già estremamente contenuto,De Feo è alla ricerca di fornitori che donino il materiale occorrente. Un set di 10 mascherine spedizione compresa costa non più di 12 euro (dipende se il materiale è donato in toto). 

“Il 27 Marzo Leroy Merlin di Agrate Brianza, grazie alla Direzione, ci ha donato materiale, scatole imballaggio e utensili per avviare la produzione come segno di grande solidarietà verso questa immane tragedia. Questo gesto ci dà ancora più forza per andare avanti!”-dice De Feo Continua a leggere

300 Robiole di Roccaverano DOP in donazione

Poche parole, tanta speranza! E’ questo fondamentalmente il concetto che accompagna la decisione del Consorzio di Tutela della Robiola di Roccaverano DOP di donare 300 Robiole all’Ospedale “Mons. Galliano” di Acqui Terme e alle case di riposo del territorio. L’unità ospedaliera con il suo personale è in prima linea per contrastare l’avanzata del Coronavirus/Covid-19.

In questo frangente storico che ci ha assaliti senza avvisare, che ci ha avvolto in timori che non conoscevamo, che ha stravolto le nostre abitudini, anche un piccolo gesto ha la sua valenza. Le Robiole di Roccaverano DOP vengono prodotte da piccole realtà agricole, da famiglie, e quelle 300 forme, anche se non sono molte, siamo certi che regaleranno un sorriso. Per le donne e gli uomini del Consorzio rappresentano un abbraccio alla propria terra e un sospiro di speranza.

È un gesto che mostra quanto il nostro territorio sia al fianco dell’ospedale di riferimento. Sono convinto che da questa dura prova usciremo più forti di prima. La solidarietà messa in campo rappresenta un’autentica ventata di speranza in questo momento difficile per tutti”. Queste le parole del primo cittadino di Acqui Terme Lorenzo Lucchini.

Sono trascorsi soltanto 18 giorni da quando vi abbiamo comunicato il Progetto “Rob-In”, una iniziativa dedicata proprio allo sviluppo territoriale che si dovrà sviluppare con i prodotti, i produttori e gli eventi di questa porzione di terra piemontese. Un progetto in cui crediamo molto anche se in queste due settimane la situazione è mutata; ma di sicuro non è cambiata la nostra voglia di continuare a lavorare come sempre realizzando un formaggio buono e sano. La nostra piccola donazione è la conferma di quanto crediamo nel futuro e nella nostra gente.

Il mondo della Robiola di Roccaverano DOP è al fianco del personale sanitario di tutti gli ospedali del nostro paese e ringrazia profondamente tutti coloro che stanno lavorando per garantirci un futuro.