El Pam Pam è tornato, con Cecilia Gayle ovviamente!

Insieme al cantante ballerino di “Amici”-edizione numero sette- Noseal, la Gayle torna a far ballare anche le generazioni attuali, dopo essere diventata una tendenza, tanti anni, ma ancora attualissima, un vero e proprio evergreen.

“Volevo far conoscere ai giovani il mio brano e proprio in uno dei momenti più adatti, l’anno zero dopo il Covid”-dice-“è la canzone giusta per togliere lo stress, dare relax, coinvolgere

El Pam Pam è uscito nel 98 e mi ha regalato tantissimo successo a livello mondiale, tuttora è rimasto un classico dei balli di gruppo e dopo anni riesce a riempire le piste da ballo”

Quale è la caratteristica di questo El Pam Pam rivisitato?

“E’ più reggaeton, i suoni sono più attuali, ma ha lo stesso sapore, sprigiona calore ed energia.

Non ti stanca, lo senti addosso, per me è come un multivitaminico capace di strappare a tutti solo sorrisi.

Sapevo che era una musica coinvolgente, ma anni fa non avevo capito cio’ che avrebbe dato al pubblico, ora, invece, sono più consapevole”.

So che avete realizzato anche un bellissimo video, che esce su tutte le piattaforme il 24 Maggio, alle ore 14,00…

“Abbiamo girato sulla splendida spiaggia di Mondello a Palermo, l’atmosfera era gia’ estiva, con la gente sul lido. Il ritmo è quello dance, più moderno dell’originale, è un mix di tradizione e innovazione per tutti gli amanti dI El Pam Pam che possono ancora ballarlo e tornare a lasciarsi andare.

Io voglio contagiare i ragazzi delle nuove generazioni con questo remix; andremo nelle piazze, nei villaggi, nelle discoteche, sulle spiagge e diventerà la colonna sonora dell’estate del 2022”

In previsione ci sono diverse ospitate tv; come è cambiato il mondo della musica oggi a tuo parere?

“Ci sono tante belle canzoni, ma è cambiato il modo di comunicare, tutto è più veloce, come la nostra modalità di accettare le cose.

Avevo già provato a rifare El Pam Pam, tempo fa, ma non aveva questa energia, oggi, invece, grazie a Noseal, al secolo Antonino Lombardo, siamo riusciti a realizzare un ottimo prodotto.

Tutto è nato quasi per caso, durante una serata di lavoro durante la quale eravamo tutti e de ospiti musicali ed eccoci qui, con El Pam Pam del 2022! La collaborazione è nata dal sogno  di Cecilia Gayle di far conoscere alla nuova generazione i suoi ritmi che dopo  tutti questi anni riescono ancora  a riscaldare i cuori e riempire  le piste.

Noseal ha saputo dare a El Pam Pam quella sonorità attuale senza stravolgere l’essenza del sound originale.  E Cecilia non ha esitato ad accettare la proposta. “El Pam  Pam è gioia , è una musica sana, divertente  e coinvolgente”-continua Cecilia Gayle-in questo momento buio , il ritmo de El Pam Pam è un raggio di sole che può aiutare le persone ad uscire della tristezza, dalla depressione e  dallo stress, perchè la musica è vita, supera i confini e oltrepassa le divisioni”.

https://www.facebook.com/cecilia.gayledue

 

 

Movida tag: , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it e nella riscrittura della realtà dell'arte con www.rewriters.it.E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *