I segreti dell’influencer Alessia Galanti

Cosa c’è dietro il profilo Instagram di un influencer? Molti pensano che basti fare uno scatto con un abito e qualche accessorio, poi, postarlo e il gioco è fatto.

Considerazione non corretta: Alessia Galanti, influencer e social media manager, da oltre mezzo milione di followers, ci racconta come in uno dei suoi ultimi shooting, realizzato presso la prestigiosa Villa Riflesso, a Bacoli in provincia di Napoli, ha realizzato un servizio fotografico avvalendosi della collaborazione dei brand, che da tempo mostra nella sua pagina. Soprattutto, ci spiega come valorizzare il profilo social con foto professionali.

Da quanto tempo svolgi la professione da influencer e media manager?

“Ho creduto fin da subito nelle potenzialità imprenditoriali dei social. Circa quattro anni fa ho iniziato a investire e collaborare con diversi brand, che mi hanno dato l’opportunità di crescere e contemporaneamente loro con me.

Naturalmente, questo lavoro richiede dedizione, costanza e molta cura della pagina”.

Come scegli i tuoi scatti?

“Per avere una pagina curata e ben definita mi avvalgo e affido la cura della mia immagine ai miei esperti di fiducia.

La maggior parte degli scatti sono realizzati da giornate di shooting dedicate. L’ultimo, risale a qualche giorno fa, abbiamo scelto come location l’incantevole Villa Riflesso, a Bacoli, nei pressi di Napoli. Scorci, interni e una vista mozzafiato sono stati il set della giornata”.

Per l’occasione chi ha curato la tua immagine?

“Ecco, è un altro aspetto da tenere in considerazione, è importante affidarsi sempre a mani esperte. Personalmente il mio parrucchiere di fiducia è Gianluca Noviello di Parrucchieri Noviello. Lui è figlio d’arte e da tempo cura la mia immagine con prodotti all’avanguardia e acconciature di tendenza.

Per il make up, i pennelli magici di Manuela Sorano sanno sempre sapientemente mettere in risalto il  mio viso e i suoi punti di forza.

Inoltre, affido la mia pelle, che è sempre sana e luminosa, grazie al medico chirurgo estetico, il Dottor Domenico Campa”.

Come si scelgono gli abiti adatti per uno shooting?

“Ogni scatto racconta un preciso momento e qualsiasi cosa si indossi va valorizzata. Per questo shooting ho scelto gli abiti di Musani Couture. Mi soffermo sulla storia di questa maison, che è incredibile.

Il brand fu fondato nel 1914, a Tripoli dalla famiglia Musani, partita da Livorno per esportare i tessuti che già produceva da generazioni. E’ una bottega sartoriale che confezionava abiti su misura, e ha saputo resistere agli eventi, che nel secolo scorso hanno rivoluzionato la storia mondiale, aprendo numerosi e rinomati negozi nella capitale libica alla fine degli anni ’50. La famiglia Musani, poi, decise di lasciare Tripoli nel 1967, portando il brand a Milano.

Per rispondere alle tendenze e alle esigenze di mercato, negli anni ’80 Musani creò la collezione Donna, ancora oggi punto di riferimento per l’abbigliamento femminile da cerimonia. La ricercatezza delle forme, i materiali esclusivi e le trame uniche sono tra i segreti del successo di Musani.

Per i gioielli ho scelto di brillare con KBjewels di Valery K”.

Come scegli le pose e gli sfondi?

“Per questo è necessario affidarsi a un fotografo di fiducia. In questo caso, lavoro con il celebre Alessandro Pennino, un professionista nel campo, autore di celebri scatti e servizi realizzati a famose celebrità”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Movida tag: , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, fonder di Studio Lovatelli, è una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo, Capital, Radio Number One, Giornale Radio, La 7 e altri media, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. E' autrice SIAE per la musica e la tv. E' direttrice di Vanityclass, Invextra Magazine e Milanodabere. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collaborato con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *