No alla violenza, il coraggio di denunciare e l’impegno per le nuove generazioni. Parla Farian Sabahi.

FARIAN SABAHI

In occasione dell’incontro organizzato il 16 Settembre a Verona da Paola Guerra di Fenix Live, alla Biblioteca Capitolare di Verona, Romeo&Juliet Wedding #nonsmettiamodisognare”-progetto contraddistinto dallimprenditoria e dalla solidarietà “al femminile”, dalla volontà di riqualificazione del territorio veneto e dalla promozione di città e luoghi di arte e di cultura che diventano sedi ideali per il giorno più bello della vita, il matrimonio-la giornalista Farian Sabahi leggerà la sua lettera inviata a Papa Francesco per combattere la violenza contro le donne.

La lettera racconta la storia di Ginevra, una donna madre di 4 figli, vittima di soprusi da parte del marito, che trova il coraggio di denunciare, spezzando così la spirale in cui è imprigionata. La lettera termina con un appello ai sacerdoti perché non assolvano gli uomini violenti-http://www.fariansabahi.com/lettera-papa-francesco/

Cosa si può fare oggi per abbattere il muro dell’omertà?

“Per abbattere il muro dell’omertà bisogna fare rete, far sentire meno sole le donne che hanno subito violenza”-dice Farian Sabahi, scrittrice, accademica e giornalista specializzata sul Medio Oriente e in particolare su Iran e Yemen, con un’attenzione particolare alla geopolitica e alle questioni di genere-“solo così queste donne consegneranno ad altre donne le loro testimoniane che, messe su carta e condivise con il pubblico, permetteranno loro di alleggerire il cuore. È quello che ho fatto raccogliendo la testimonianza di Ginevra (ambientata tra le Langhe e Torino, in realtà raccontata da una donna veneta) e di Maria Veronica a Finalborgo: mi sono fatta raccontare le loro storie, le ho scritte e le ho condivise in occasioni pubbliche. Questo gesto ha dato loro coraggio, ha permesso loro di superare la vergogna che, inevitabilmente, colpisce le donne vittime di violenza”. Continua a leggere