La meraviglia di un’Italia da scoprire si chiama Sharryland

Sharryland è la mappa delle meraviglie, tutto il bello che c’è nella Nostra Italia, dando voce alle bellezze del Nostro Paese, anche in questo momento difficile per tutti.

Durante questa pandemia ho creato nuove relazioni, instaurato legami di amicizie, iniziato nuovi progetti lavorativi, intervistato persone interessanti, soprattutto unite da un comune obiettivo, ripartire con un nuovo lifestyle.

SharryLand è la grande Mappa di tutto il bello che c’è: è il punto di incontro (per ora virtuale) di tutti coloro che amano scoprire il nostro territorio e farlo conoscere a 360°, tra guide e tesori nascosti, luoghi insoliti e persone curiose, buongustai e piatti tipici. Continua a leggere

Il mondo della moda non si arrende-Intervista ad Alessia Schepis e Patrizia Gaeta

La notte di Capodanno 2019 è stata per me ricca di incontri; oltre a Marianna Bonavolontà, alla quale ho dedicato un’intervista alcuni giorni fa, ho conosciuto anche Alessia Schepis e Patrizia Gaeta, altre due donne-come Marianna- per i miei “ritratti eccezionali”.

E’ un piacere e un dono per me conoscere donne di questo tipo e livello umano e professionale, con le quali sviluppare amicizia sincera, progetti, collaborazioni e aiuto reciproco, perché mai come adesso bisogna restare uniti, anche se fisicamente distanti.

“Come manager nel settore del fashion crediamo che questo periodo segnerà un vero e proprio cambiamento nel mondo della moda e della digitalizzazione”-dicono Alessia Schepis e Patrizia Gaeta.

“I buyers sono per loro natura abituati a guardare con un occhio al futuro, i loro acquisti  si compiono con 6 mesi di anticipo rispetto alla data in cui le collezioni verranno poi consegnate, ed infatti, anche in questo momento stanno dimostrando una grande attitudine al cambiamento; stiamo aprendo l’era della digitalizzazione.

Proprio per questo crediamo che le nostre Pmi Made in italy dovrebbero vivere questo periodo come cambiamento volgendo lo sguardo verso l’oriente dove ad oggi stanno ricominciando a fare business sviluppando progetti con il mondo occidentale che si deve trovare pronto ad accogliere e recepire nuove interazioni”. Continua a leggere

Nessuno tocchi il Made in Italy!

Oggi, a Roma, da Gino Sorbillo Lievito Madre in Piazza Augusto Imperatore, altra eccellenza che il mondo ci invidia, si sono incontrati e stretti la mano il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio e l’Ambasciatore Francese in Italia Christian Masset. “È la pizza dell’amicizia e ringrazio il ministro per avermi invitato a mangiare una delle pizze migliori che ci siano”, ha detto Masset. In pizzeria i due hanno mangiato un assaggio di pizza ‘a portafoglio’ prima di sedersi al tavolo.

Di Maio ha scelto la Margherita Gialla con i pomodorini gialli del Vesuvio con il Cacioricotta di Corbella (Cilento) mentre l’Ambasciatore ha optato per la Pizza con il Fiordilatte di Napoli, Bufala Dop, Parmigiano Reggiano e Olio evo biologico.

“La pizza e le eccellenze del nostro Made in Italy non si toccano”-sottolinea Gino Sorbillo-“e io ne sono orgoglioso. E poi non si scherza con il cibo. La pizza mette d’accordo tutti e noi italiani abbiamo avuto anche il riconoscimento Unesco come Patrimonio Immateriale dell’Umanita’ è ciò la dice lunga su come quest’antica specialita’ italiana (che ha conquistato anche il mondo intero) abbia oramai un’importanza ed una responsabilità planetaria riuscendo ad essere veicolo di tradizioni antiche per quanto concerne tutte le eccellenze territoriali italiane ma anche del mondo intero.

Noi da sempre siamo stati sempre generosi poiché siamo stati sempre pronti ad insegnare a tanti popoli l’arte della pizza, compresi ai francesi, non è giusto avere quindi tutta questo “offensivo attacco gastronomico” in cambio”. Continua a leggere

Freia Farmaceutici: la Commissione Europea punta sul gusto Made in Italy per migliorare l’alimentazione di pazienti anziani e oncologici

La Pmi milanese ottiene un finanziamento europeo per creare un’innovativa linea di alimenti a fini medici speciali basati su derivati di canapa sativa: l’obiettivo è coniugare gusto e benessere nella migliore tradizione italiana. Il progetto prevede inoltre lo sviluppo di una app che consenta ai pazienti di valutare con facilità la qualità del pasto e della comunicazione con il personale medico. Continua a leggere

Tra i protagonisti della Vogue for Milano, la piattaforma ELIO, innovativa e disruptive per il mondo fashion!

Nasce una nuova tecnologia che soddisfa le esigenze del privato e del pubblico per la promozione e la tutela delle eccellenze Made in Italy nel settore del lusso. Non si tratta di una piattaforma e-commerce, ma di un ecosistema tecnologico volto a rivoluzionare l’acquisto a distanza, consentendo all’acquirente di decidere dove e come fare shopping in un’esperienza quasi identica a quella in store. ELIO è accessibile tramite smartphone, tablet, pc o altri dispositivi e permette di scegliere il negozio in cui si vuole fare shopping, fissare appuntamenti e connettersi in videoconferenza streaming audio-video in tempo reale con lo staff del negozio o il personal shopper che lo accompagna tramite gli smart-glasses, rendendo interattiva e personale la vendita a distanza. Continua a leggere

Appuntamento da GinO12 con Ginarte

Lunedì 9 Settembre a partire dalle 16,30,da GinO12,il gin bar all’interno del Ristorante Officina 12, in Alzaia Naviglio Grande 12,GINARTE vi aspetta all’evento Made in Italy, la celebrazione del gin italiano, l’evento da non perdere a Milano per provare alcuni dei migliori gin italiani. Per la speciale occasione, appositamente per Ginarte, l’artista Roberta Moscheo ha realizzato un’opera dedicata proprio a Ginarte, un ritratto di volto femminile, una donna vissuta ma grintosa, nel quale fondamentale è l’uso del colore, con i toni che richiamano alle botaniche utilizzate per la creazione di questo gin, che ha da sempre uno stretto rapporto con l’arte. Alle 19,30 arriverà Filippi Sisti, bartender di fama internazionale e guru della cucina liquida, il primo bartender a presentare ufficialmente al pubblico di professionisti e appassionati Ginarte al Ginday nel 2018. Continua a leggere

Ecosostenibilità e graphic design

In occasione della Milano Design Week, stasera, all’Hollywood di corso Como, verrà organizzato il party di GAVI, Italian Design for alla Solutions. GAVI, di Gabriele Gabba, è nel settore dell’Interior Design da 12 anni e ha sviluppato una notevole esperienza per la natura come strumento di architettura e design; “non è solo un trend del momento” – dice Gabriele Gabba, patron di Gavidesign-utilizziamo da sempre materiali 100% BIO, per ogni fase della realizzazione, senza usare elementi chimici o tossici, l’inquinamento domestico arriva ad essere 7 volte superiore a quello che troviamo girando per Milano”.  Continua a leggere

Il gusto e il valore creativo del Made in Italy

Fazzini, azienda tessile fondata nel 1976 da Maria Alberta Zibetti e Stefano Fazzini, entrambi nel settore da generazioni, in pieno distretto lombardo, è stata tramandata attraverso lo stile e la progettualità delle collezioni anche nelle successive generazioni.

I figli, Marco e Paolo, sempre guidati da una madre carismatica e di gran classe, hanno preso le redini dell’azienda puntando al successo internazionale e al posizionamento nel mercato del Luxury.

