Aware, di Alessia Cotta Ramusino, un inno alla consapevolezza; il brano e il video raccontati dai protagonisti

In occasione della Gionata Internazionale delle bambine, l’11 Ottobre, che le Nazioni Unite hanno istituito nel 2011, per concentrare l’attenzione sui diritti delle più piccole e sulla necessità di promuoverne l’emancipazione, Alessia Cotta Ramusino, cantautrice genovese, donna impegnata da sempre nel sociale, che  da anni si batte per i diritti delle donne, dopo i flashmob che ha ideato e promosso in giro per l’Italia contro la violenza sulle donne,  continua con le sue battaglie e con nuovi brani.

“Sono profondamente convinta che arrivi un momento nella vita di un’artista in cui si senta la necessità di asservire la propria arte, il proprio dono, ad un bene comune, un bene superiore”-dice Alessia-“quantomeno questo è quello che è successo a me.  Nel 2011 scrissi Yallah, la canzone che tratta il tema del femminicidio. Quando la realizzai, sentii il bisogno di rendere partecipi di questa canzone le altre donne, ecco perché è nato il Flashmob #100donnevestitedirosso che continuo a portare in giro per l’Italia, unendo tutte le donne che credono come me che questi fenomeni si possano sconfiggere solo con l’unione delle forze. Sono consapevole dell’enorme potenzialità della musica.

La musica non ha limiti, confini, è un linguaggio universale … ed io ho il dono di comporla, non voglio trattenerlo, voglio donarlo e, se posso, attraverso di essa, fare del bene per le generazioni future. Quindi per rispondere all’appello di Adele de Leo, coordinatrice del Comitato Interassociativo carta dei diritti della Bambina di Genova, mi sono attivata con la mia musica per celebrare l’11 Ottobre, Giornata internazionale delle bambine delle ragazze, istituita dall’Onu il 9 dicembre 2011 e per la prima volta quest’anno resa celebrativa.

Sono Artista Testimonial Unicef e prendo seriamente e con grande impegno il mio compito e così ho cercato in uno dei miei ‘famosi’ cassetti pieni di musica, e ho trovato una canzone scritta nel 2015 e non completata. Aware (consapevole) è un dialogo tra una donna matura ed una giovane ragazza, ma non ne avevo completato il testo.  Così, quando Adele de Leo, mi ha scritto il senso che voleva dare alla canzone, mi ha ispirata ed ho ultimato il resto del testo”. 

Dalla musica possono passare testi importanti soprattutto per le nuove generazioni, cosa ne pensi?

“Penso tu abbia perfettamente ragione. Sono certa che il compito degli adulti di oggi sia quello di formare, educare, insegnare, tramandare, aiutare… lasciando alti valori e giuste credenze alle generazioni future, all’umanità intera che si appresta a vivere un pianeta che ha bisogno di ritrovare l’unione di intenti, la condivisione, la cooperazione, la collaborazione, il sostegno reciproco, siamo tutti esseri viventi sotto lo stesso cielo.

La musica ci può aiutare a veicolare questi importanti concetti e valori. La storia ci insegna che ci sono corsi e ricorsi ma i fondamenti della società, nella sua accezione originaria ovvero l’Insieme organizzato d’individui che si riuniscono per cooperare a un fine comune, rimarranno i medesimi del passato del presente e del futuro”. 

 

Antonio Cosentino, owner della Finalcutproduction, ha realizzato un meraviglioso video, visibile anche sulla pagina Facebook di Alessia Cotta Ramusino,

https://www.facebook.com/profile.php?id=1583763292

Continua a leggere

Respect and Love

Yallah è l’inno contro i crimini sulle donne, un inno all’amore, quello per la vita, dono immensamente grande e prezioso per ogni singola creatura vivente . Nessuno ha potere sulla vita degli altri e ognuno deve poter godere di diritti che devono essere garantiti. Il rispetto della vita in tutti i suoi aspetti è un diritto indiscutibile e sono le donne le prime a farlo rispettare, come è accaduto a Genova, in occasione di un flash mob organizzato da Alessia Cotta Ramusino, per contrastare il fenomeno mondiale della violenza domestica e diffondere la cultura del rispetto nella condivisione degli ideali Unicef.

