Nightlife vivace soprattutto in provincia

La formula vincente di alcuni top club italiani di piccole città è quella di inventare nuovi party, perfezionarli, fidelizzare il pubblico.  E senz’altro il caso del Circus beatclub di Brescia, dove party girl e super boys ballano ogni weekend fino all’alba. La discoteca più storica della città punta su veri must. Da MiCasa, di scena il 10 marzo con il sound di Simone Cattaneo, tra i più solidi ed esperti professionisti nel circuito dei top club d’Italia, e un super vocalist come Thorn, vocal performer amatissimo da noi e all’estero, uno che sa sempre come colpire e stupire. Sabato 11 è il turno della seconda edizione di One Night With Us, dove si alternano i padroni di casa Dr. Space, Marco Bodini e Dader, mentre le voci sono di Brio e Francesco Tomasi. Continua a leggere

La Guida al Piacere festeggia 15 anni al Pineta

Roberto Piccinelli festeggia i 15 anni di vita della sua “Guida al Piacere e al Divertimento”. Con un party al Pineta by Visionnaire di Milano Marittima, sabato 21 aprile.
E’ nata nell’altro secolo, ma è la pubblicazione più trendy del Belpaese. Presente in libreria fin dal 1997, la Guida al Piacere e al Divertimento non solo segnala i locali en vogue, regione per regione, ma propone anno dopo anno tutte le nuove tendenze applicate alla vita sociale ed alla realtà turistico/ludica. Dopo aver visitato oltre 250.000 locali, segnalandone 35.000 (nel 2012, gli indirizzi presenti sono ben 3.261, di cui 1.746 totalmente nuovi rispetto al 2011) ed aver anticipato la salita alla ribalta di tipologie quali show-food, social beauty, oxy-bar, psyco-cafè e post-trattorie, Roberto Piccinelli decide di festeggiare a dovere la sua “summa” del loisir italiano. Del resto, cosa meglio di un evento positivo e beneaugurante, contro la crisi economica stagnante e le catastrofiche profezie Maya di fine anno? Il “Sociologo del Piacere” sceglie il Pineta by Visionnaire (sabato 21 aprile, ore 23.00) per celebrare i tre lustri di vita della sua “Guida”, ma anche per dare indicazioni anti-crisi, illustrare le nuove mode e celebrare i 100 anni di Milano Marittima. Oltre a rivelare i nomi dei vincitori dei prestigiosi Oscar del Piacere ed a squarciare il velo sui Top Emotion, ossia i locali che sanno emozionare, Piccinelli tira in ballo i Low Club, innovative location ove poter fingere di tenere un basso profilo, fa salire alla ribalta il cliente più ambito del momento, il “finto povero”, (quello che, pur avendola, è restio a pagare con la banconota da 100 euro, causa manovra Monti) e rivela le caratteristiche della professione più gettonata, quella del “sales-waiter”, nuova formula di cameriere-venditore, che sostituisce il cameriere-pinguino, semplice trascrittore di ordini. Ma non basta, perché nell’occasione si viene a sapere che i Radical-Chic cedono il passo ai Controfighetti. I Downshifter, ossia “quelli che hanno scelto di scalare marcia”, sostituiscono il PIL (Prodotto Interno Lordo) con il FIL (Felicità Interna Lorda). E si fa strada il Piacere Illuminato, dallo stile salubre e controllato. Detto ciò, è normale che il party celebrativo prometta diverse sorprese, fermo restando che la serata trova anche il modo di rendere omaggio a Lucio Dalla. Grazie ad un importante riconoscimento per Bologna, la sua città natale ed un altro per A’ Formicula, la discoteca delle isole Tremiti ove Lucio era di casa e ove scoprì la bravura di Marco Mengoni. “Balla balla ballerino, tutta la notte e al mattino”. Balla con Roberto Piccinelli, che lo ha fatto professionalmente e la sua Guida al Piacere e al Divertimento.