Recidivo

Fisico atletico, piglio da fotomodello, primo piano da copertina, Riccado Rota, in arte Recidivo, rapper bergamasco classe ’99, è certamente il rapper nazionale più bello e atipico contemporaneo.

Faccia da schiaffi e sorriso accattivante, a differenza di artisti della sua generazione, compone brani che strizzano l’occhio più al pop che non alla trap, e scrive testi che non ricorrono a espressioni violente e turpiloqui a compensazione dell’assenza di contenuti.

Insomma, di questi tempi un vero trasgressivo! Sicuro di sé e determinato, Recidivo vuole fare come gli pare, ama le sfide, rifiuta l’omologazione ma soprattutto vuole vincere e ci riesce molto bene: fin dall’esordio nel febbraio 2020 è in continua ascesa, fino ad arrivare in top ten radio con gli ultimi due brani pubblicati, “Cascasse il mondo“ e “Braccio 19”. Quest’ultimo, disponibile esclusivamente all’interno di un album con finalità benefica, “Merry Angels Christmas”, cui hanno preso parte altri noti artisti, segna l’ingresso in classifica vendite dell’artista che, per la prima volta a sole 24 ore dalla pubblicazione dell’album, schizza al primo posto in classifica download Amazon. Continua a leggere

La psiche prima di tutto; intervista alla dottoressa Simona Rossi

Andare dallo psicologo è sempre più di tendenza, in realtà è una necessità, utile al benessere di ogni individuo e della società in generale; abbiamo intervistato la Dottoressa Simona Rossi, psicoterapeuta con specializzazione cognitivo comportamentale, Dottorato in Neuroscienze e qualità della vita-“l’importanza di essere centrati su se stessi deve esserci sempre”.

La Dottoressa Rossi ha un percorso di vita entusiasmante: un cammino formativo presso un istituto religioso, missioni in Africa, America Latina ed Europa, fondatrice di due case famiglia per bambini, studi filosofici e teologici prima della laurea-

Sito ufficiale: dottsimonarossi.it 

Pagina Instagram @dottsimonarossi 

“Partiamo da uno degli elementi più evidenti che possono condurre una persona a richiedere una consulenza con un professionista della salute mentale, come è lo psicoterapeuta, ossia il sintomo. Un’espressione evidente concreta di sofferenza psicologica viene esposta attraverso una serie di comportamenti come ansia, paure, alimentazione, ossessioni, fobie; c’è sempre una condizione spesso invasiva e invalidante che il paziente chiede di superare-dice la Dottoressa Simona Rossi

“Far scomparire i sintomi è forse uno degli scopi più importanti della terapia. Il sintomo porta con sé una complessità, tanti significati, tratti specifici, emozioni e tutta una storia personale da dover rivedere.

Secondo me, adesso è più facile approcciare alla terapia, molti ne parlano…sicuramente è meno inaccessibile. La parte bella è sicuramente la visione più ampia che abbiamo di un cammino psicoterapico, si è aperto un varco verso la possibilità di chiedere aiuto. Prima l’immagine della seduta dallo psicologo era direttamente associata alla malattia, oggi, invece, abbiamo scoperto finalmente che il bisogno di un confronto serio con uno psicologo non per forza è legato ad una patologia, ma può aiutare e semplificare molti aspetti della nostra vita. Bisogna però, a mio avviso,stare attenti e cercare professionisti iscritti all’Albo Professionale degli psicologi. In psicoterapia non si danno consigli, si fa un lavoro serio e puntuale su se stessi; non è una moda, ma un bisogno, che va rispettato e trattato con estrema serietà”. Continua a leggere

Edo Fendy, il nuovo stile della trap

Il mondo della trap è spesso visto con gli occhi del pregiudizio e i più comuni attribuiscono a questo genere musicale una connotazione negativa, soprattutto per le parole utilizzate nei testi. Incontriamo un giovane compositore e musicista, Edoardo Gallio, in arte Edo Fendy, che della trap ha fatto il suo successo, ma che, con il suo stile, dimostra che non bisogna per forza parlare di alcool, droga e violenza per arrivare al cuore delle persone. 

Non solo digital marketing, ma anche campagne innovative

DOMINANZA DIGITALE

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne abbiamo intervistato Jacopo Nicoletti, Project Manager di Dominanza Digitale, sinonimo di Performance Marketing; in Italia e sin dalla sua creazione, nel 2015, ha avuto fra i suoi obiettivi la crescita, non solo nazionale. Dominanza Digitale si occupa di incremento di fatturato mediante la digitalizzazione delle aziende-pmi, liberi professioni, aziende corporate. Il Metodo Dominanza dà particolare attenzione ai Social Media, che oggi hanno rivoluzionato il modo di comunicare, ma anche di vendere. Dominanza Digitale è nota già da tempo anche per i suoi contest e campagne innovative;“oggi, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne abbiamo idetao una campagna per Interflora”-dice Jacopo Nicoletti socio di Dominanza Digitale-“abbiamo riflettuto sui due simboli ed elementi fondamentali della donna, abbiamo scelto i fiori e in collaborazione con il brand Diva Donna, un paio di scarpe rosse. Questo settore ci sta molto a cuore, l’attenzione alle problematiche sociali raccontate in maniera artistica”.

JACOPO NICOLETTI E MATTIA COZZETTO

Continua a leggere

L’accademia della Saldatura

Successo per questa Accademia; a meno di un mese dal termine del corso assunzione per il 50% degli iscritti

E’ uno dei mestieri più richiesti anche in tempi di crisi economica e disoccupazione, conseguenti alla pandemia. Considerato il successo registrato nelle precedenti due edizioni, Illca Group, azienda con base a Casarile, leader in soluzioni meccaniche integrate che vanta un primato in ambito tecnologico produttivo, e Scuola Futuro Lavoro, con sede a Milano, promuovono un nuovo corso di formazione per saldatori, al via il 9 novembre (fino al 19 gennaio).

Il corso precedente ha visto, a meno di un mese dalla sua conclusione e nonostante l’emergenza sanitaria in corso, l’inserimento lavorativo con regolare contratto del 50 per cento degli alunni. Le aziende sono alla ricerca di operai specializzati, difficili da reperire sul mercato, che possono guadagnare dai 1.500 ai 2.000 euro al mese.  Continua a leggere

Edo Fendy, il nuovo stile del trap

Il mondo della trap è spesso visto con gli occhi del pregiudizio e i più comuni attribuiscono a questo genere musicale una connotazione negativa, soprattutto per le parole utilizzate nei testi. Incontriamo un giovane compositore e musicista, Edoardo Gallio, in arte Edo Fendy, che della trap ha fatto il suo successo, ma che, con il suo stile, dimostra che non bisogna parlare per forza di alcool, droga, o violenza.  
 
Come nasce la tua passione della musica? 
“Ho iniziato a fare musica nel 2016, dopo aver abbandonato il mondo del calcio. Nel 2017 ho pubblicato da indipendente il mio primo brano, Oioioi, solo giorno dopo, grazie al successo del singolo Ace, ho iniziato ad attirare l’attenzione di alcune etichette discografiche, firmando, così, il mio primo contratto con la Universal Music”.  
 
Edoardo, perché secondo te la musica trap ha così tanto successo al giorno d’oggi?  
 
“La musica trap offre un modello per farsi notare, per costruire una identità specifica, per questo è molto in voga tra i giovanissimi che devono ancora costruire un’immagine di se stessi. La musica trap racconta di storie comuni, di un disagio sociale in cui molti si rivedono”.  
 
Cosa vuoi trasmettere ai giovani d’oggi? 
 
Vorrei dimostrare ai giovani oggi che per avere successo non servono per forza droga, delinquenza e violenza, ma tanta testa e costanza. Mi piacerebbe essere un esempio per loro e poterli accompagnare con la mia musica nel loro percorso di crescita 
 
A quale trapper ti ispiri?  
 
“Sembrerà scontato, ma Sfera Ebbasta è il trapper a cui mi ispiro. Lui è la dimostrazione che chi decide di lavorare sodo e crede in ciò che fa, riesce ad arrivare ad ottenere un grande successo”.  

 

8 Giugno, “Il cyberbullismo tra lockdown e iperconnessione”, un incontro a cura della Società Umanitaria 

Lunedì 8 giugno, dalle 18:00 alle 19:30, prende vita in streaming un interessante dibattito organizzato dalla Società Umanitaria: Il cyberbullismo tra lockdown e iperconnessione: aspetti giuridici e strategie di intervento scolastico, genitoriale ed individuale. Il passaggio improvviso e necessario ad uno stile di vita basato sul distanziamento fisico che si è reso obbligatorio per contrastare la pandemia da covid19 ha coinvolto tutti, comprese le famiglie con figli in età scolare. La rete è diventata dunque una risorsa necessaria per dare continuità a lavoro e studio ma nel contempo nuove ombre sono comparse sulla scena del quotidiano con tutte le conseguenti ripercussioni. Continua a leggere

Le donne, l’impegno per la tutela della natura, del sociale, delle nuove generazioni e del territorio: Simona Pedrazzi

Simona Pedrazzi, consigliere di Regione Lombardia, fa parte della V Commissione permanente – Territorio e infrastrutture , della VIII Commissione permanente Agricoltura, montagna, foreste e parchi, della Commissione speciale Montagna e del Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione delle Leggi Regionali. Il mio interesse per la natura mi ha fatto incontrare Simona, una donna molto impegnata anche sui temi sociali e la mia attenzione si è focalizzata su due dei suoi innumerevoli progetti.

Il tuo provvedimento sulle associazioni fondiarie mira a valorizzare le aree rurali, l’occupazione e l’incremento produttivo; quale è l’attuale situazione ancor più dopo l’emergenza covid 19?

“Le Associazioni fondiarie mirano giustamente a valorizzare territorio e produzione agroalimentare a km 0; penso che l’esperienza Covid-19 altro non sia che una sfida che le AsFo dovranno affrontare e possa trasformarsi in un’opportunità. Innanzitutto le Asfo sono associazioni, e nel rispetto delle prescrizioni igienico sanitarie di sicurezza, questo aspetto dovrebbe far ritrovare lo spirito di comunità, i contatti sociali tra coloro che vivono sullo stesso territorio dopo mesi in cui la vita sociale è stata fortemente ridotta. I prodotti della filiera corta, venduti sul posto diverranno una possibilità per vivere i nostri territori all’insegna della non aggregazione, al contrario di quanto avveniva pochi mesi fa nelle grandi strutture commerciali, e mangiare ciò che produce la nostra terra con i nostri sforzi, il tutto all’aria aperta. Inoltre gestire, produrre e vendere in una filiera corta aiuterà sicuramente il risveglio economico dando l’opportunità di investire sul territorio”. Continua a leggere

Niccolò Cervellin, giovane rampollo, “principe del Catajo”

Quattro chiacchiere con Niccolò Cervellin, rampollo della famiglia veneta, che di recente ha acquistato il Castello del Catajo.

Una vita piena quella del giovane Niccolò, figlio di Sergio Cervellin, noto imprenditore e inventore di brevetti a livello internazionle. Il giovane rampollo, ad appena 18 anni, insegue già i suoi variegati interessi. Primo tra tutti quello per la musica, che lo ha reso famoso con il nome d’arte Soniko. Poi ama la movida e tutto quello che gira attorno al jet set. Infine, si dedica alle attività imprenditoriali della famiglia e ne cura i beni. I Cervellin infatti, da poco hanno acquistato il Castello del Catajo, bellissima dimora Reale costruita nel Cinquecento, composta da oltre 350 stanze, situata in provincia di Padova, nella località di Battaglia Terme.  Continua a leggere

Patrizio Fabbri, icona dello street wear, Exclusive Paris

Patrizio Fabbri è un giovane imprenditore, un self made man che si è fatto da solo, simbolo di una generazione di giovanissimi che ha creato un brand di cui è immagine e simbolo, EXCLUSIVE PARIS. Re incontrastato della moda “urban”, creativo, poliedrico, Fabbri è stilista e icona dello “street wear”.

Tutti pazzi di lui e di Exclusive Paris insomma. Fabbri ha creato il suo stile, che lo rappresenta e di cui è testimonial.

“Il 16 Marzo avevo già organizzato uno shooting a Miami per la prima campagna vendite e per la promozione della mia nuova capsule proprio ispirata a Miami, poi tutto si è fermato”-dice Fabbri-“la capsule si ispira a Miami, ma per la prima volta ho creato una linea tutta dedicata alle donne, ci sono 5 capsule, camicette e pantaloni, 5 t shirt e pantaloni corti e 6 dedicate alla donna. Il pubblico femminile ha sempre preso i miei capi dall’armadio del proprio uomo, è appassionato delle tute del mio brand. In questo caso sono il pantaloncino molto femminile e la maglietta corta a fare la differenza. I colori sono tutti ispirati a disegni tipici di Miami e all’atmosfera di questo luogo fantastico”.

EXCLUSIVE PARIS è PATRIZIO FABBRI; fa tutto lui, dalla a alla z, sceglie tessuti, grafiche, vestibilità; ” sono sempre stato un appassionato di moda, sin dalle elementari ero il trend setter della classe, lanciavo le mode e tutti mi seguivano e imitavano. Oggi il mio è il primo brand del Lazio, ho una boutique in via Angelo Brunetti 35 a Roma, in zona Piazza del Popolo”. Continua a leggere