Il sosia di Johnny Depp, Fabio Delmiglio

“E’ nato tutto per caso, durante il primo lockdown. Premetto: i lineamenti del viso sono sempre quelli ma sono cresciuti i capelli e il pizzetto. In quel periodo in cui non si poteva uscire leggevo molti libri e la vista ne ha risentito. Appena riaprirono andai dall’oculista che mi consigliò un paio di occhiali tartarugati con lenti azzurre, Non ci crederai ma da quel giorno la gente iniziò a dirmi quanto incredibilmente assomiglio a Johnny Depp”-così dichiara Fabio Delmiglio

Hai già percorsoi primi passi nel mondo dello spettacolo e del cinema , ma hai un sogno nel cassetto?

“I primi passi non sono stati facili, ti muovi con la paura che non vada bene quello che fai e l’inesperienza porta ansia, nervosismo, pensieri negativi… poi però pensi non dev’essere così, e che se sono qua vuol dir che posso starci. Il mio sogno nel cassetto è diventare attore e avere fortuna nel mondo dello spettacolo”.

Stai studiando recitazione con l’attrice teatrale e cinematografica Lucia Vita. Se dovessi scegliere tra cinema e teatro?

“Si, e colgo l’occasione ringraziare questa grande artista per avermi permesso di frequentare i suoi corsi di recitazione. Tra cinema e teatro? Sono due cose diverse, ovviamente il teatro è la base per diventare attore cinematografico però se avessi la possibilità di scegliere subito sceglierei il cinema”.

Mi racconti la tua prima esperienza davanti alle telecamere?

“La mia prima esperienza in assoluto davanti a delle telecamere è stata nel programma televisivo “Salotto Espago” prodotto e condotto da Eleonora Cassandra Espago.  Tremavo… per loro era tutto facile, ma io ero alla mia prima esperienza in TV e non ero per niente tranquillo. Però legai quasi subito con lo studio e i cameramen, e devo ringraziare Eleonora che è stata molto brava a mettermi a mio agio”.

Anche Paola Barale ha iniziatocome sosia di Madonna…tu come convivi con la somiglianza a un grande attore come Depp?

“Spero di essere bravo e fortunato come lei. Non è da tutti passare dall’essere un semplice sosia ad essere accettato come persona. All’inizio ero un po’ infastidito adesso la vivo più serenamente. Molte persone mi seguono e mi amano e quando vado in giro chiedono video, foto. Faccio felice tanta gente e questo mi piace molto”.

Quanto ti impegna il lavoro di attore e a cosa rinunceresti per arrivare al successo?

“Fare l’attore richiede sacrifici fisici e mentali. Per arrivare al traguardo. Rinuncerei alla cosa più preziosa che ho, anche al mio lavoro fisso”.

Se ami italent e i reality dove ti piacerebbe partecipare?

“Sicuramente al Grande Fratello perché secondo me è il reality più difficile e a me piacciono le cose difficili”.

Hai un motto o una frase ricorrente che ripeti nelle tue giornate?

“Si certo ed è una frase che dovrebbero ripetere anche i giovani d’oggi la frase è “Non mollare mai qualsiasi sia la situazione”.

Se dovessi curiosare nel tuo armadio, cosa troverei di sicuro?

“Camicie di qualsiasi colore e cappelli”.

Facebook: Fabio Delmiglio

Instagram: Fabio Delmiglio.395

Tik Tok: @fabiodelmiglio870

 

Movida tag: , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it e nella riscrittura della realtà dell'arte con www.rewriters.it.E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *