Un gioiello d’architettura, un simbolo della città: L’Excelsior Hotel Gallia, a Luxury Collection Hotel.

A Milano è da sempre uno degli alberghi più esclusivi. Inaugurato nel 1932 e precedentemente conosciuto come Palazzo Gallia, fin dagli inizi viene concepito come punto di incontro internazionale in grado di stare al passo con gli elevati standard europei e perfetto sia per “viaggiatori in transito”, sia come luogo di ritrovo cittadino grazie alla sua posizione strategica, all’ingresso di Milano. Completamente rinnovato dal celebre architetto milanese Marco Piva, che ne ha preservato gli elementi caratterizzanti esaltandone la bellezza, l’hotel avvolge i suoi ospiti in un mondo parallelo, offrendo il tipo di esperienza che ci aspetta dalla capitale del design. Un connubio di elementi perfettamente sinergici che contribuiscono a creare l’incantesimo di un luogo senza tempo,

incastrato tra passato e futuro in un momento vicino al presente, ma sempre un po’ più avanti. Colpiscono gli spazi, con la loro sontuosa maestosità, gli arredi Made in Italy, realizzati in esclusiva dai più importanti designer ed artigiani meneghini – Poltrona Frau, Cassina, Fendi Casa, Luce Plan solo per fare alcuni nomi – e l’illuminazione, studiata nel dettaglio per intrecciarsi alla luce naturale e creare riflessi e combinazioni cromatiche uniche, che si specchiano sui lucenti pavimenti in marmo delle aree comuni. Entrare nella hall vuol dire costringersi all’osservazione, fermare un attimo la frenesia per ammirare la bellezza declinata in ogni singolo dettaglio, perché sono proprio quelli complessivamente a fare la differenza. Le aree comuni, realizzate da B&B Italia, riflettono lo stile Art Déco degli anni ’30 senza rinunciare a una reinterpretazione attuale: il Gallia Lounge & Bar al piano terra, che si adatta agli orari della giornata trasformandosi da tipico bar italiano a esclusivo punto di ritrovo per l’aperitivo, l’adiacente Ristorante Gallia, che con la sua colazione riesce a coniugare i gusti più disparati grazie a uno chef a disposizione dei clienti, tre isole buffet con prodotti BIO e a Km0, una linea di succhi e centrifughe detox, prodotti senza glutine e un’offerta di pasticceria realizzata nel laboratorio interno che farebbe cambiare stile di vita anche al salutista più convinto. Ce ne sono di ciliegine sulla torta all’Excelsior Hotel Gallia. La fantastica Terrazza Gallia al 7° piano, gestita in collaborazione con Enrico – detto Chicco – e Roberto Cerea del ristorante Da Vittorio a Brusaporto – 3 stelle Michelin, che con la sua vista sovrasta la stazione centrale offrendo uno scorcio unico ai visitatori e acquisendo di diritto un posto tra gli affacci più belli della città. Sorseggiare un aperitivo al tramonto e fermarsi per cena è un’esperienza indimenticabile, vuoi per l’attenzione e la cura con cui si viene seguiti, vuoi per l’inevitabile via vai nella piazza sottostante, unico segno tangibile del tempo che passa veloce.

Poi c’è la pluri-premiata Shiseido Spa, che con i suoi 1000 mq si estende tra il 6° e il 7° piano dell’hotel classificandosi come la più grande di Milano e una delle più belle d’Italia; la cigar room, con la sua selezione di distillati e sigari cubani della migliore qualità e la cantina con oltre 300 etichette scrupolosamente selezionate e la possibilità di accogliere fino a 12 persone. E poi le 235 camere e le 51 suite, la cui bellezza sfacciata trova massima espressione nelle straordinarie Gallia Presidential Suite e Katara Royal Suite, meta prediletta delle star internazionali, che con i suoi 1000 mq di lusso sfrenato è stata classificata come una delle Suite più belle al mondo vincendo il “World’s Leading Hotel Suite”, più alto riconoscimento nell’ambito dell’ospitalità. Inebriante, spettacolare e unico nel suo genere. L’Excelsior Hotel Gallia è sicuramente una delle strutture che ha contribuito alla rinascita estetica della nostra città

Movida tag: , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it e nella riscrittura della realtà dell'arte con www.rewriters.it.E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *