Le donne, l’impegno per la tutela della natura, del sociale, delle nuove generazioni e del territorio: Simona Pedrazzi

Simona Pedrazzi, consigliere di Regione Lombardia, fa parte della V Commissione permanente – Territorio e infrastrutture , della VIII Commissione permanente Agricoltura, montagna, foreste e parchi, della Commissione speciale Montagna e del Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione delle Leggi Regionali. Il mio interesse per la natura mi ha fatto incontrare Simona, una donna molto impegnata anche sui temi sociali e la mia attenzione si è focalizzata su due dei suoi innumerevoli progetti.

Il tuo provvedimento sulle associazioni fondiarie mira a valorizzare le aree rurali, l’occupazione e l’incremento produttivo; quale è l’attuale situazione ancor più dopo l’emergenza covid 19?

“Le Associazioni fondiarie mirano giustamente a valorizzare territorio e produzione agroalimentare a km 0; penso che l’esperienza Covid-19 altro non sia che una sfida che le AsFo dovranno affrontare e possa trasformarsi in un’opportunità. Innanzitutto le Asfo sono associazioni, e nel rispetto delle prescrizioni igienico sanitarie di sicurezza, questo aspetto dovrebbe far ritrovare lo spirito di comunità, i contatti sociali tra coloro che vivono sullo stesso territorio dopo mesi in cui la vita sociale è stata fortemente ridotta. I prodotti della filiera corta, venduti sul posto diverranno una possibilità per vivere i nostri territori all’insegna della non aggregazione, al contrario di quanto avveniva pochi mesi fa nelle grandi strutture commerciali, e mangiare ciò che produce la nostra terra con i nostri sforzi, il tutto all’aria aperta. Inoltre gestire, produrre e vendere in una filiera corta aiuterà sicuramente il risveglio economico dando l’opportunità di investire sul territorio”. Continua a leggere

5 Giugno, Giornata Mondiale dell’Ambiente, tutti insieme per cambiare il mondo con #unasceltaalgiorno

Rigoni di Asiago rinnova il suo impegno per la salvaguardia del pianeta.

“L’uomo è stato dotato della ragione e del potere di creare, così che egli potesse aggiungere del suo a quanto gli è stato donato. Ma finora egli non ha mai agito da creatore, ma soltanto da distruttore. Rade al suolo le foreste, prosciuga i fiumi, estingue la flora e la fauna selvatica, altera il clima e abbruttisce la terra ogni giorno di più”

Lo scrisse Anton Chechov, drammaturgo russo di fine ottocento ma, pur essendo passato più di un secolo, le sue parole sembrano riflettere un malcostume che non è cambiato, anzi, sembra peggiorare ogni giorno di più. Tuttavia, la pandemia di questo 2020 che ci ha costretto a non godere appieno di quella natura così trascurata e, come dice Chechov, così abbruttita nel nostro quotidiano, ha mosso nella maggior parte di noi un nuovo sentire, un senso di responsabilità che dovremmo incrementare per un futuro migliore, per cambiare un mondo che, con i nostri comportamenti, sta diventando “nemico”. Continua a leggere

Scende in campo il cuore di Rajae

Il suo nome tradotto in italiano significa “speranza”, unito al suo grande cuore è un binomio prefetto. Il 20 luglio è stato un giorno molto speciale per Rajae Bezzaz, l’inviata di Striscia la Notizia e speaker radiofonica di RTL 102.5:  in un solo giorno ha ricevuto a Palazzo Marino la targa “Simbolo di Umanità ed impegno Civico” e ha festeggiato il suo compleanno. La targa è stata consegnata dal Presidente del Consiglio Comunale di Milano, Lamberto Bertolè, dal Direttore Servizi Civici Partecipazione e Sport del Comune di Milano Andrea Zuccotti e dal Presidente dell’Associazione AQUAS Angelo Marra. “Fonde cultura e bellezza, integrazione e altruismo, impegno e disponibilità, futuro e interazione, SPERANZA e CUORE”: questa la frase incisa sulla targa che racchiude l’impegno quotidiano di Rajae per i temi sociali, sia attraverso i suoi servizi sul delicato tema dell’integrazione, delle differenze culturali e del rapporto tra paesi islamici e occidente, sia nel suo privato, dimostrando quanto il “Gioco di Squadra” sia fondamentale per un futuro migliore.

Continua a leggere