KIKOnosce l’Endometriosi; un progetto di Rotary Club Milano Nord e R4H, in collaborazione col Centro Endometriosi dell’Ospedale Niguarda.


Partirà il 15 giugno in tutti i punti vendita KIKO il progetto KIKOnosce l’Endometriosi, una campagna di sensibilizzazione delle donne nei confronti dell’Endometriosi, una delle malattie che affliggono la sfera femminile da poco scoperta, ma di alta diffusione (circa il 10% delle donne ne è affetto) anche se ancora poco conosciuta.

Tutte le donne che faranno acquisti in un negozio KIKO di Milano Metropolitana tra il 15 e il 30 giugno 2021 riceveranno insieme allo scontrino un opuscolo informativo con le principali caratteristiche e sintomi di questa subdola malattia; il pieghevole a sei facciate rimanderà – per ulteriori approfondimenti – all’app R4H, appositamente realizzata e di recente pubblicazione.

KIKOnosce l’Endometriosi: l’app R4H

All’interno dell’app, scaricabile gratuitamente su IOS e Android, si trovano informazioni su cosa sia questa malattia e sulle sue ripercussioni sulla salute delle donne, con utili indicazioni riguardo le terapie disponibili e la gestione della malattia. Ci saranno inoltre videointerviste con gli specialisti e due questionari compilabili in forma anonima – uno pensato per le ragazze al di sotto dei 18 anni e uno per le donne maggiorenni – ai quali rispondere per provare a capire se si può essere affette da Endometriosi e le cui risposte faranno parte di uno studio clinico su questa malattia promosso dall’Ospedale Niguarda di Milano.

Attenzione, l’app non si sostituisce alla diagnosi medica, aiuta solamente a capire in tutta riservatezza se alcuni dei sintomi che sentiamo estranei e che capiamo non essere normali possano essere ricondotti all’endometriosi, per poter poi indirizzare le donne ad un centro specialistico per la diagnosi e la cura di questa patologia, spesso misconosciuta.

Il Centro Endometriosi dell’Ospedale Niguarda di Milano

Il Centro Endometriosi di Niguarda, che ha come referente il dott. Tommaso Bignardi, responsabile scientifico del progetto, è uno dei punti di riferimento a Milano per la diagnosi e la terapia di questa patologia.

L’endometriosi si diagnostica spesso con anni di ritardo e grande dispendio di denaro per esami, visite e terapie spesso inefficaci, per questo motivo soltanto un approccio molto specializzato e in ambito multidisciplinare è in grado di migliorare la cura per le pazienti che ne sono affette: questo è ciò che offre il Centro Endometriosi di Niguarda, il tutto sotto l’egida della sanità nazionale.

L’endometriosi in breve

Si tratta di una malattia che colpisce l’apparato riproduttore femminile che, se mal curata, non diagnosticata o trascurata, può portare a dolore pelvico cronico e infertilità, con ripercussioni importanti sulla qualità di vita, e con importanti costi per la società. Una patologia che provoca la crescita anomala dell’endometrio – il tessuto che riveste l’utero – in eccesso e/o in zone diverse dall’utero stesso, come per esempio le ovaie o l’intestino. Caratteristica della patologia sono i particolarissimi dolori molto intensi e invalidanti durante i giorni delle mestruazioni e, spesso, anche durante i rapporti sessuali, dolori che in certi casi si irradiano nella parte basse dell’addome in tutta la zona pelvica, ma anche a livello rettale o lombare.

L’endometriosi può colpire qualsiasi donna in età fertile, dall’adolescenza alla menopausa, in qualsiasi momento. Non è una malattia infettiva e non si può contrarre da contatti con persone che ne sono affette, si tratta di una particolare sensibilità fisica, con una predisposizione ereditaria. Assolutamente curabile, le terapie differiscono a seconda del tipo e della gravità della malattia.

Movida tag: , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, fonder di Studio Lovatelli, è una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo, Capital, Radio Number One, Giornale Radio, La 7 e altri media, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. E' autrice SIAE per la musica e la tv. E' direttrice di Vanityclass, Invextra Magazine e Milanodabere. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collaborato con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *