Benvenuti a Maiori

Jackie Kennedy fuggiva dall’America per andare a Capri, Positano, Amalfi e Sorrento. La sua meta era la nostra Italia, la Costiera Amalfitana, che sa di casa, limoni e pesce fresco. Anche Settembre, che è alle porte, è un mese ideale per fare un salto in zona; io vi consiglio Maiori, dove anche Anna Magnani e Roberto Rossellini hanno girato le scene del famoso film “Paisà”, un ritratto della Seconda Guerra Mondiale vista dal cinema italiano e dal celebre regista. Sempre a Maiori, bisogna salire tanti scalini per arrivare alla chiesa di S.Maria a Mare, Patrona della città.

 

Prima di entrare, ai lati, si notano alcune foto tratte dal famoso film. La sabbia, qui, è più scura, di origine vulcanica e la spiaggia è la più lunga dell’intera costa d’Amalfi e il mare più vivace e subito più profondo rispetto alla costa Gaetana. Stando sulla spiaggia di Maiori, siamo di fronte a Ravello, città della musica, ma anche vicino a Paestum e a Pompei, da visitare per goderne la bellezza, come quella delle isolette che caratterizzano la costa campana, da visitare affittando barche e gommoni.

A 50 metri dalla spiaggia, ho scoperto il Reginna Palace, sul lungomare, dove l’hospitality è un concept di vita da ben tre generazioni e si respira ovunque, nell’ambiente, nei dettagli, nei proprietari, in tutto lo staff. Nell’ampio giardino, con vegetazione mediterranea ed esotica e coltivazioni di limoni succosi, ci si può rilassare nella piscina alimentata con acqua di mare e con vasca idromassaggio al centro e la sera ordinare gli ottimi piatti della tradizione locale, facendo tardi ascoltando la musica live. Come mi ha raccontato Tiziana, una delle proprietarie, negli anni passati era inconcepibile creare una piscina a pochi metri dal mare, un’idea del padre, rivoluzionaria e simbolo di grande lungimiranza e di qualità nel settore turistico, apprezzabilissima ancora oggi. Tra le altre scelte di soggiorno, si puo’ optare anche per il residence La Dolce Vita, o Tizi Apartments.  Continua a leggere

Ve la dò io la Puglia; #Lovatellitravel!

Mi voglio vestire di sole e di azzurro e sbarco in Puglia; sì, avete capito bene, perché voglio caricarmi di energia del cielo e delle onde. In fondo il 2017 è l’anno che l’ONU dedica al turismo sostenibile, con un approccio più interiore, semplice, ma sofisticato. Se la vacanza hippie style , più avventurosa di un road trip stile Thelma e Louise, due cuori e un furgone attrezzato è la tendenza, io preferisco spingere le mie vele in Puglia. Diversi anni fa, da antesignana quale sono sempre stata, avevo soggiornato per alcuni giorni a Gallipoli, ma il rientro da Miami del mio amico Aldo Dell’Anno-che, come ben sapete, è stato per anni e anni lo chef delle star internazionali, american style con misto di orecchiette-mi ha fatto virare a Villa Dell’Ulivo, a Campomarino di Maruggio, per lanciare #lovatellitravel, alla scoperta di luoghi esclusivi ma friendly per tutti, contraddistinti da privacy assoluta, prediletta dai grandi vip.

Madonna loves Puglia, ma ancora prima di lei, Ivanka Trump, che ha visitato la Puglia due anni fa e probabilmente sta convincendo papy Donald a venire qui quest’estate, magari per una sosta a Borgo Egnazia, un gelato a Polignano a Mare, o tra i trulli di Alberobello, per una date night con consorte. Continua a leggere