Schemi vecchi e nuove regole promosse dall’universo femminile per combattere la violenza contro le donne….

“Schemi vecchi. Mi è difficile persino scriverli… non mi corrisponde e non mi ritrovo nella descrizione della donna remissiva, accondiscendente solo atta alla procreazione e alla cura della casa e della famiglia”-dice Alessia Cotta Ramusino, cantautrice genovese, che ha riunito in Piazza della Vittoria, nel cuore di Genova, che ha consentito di mantenere e assicurare le distanze di sicurezza ancora vigenti, rappresentanti di associazioni a tutela dei diritti delle donne, centri antiviolenza con capofila Fidapa con il Distretto nord ovest.Tutte le donne erano vestite di rosso e gli uomini in nero con accessorio rosso, tra loro anche Rosella Scalone, di SPX Lab e #nonpossoparlare, nuovo chatbot gratuito ideato in collaborazione con Dotvocal, i due centri antiviolenza Pandora di GenovaInsieme Senza Violenza di Imperia, la Cooperativa Agorà e specialisti di settore. Lo strumento digitale, sviluppato da questa straordinaria sinergia tra tecnologi e operatori del settore privato sociale, permette di ovviare all’isolamento che l’emergenza coronavirus impone, consentendo alle donne di poter chiedere e ricevere aiuto, senza la chiamata telefonica.  Continua a leggere

Weekend in musica, anche benefico, con Ben Dj, Maurizio Pasca (SILB), Overmuzik

 
Che weekend sarà quello che vivremo da venerdì 22 maggio? Mentre si beve una birra, magari nel parco, ci si può regalare la musica Ben Dj, uno che con la sua energia non può far altro che regalarla a chiunque. E’ fatto così. Prima e dopo la cena, si prosegue su Spotify con la sua playlist “And the beat goes on” Pop, Italian Dinner Music, cover, Remix, tropical house, melodic house, deep house, nu disco. Ce n’è per tutti i gusti. 
 
Anche se i grandi concerti sono annullati, da metà giugno potremo ascoltare di nuovo concerti live e vivere, in qualche modo, un’estate di musica, non solo online. Si parlerà di tutto questo a Meet Music live On Line. Due giorni, il 29 e 30 giugno, da vivere in diretta Social, con tavole rotonde dedicate a trovare insieme spunti per superare un momento particolare. Chi ha idee per una nuova scena elettronica può scrivere qui a info@meetmusic.it, dall’1 al 25 giugno.
 
Intanto, si può ballare su Facebook, cosa che è un vero piacere. Sabato 23 maggio riapre virtualmente il RioBo di Gallipoli (LE) e Samuele Sartini porta sui social del top club salentino, sui suoi canali e pure su quelli del Samsara Beach, il suo party “Seek Bromance”. Alla voce, per cantare live uno dei più grandi successi di Samuele Sartini,  “Love You Seek / Seek Bromance” c’è poi Amanda Wilson, l’interprete di un brano che ha fatto il giro del mondo anche nella versione di Tim Berg / Avicii. 
 
Steven Basalari, 27 anni, giovane imprenditore attivo nell’intrattenimento e nell’e-commerce, ha invece ideato un’operazione benefica internazionale a favore dell’Unicef, il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia. L’iniziativa, nata in Italia, mette insieme a fin di bene Tara McDonald, la regina della scena dance internazionale, il suo più grande successo “I Need a Miracle” e l’italiano BadVice Dj.  “Tutte le royalties delle nuove versioni della canzone andranno in beneficenza per aiutare i bambini meno fortunati”, racconta Basalari. 

Continua a leggere

Il Cenacolo di Artom sbarca alle Maldive

Il genio non va in vacanza: un gruppo di imprenditori ha trascorso una serata in riva al mare raccontando il proprio vissuto al Resort Maldives, unico investimento fuori dall’Europa di Baglioni ,l’unica catena di hotel a cinque stelle tutta italiana. Istrionico anfitrione di questo incontro, Arturo Artom,  che ha portato il suo format Cenacolo Artom per la prima volta così lontano. Continua a leggere