Grandi protagonisti al Cenacolo di Arturo Artom

Il Maestro Davide Livermore, regista di Attila (che aveva aperto la stagione della Scala lo scorso anno) e della Tosca (che sarà la Prima del 7 dicembre 2019), è stato il grande protagonista del Cenacolo di Arturo Artom, che si è svolto in centro a Milano a casa di Maria Cristina Giacomelli, dotata di uno splendido pianoforte a coda. La serata si è aperta con due imprenditori simbolo del made in Italy, Luca Rossetti, con le sue scarpe e Luisa Beccaria, con la moda donna. Poi con il Kaiser dei manager italiani Franco Tatò, che ha raccontato come venne assunto direttamente da Adriano Olivetti e mandato a far gavetta nella catena di montaggio come operaio. Davide Livermore ha affascinato gli ospiti raccontando dei suoi esordi come tenore e di come il suo Maestro Carlo Majer, rimanendo affascinato della sua idea di mettere in scena a Napoli un’ opera del ‘600 “La Colomba Ferita” di Provenzale, gli disse…falla tu! Così decollò la sua carriera da regista, fino a diventare sovrintendente del Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia. Continua a leggere