La dj palestinese Sama’ Abdulhadi in galera per aver suonato musica techno #FreeSama 

Da domenica 27 dicembre 2020 la dj palestinese Sama’ Abdulhadi, considerata da molti degli appassionati di musica elettronica da ballo la techno queen araba, è in galera per aver suonato ad un evento privato che messo insieme non più di 30 / 40 persone (tutte distanziate per via del Covid-19) autorizzato dal Ministero del Turismo palestinese.
 
L’evento si è svolto presso il sito Nabi Musa, nei pressi di Jericho. Si tratta di un sito gestito dal Ministero del Turismo palestinese, che aveva autorizzato in forma scritta Sama’ Abdulhadi per poter filmare l’evento.  Sama’ Abdulhad sembra stesse producendo dei video commissionati da Beatport (il sito di download musicale di riferimento per i dj) pensati promuovere il suo paese, la  Palestina, anche attraverso la musica elettronica. 

Continua a leggere