Modello d’avanguardia, in termini di qualità e flessibilità, FAZZINI integra lunga tradizione ed efficienza industriale fornendo un prodotto 100% “Made in Italy”. L’espansione e la crescita dell’azienda va ricercata nella capacità di esaltare la funzionalità d’impresa e i suoi legami con il territorio industriale. Continua a leggere

Il successo dell’azienda italiana per un Pianeta sostenibile e consapevole

 

Le Fonti Awards® è un premio ormai celebre e di caratura internazionale, e costituisce uno dei massimi riconoscimenti mondiali nel campo dell’innovazione e della leadership.
Ideato dalla televisione in live streaming Le Fonti, con programmazione interamente dedicata a tematiche economiche e legali, l’evento ha una struttura itinerante che ha toccato i luoghi strategici più rinomati del business finanziario come Hong KongDubaiLondraSingapore e New York.
L’appuntamento per il 2019 avrà luogo a Milano nella splendida cornice di Palazzo Mezzanotte (la sede della Borsa di Milano), dove i vincitori saranno annunciati durante la cerimonia di premiazione che si terrà in data 6 marzo
Tra i vincitori e le imprese che nelle passate edizioni hanno raggiunto i primi posti ci sono colossi di fama internazionale: Morgan StanleyBank of ChinaRockefellerRothschildDeutsche BankChristian DiorCartier.

DANIELE IUDICONE E MAURO BIANCHI

Le Fonti Awards® garantisce dunque una straordinaria visibilità istituzionale ed un’esposizione mediatica presso tutte le più importanti comunità di industriali e di investitori internazionali, e a rappresentare il nostro Paese nella categoria principale, quella delle aziende innovative nel mondo delle energie rinnovabili, ci sarà l’impresa italiana IMC Holding guidata dagli imprenditori Daniele Iudicone e Mauro Bianchi Il successo dell’azienda italiana testimonia come l’utilizzo di fonti alternative al nucleare e ai combustibili fossili rappresenti un nuovo modo di intendere il futuro energetico del mondo.
 “Il settore fotovoltaico è in grande crescita, soprattutto quello rivolto al mondo domestico, che diventa, in questo modo indipendente, utilizzando un kit fotovoltaico”- dice Daniele Iudicone- “In questi anni ci siamo specializzati anche nel mercato residenziale che, poi, ha preso piede. E’ un grande onore per noi che Le Fonti, Il Salvagente, l’Istituto di Qualità e Finanza abbiano certificato la nostra tecnologia, che è una soddisfazione anche per il cliente. Dopo il 2017, anche quest’anno partecipiamo a questo premio tra i finalisti. La Commissione fa un’analisi dettagliata, scegliendo i candidati”.

Continua a leggere

Eccellenza italiana e tecnologia digitale

DIS – Design Italian Shoes – è il brand di calzature personalizzate che rinnova l’eccellenza artigianale italiana grazie alla tecnologia digitale più avanzata. DIS nasce nel 2015 dall’intuizione dei fratelli Andrea e Francesco Carpineti e Michele Luconi e dal loro desiderio di dare slancio alle realtà artigianali e portare soluzioni innovative al retail attraverso la tecnologia digitale. “L’idea nasce nel 2013 da un aperitivo sulla spiaggia, a Numana, pensando a come avremmo potuto rinnovare le calzature Made in Italy, in una zona nella quale ci sono 3500 aziende che fanno scarpe dal XIV secolo circa nei dintorni di Macerata e Fermo”-dice Francesco Carpineti, intervistato dalla vostra Francesca Lovatelli da Hyper Room a Milano-“abbiamo riflettuto su tutte le criticità del settore. Da qui l’imput per utilizzare la tecnologia per risolvere i problemi del negozio al quale bisogna consegnare le scarpe, o le persone che non possono recarsi in loco. Volevamo un nuovo modello di business che desse un servizio innovativo e raggiungesse gli amanti delle calzature in tutto il mondo, usando il 3D, per dare rappresentazione di quello che il cliente riceverà a casa”. Continua a leggere